Osservatorio sull'andamento Digitale Italiano

La rivoluzione digitale ha coinvolto in maniera significativa anche il settore della Comunicazione .

A tal fine è sorto l’Osservatorio Comunicazione Digitale che si prefigge l’obiettivo di analizzare il graduale passaggio della fruizione dai mezzi di comunicazione tradizionali (Tv; Radio ;Stampa; ecc.) agli innovativi Media Digitali con particolare attenzione alla personalizzazione “one-to-one” del rapporto emittente/ricevente anche attraverso il ruolo fondamentale delle Ricerche per una corretta disamina degli sviluppi del settore.
Per questi motivi gli appartenenti all’Osservatorio sono entrati in contatto con le strutture pubbliche ed associative di maggior riferimento a livello nazionale, elaborando riflessioni ed approfondimento sulla tematica e sviluppando collaborazioni con la Ferpi (Federazioni Relazioni Pubbliche Italiane), i cui soci sono stati spesso invitati all’iniziative dell’AIDR.

A breve termine saranno intrapresi contatti con i Corsi di Laurea attinenti alla materia trattata in collaborazioni con le maggiori Università Italiane.
L’Osservatorio è infine consapevole che promuovere e divulgare l’utilizzo dei media digitali è propedeutico per un miglior rapporto tra Cittadino ed Amministrazioni Pubbliche anche per favorire un più corretto ed intelligente uso dei canali social, web e del digitale.

Responsabile Osservatorio sull’andamento Digitale Italiano

MAURO COVINO

MAURO COVINO

SOCIO AIDR

Privacy, tavola rotonda Aidr su controlli e sanzioni Garante  

Milano, 22 gennaio – Trascorso il periodo transitorio che tutti gli Stati europei hanno osservato per consentire alle imprese di adeguarsi al nuovo sistema legato al GDPR, entrato in vigore da maggio 2018, sono iniziate le verifiche e i controlli nonché l’irrogazione delle sanzioni amministrative. Da una prima analisi è possibile constatare come il Garante privacy italiano stia tenendo un approccio ragionevole e ponderato in merito alle sanzioni per il mancato rispetto del GDPR, e ciò, in modo conforme a quanto dispone il regolamento stesso, secondo cui le sanzioni devono essere “effettive, proporzionate e dissuasive”.

La protezione dei dati personali in Italia

Roma, 20 gennaio – Verrà presentata mercoledì 22 gennaio, alle ore 10.30 (Hotel Fifty House Soho di Milano), nel corso di una tavola rotonda con aziende organizzata dall’Associazione italian digital revolution (Aidr), “La protezione dei dati personali in Italia” (Regolamento UE n. 2016/679 e d.lgs. 10 agosto 2018, n. 101), opera della prof.ssa Giusella Finocchiaro, avvocato, ordinario di diritto privato e diritto di internet presso l’Università di Bologna.

VIDEO E PHOTO GALLERY

AIDR WEB TV

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

EVENTI ED INIZIATIVE

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

COME ASSOCIARSI

Cerchi il lavoro giusto per te? Scoprilo su IO LAVORO

IO LAVORO è un sistema informativo che utilizza la professione e i dati raccolti dai siti web di numerose istituzioni (Istat, Isfol, Miur, etc) o forniti come open data, per dare un quadro informativo completo sul mercato del lavoro e per favorire l’incontro domanda offerta.


AIDR
AZIENDE E COLLABORAZIONI

AIDR SOCIAL

Seguici sui social per restare in contatto con noi,
ricevere aggiornamenti e inviarci suggerimenti, segnalazioni e commenti!