Osservatorio Blockchain e Smart Contract

La rivoluzione digitale ha visto di recente l’emergere di paradigmi e di architetture non soltanto tecnologiche, ma organizzative e sociali, che sostituiscono la tradizionale impostazione centralizzata con il concetto di “rete” decentralizzata e distribuita: una rete lungo i cui nodi si sviluppa la trasmissione della fiducia e del valore.

Variamente declinati attraverso le tecnologie blockchain, tali paradigmi sono al centro della riflessione dell’Osservatorio sia in quanto strumenti abilitanti sia, a maggior ragione, intesi come occasione di crescita per il Paese; e a tal fine non è sufficiente indagarli nei loro principi teorici e nelle loro applicazioni, ma è indispensabile coinvolgere cittadini e istituzioni sia per ridurre le barriere tra governance e fruizione dei servizi sia per disegnare e realizzare servizi che abbiano un impatto reale e un’efficacia misurabile.

L’Osservatorio vuole allora essere soprattutto un luogo di incontro, di confronto e di sperimentazione su temi che toccano il cuore della rivoluzione digitale e che abbracciano aspetti tecnologici, economici, di governance, di sicurezza, giuridici, politici, sociali. La finalità ultima è la costruzione di un ecosistema di competenze multidisciplinari e trasversali, in grado di porsi come interlocutore privilegiato dei policymaker, degli stakeholder e delle parti sociali all’interno dell’Associazione e attraverso l’Associazione, nello spirito dei principi ispiratori e degli obiettivi strategici di AIDR.

Responsabile Osservatorio Blockchain e Smart Contract

ROBERTO REALE

ROBERTO REALE

SOCIO AIDR

Privacy, tavola rotonda Aidr su controlli e sanzioni Garante  

Milano, 22 gennaio – Trascorso il periodo transitorio che tutti gli Stati europei hanno osservato per consentire alle imprese di adeguarsi al nuovo sistema legato al GDPR, entrato in vigore da maggio 2018, sono iniziate le verifiche e i controlli nonché l’irrogazione delle sanzioni amministrative. Da una prima analisi è possibile constatare come il Garante privacy italiano stia tenendo un approccio ragionevole e ponderato in merito alle sanzioni per il mancato rispetto del GDPR, e ciò, in modo conforme a quanto dispone il regolamento stesso, secondo cui le sanzioni devono essere “effettive, proporzionate e dissuasive”.

La protezione dei dati personali in Italia

Roma, 20 gennaio – Verrà presentata mercoledì 22 gennaio, alle ore 10.30 (Hotel Fifty House Soho di Milano), nel corso di una tavola rotonda con aziende organizzata dall’Associazione italian digital revolution (Aidr), “La protezione dei dati personali in Italia” (Regolamento UE n. 2016/679 e d.lgs. 10 agosto 2018, n. 101), opera della prof.ssa Giusella Finocchiaro, avvocato, ordinario di diritto privato e diritto di internet presso l’Università di Bologna.

VIDEO E PHOTO GALLERY

AIDR WEB TV

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

EVENTI ED INIZIATIVE

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

COME ASSOCIARSI

Cerchi il lavoro giusto per te? Scoprilo su IO LAVORO

IO LAVORO è un sistema informativo che utilizza la professione e i dati raccolti dai siti web di numerose istituzioni (Istat, Isfol, Miur, etc) o forniti come open data, per dare un quadro informativo completo sul mercato del lavoro e per favorire l’incontro domanda offerta.


AIDR
AZIENDE E COLLABORAZIONI

AIDR SOCIAL

Seguici sui social per restare in contatto con noi,
ricevere aggiornamenti e inviarci suggerimenti, segnalazioni e commenti!