Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Mobile banking, il sogno degli utenti: app sempre più veloci e intuitive

Mobile banking, il sogno degli utenti: app sempre più veloci e intuitive

Mobile Banking
04-10-2016

 

Il successo o il fallimento di un'applicazione è una sfida che dipende dalla personalizzazione delle soluzioni e dalla loro agilità. Perché a essere premiata è soprattutto la user experience senza intoppi. 

Le app per il mobile banking sono generalmente più lente e macchinose delle altre applicazioni che gli utenti utilizzano nella loro digital experience quotidiana, e questo può determinare nei clienti una certa insoddisfazione o disaffezione. Il segreto per vincere la sfida del mobile banking, secondo una recente analisi di Akamai, può essere riassunto in pochi punti fondamentali, partendo dall’assunto che in questo campo sbagliare può costare caro, e che l’esperienza digi tale, quella buona ma anche quella insoddisfacente, è destinata a rimanere impressa nella memoria degli utenti. Così in cima alle attese degli utenti ci sono servizi veloci, semplici da usare e che tengano al sicuro i dati personali. 

A confermare questa tendenza i recenti dati del rapporto annuale sul mobile banking realizzato dal Consorzio Abi Lab in collaborazione con la School of Management del Politecnico di Milano, secondo cui la trasformazione digitale sta cambiando in modo deciso il rapporto tra i clienti e le banche, in uno scenario in cui il mobile gioca un ruolo sempre più centrale. Le principali prerogative della banca mobile, dal punto di vista dei clienti, sono infatti il risparmio di tempo, l'immediatezza e la facilità di utilizzo.

La velocità dell’applicazione rimane così in cima alle richieste degli utenti, insieme alla necessità per gli istituti di adattare la web experience con molta attenzione, in modo che risponda in modalità "tailor made" alle esigenze di ogni genere di utenti da device mobili. All’interno dell’app l’utente dovrà essere in grado di muoversi con agilità, e di arrivare facilmente ai contenuti di cui necessita, in modo che i tempi di attesa siano ridotti. Per capire in modo sempre più dettagliato che tipo di utilizzo dell’applicazione facciano i clienti sarà inoltre necessario poter “misurare” in tempo reale la loro attività, per identificare i punti di debolezza della propria offerta e trovare soluzioni appropriate.

Proprio secondo l’analisi AbiLab-Polimi, infatti, una delle principali prerogative del mobile banking è il risparmio di tempo, insieme all’immediatezza: le soluzioni per smartphone e tablet infatti forniscono la percezione di istantaneità delle operazioni se inquadrate in un contesto in cui l'esecuzione delle applicazioni è veloce, la tecnologia di rete mobile è efficiente e il dispositivo mobile è costantemente vicino. Il mobile banking, inoltre, è uno strumento quotidiano e soprattutto comodo, in quanto le app, grazie alla loro essenzialità, permettono di operare in modo semplice, senza dover consultare i lunghi menu dell’home banking. Infine il controllo: avere un’app sempre a portata di mano aumenta la consapevolezza della propria situazione finanziaria e la percezione di controllo sulle attività, grazie alla possibilità di accedere al proprio conto in qualsiasi momento.

Capitolo a parte la sicurezza dei dati, che è tra i requisiti più importanti di ogni applicazione per il mobile banking, oltre che uno dei segmenti su cui si verificano più attacchi informatici, e su cui è fondamentale utilizzare una combinazione tra le misure di sicurezza di ogni singolo device e di firewall in cloud. Tra le misure preventive sempre più necessarie ci sono quelle in grado di prevenire i malware e gli attacchi Ddos, forti ma in grado di non compromettere le performance.  

E. L.  

Fonte: http://bit.ly/2cPZuze

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

digitale
Ambiente e trasformazione digitale per creare nuovi posti di lavoro, ottimizzare le risorse, migliorare la competitività delle imprese (soprattutto Pmi) e la qualità della vita degli europei. Pubblicata la Relazione 2017 sull’attuazione ....
ven 15 dic, 2017
Mirella Liuzzi
Mirella Liuzzi (M5S): ‘Occorre un cambio di paradigma sintetizzato con lo slogan ‘Put Citizen First’: per essere pienamente fruibili i servizi online della PA devono essere disegnati sulle esigenze del cittadino’.  Le priorità ....
gio 14 dic, 2017

Eventi correlati

Festival del Fundraising
Dal 17-05-2017
al 19-05-2017
Luogo: Hotel Parchi del Garda Via Brusà 16-18 37017 Pacengo di Lazise (VR)
800 partecipanti per 80 workshop in 3 giorni per condividere idee, nuovi spunti e nuovi strumenti di raccolta fondi
Al TEDxRoma r5
Data: 08-04-2017
Luogo: Auditorium di via della Conciliazione Via della Conciliazione, 4, 00193 Roma
Al TEDxRoma 2017 immagineremo e progetteremo il futuro dei prossimi 20 anni. Il 2037 non è solo il futuro che regaliamo alle nuove generazioni, potremmo vederlo con i nostri occhi, viverlo attraverso le scelte che facciamo oggi e lì, nel 203

In questa pagina

I nostri partner

Qwant
Gi Group
ISWEB - INTERNET SOLUZIONI
VmWay
EIDEMON
G.& F. Software s.r.l
Biesse Medica S.r.l.
Consorzio Stabile DEA
Randstad
SIELTE
Service Tech
RESI Informatica S.p.A.
Pro Q
Tecnoter
WhereApp
BNova
Echopress
DGS
Consorzio Vini Mantovani
Binario 96

Accordi di collaborazione

UNITELMA SAPIENZA
A.P.S.P.
Adiconsum
SCHOLAS
LILT - LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI
Anaip
Ambiente e Società
LABOS
I sud del mondo
Racconti nella rete
FAMILY SMILE

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Via Terenzio, 10 – 00193 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589