Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Cassazione: anche il copia-incolla parziale è reato!

Cassazione: anche il copia-incolla parziale è reato!

a
28-10-2016

La protezione del diritto d'autore opera anche quando l'opera successiva si limita a replicare i tratti essenziali dell'opera precedente

Non importa che non ci sia alcun ritorno economico: riportare una traduzione anche parzialmente è plagio. Con la sentenza numero 44587/2016 depositata il 24 ottobre (qui sotto allegata), la Corte di cassazione ha infatti affermato che la violazione della paternità di un'opera, sia originale che derivata, non si ha solo quando questa è copiata integralmente con una sua riproduzione abusiva.

La protezione del diritto d'autore opera anche quando l'opera successiva si limita a replicare i tratti essenziali dell'opera precedente e si rientra, piuttosto, nel campo della contraffazione. A rilevare penalmente, insomma, è anche la "semplice" riproduzione parziale fatta utilizzando singole parti dell'opera usurpata: per i giudici questa modalità di condotta integra comunque il reato punito dall'articolo 171, lettera a), della legge numero 633/1941, nel cui ambito di operatività vanno ricomprese tutte le modificazioni di un'opera originale o derivata che non hanno carattere creativo né possono essere ricondotte alla nozione di elaborazione data dalla stessa legge.

Peraltro la Corte ha anche ricordato che il delitto in parola è un reato formale e di mera condotta che non richiede la produzione di un evento: a rilevare è infatti la sola azione del colpevole. Il dolo è quindi generico e rende irrilevante indagare sulla finalità che ha spinto il contraffattore ad agire in quel modo.

Nel caso di specie, la questione aveva avuto origine dal "furto" parziale, da parte di un traduttore, della traduzione già fatta da una collega: le parti modificate non possono essere considerate un'innovazione ma solo un furbesco tentativo di mascherare il plagio. Il reato e la condanna inflitta dal giudice del merito restano. 

Valeria Zeppilli 

Fonte: Cassazione: anche il copia-incolla parziale è reato!

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

Password
Le dimissioni da ceo di Travis Kalanick il duro - pure troppo - co-fondatore di Uber potrebbero aprire una nuova pagina per la storia di quella società che è stata prima simbolo di ciò che è la sharing economy e poi di ciò ....
lun 26 giu, 2017
Cassazione siti
Il gestore di un sito condannato per il commento diffamatorio di un lettore ai danni di Carlo Tavecchio, presidente della Federazione Italiana Gioco Calcio. È la prima volta che la Cassazione si esprime in merito, andando contro una sentenza della ....
mar 03 gen, 2017

Eventi correlati

CONVEGBO
Data: 06-12-2016
Luogo: Biblioteca della Camera dei Deputati - Sala del Refettorio, Via del Seminario, 76 Roma
Evento organizzato dall'Associazione Italian Digital Revolution in collaborazione con la Fondazione I Sud del Mando ed il patrocinio del Consiglio Nazionale Forense e dell'Agenzia per l'Italia Digitale.

In questa pagina

I nostri partner

Qwant
Gi Group
ISWEB - INTERNET SOLUZIONI
VmWay
EIDEMON
SIELTE
Service Tech
RESI Informatica S.p.A.
Pro Q
Tecnoter
WhereApp
BNova
Echopress
DGS
Consorzio Vini Mantovani
Binario 96

Accordi di collaborazione

UNITELMA SAPIENZA
SCHOLAS
Anaip
Ambiente e Società
LABOS
I sud del mondo
Racconti nella rete
FAMILY SMILE

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Via Terenzio, 10 – 00193 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589