Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » L'Antitrust d'Israele contro i colossi della rete: "Niente più favori alle web company americane"

L'Antitrust d'Israele contro i colossi della rete: "Niente più favori alle web company americane"

09-01-2018
Antitrust

L’Antitrust d’Israele ha aperto un’indagine per verificare l’eventuale abuso di posizione dominante da parte di Google e Facebook sull’advertising online. Allo studio anche la messa a punto della web tax.

Secondo quanto si apprende dall’agenzia di stampa Reuters, l’Antitrust d’Israele ha aperto un dossier su Google e Facebook per verificare un eventuale abuso di posizione dominante e ostacolo alla libera competizione.

Queste le parole che il capo dell’Antitrust Michal Halperin ha riferito al comitato parlamentare per gli affari economici:

“Stiamo monitorando strettamente l’attività dei giganti del web per verificare eventuali abusi e violazioni delle regole antitrust”, evidenziando le ampie “concessioni” per le web company americane come Google e Facebook che “hanno una sufficiente presenza in Israele” e chiarendo che “la legge si applica anche se non sono aziende registrate in Israele”.

L’analisi dell’Antitrust d’Israele durerà per tutto il 2018 e cercherà di capire quanto la posizione delle web company svantaggi gli altri player concorrenti.

Sotto la lente d’ingrandimento il business dell’advertising online che porta a Google e Facebook un marketshare di circa l’80% in Israele per revenues annuali che sfiorano la soglia dei 500 milioni di dollari.

Noa Elefant, capo della public policy di Google in Israele, ha dichiarato che “I problemi non sono iniziati con Google”. Il mercato dei media, infatti, come nella maggior parte delle economie occidentali, ha registrato un forte calo degli introiti principali a seguito dell’avvento del digitale.

Lo scorso novembre la Tax Authority israeliana ha annunciato insieme all’Unione europea e altri Paesi la creazione di un sistema di tassazione più appropriato.

In merito ad una possibile web tax, il responsabile della comunicazione di Facebook in Israele, Jordana Cutler, ha reagito annunciando di voler reinstradare in Israele (dall’Irlanda) tutte le revenue locali:“Pagheremo le tasse in Israele per le revenue effettuate in Israele”.

Vittorio Zenardi

Fonte: http://bit.ly/2CDGktX

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

competenze digitale
Il percorso AGID di valorizzazione delle competenze digitali e di identificazione dei modelli di riferimento continua con l’aggiornamento delle “Linee Guida per la qualità delle competenze digitali nelle professionalità ICT” ....
mer 17 ott, 2018
FACEBOOK
Parlano gli esperti informatici dopo la falla nel social che ha messo in pericolo circa 90 milioni di account. Intanto Zuckerberg avverte FBI e le autorità per Privacy  Il giorno dopo l'ennesimo attacco ai danni di Facebook - che ha messo ....
sab 29 set, 2018

Eventi correlati

Festival del Fundraising
Dal 17-05-2017
al 19-05-2017
Luogo: Hotel Parchi del Garda Via Brusà 16-18 37017 Pacengo di Lazise (VR)
800 partecipanti per 80 workshop in 3 giorni per condividere idee, nuovi spunti e nuovi strumenti di raccolta fondi
Al TEDxRoma r5
Data: 08-04-2017
Luogo: Auditorium di via della Conciliazione Via della Conciliazione, 4, 00193 Roma
Al TEDxRoma 2017 immagineremo e progetteremo il futuro dei prossimi 20 anni. Il 2037 non è solo il futuro che regaliamo alle nuove generazioni, potremmo vederlo con i nostri occhi, viverlo attraverso le scelte che facciamo oggi e lì, nel 203

In questa pagina

Le nostre aziende

Accordi di Collaborazione

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589