Seleziona una pagina

Comunicare il covid19

di Rosangela Cesareo, Responsabile Relazioni Istituzionali Aidr

Siamo in guerra ed è una guerra mondiale, è pandemia. È dolore, è angoscia, è paura, è la vita mutata da un giorno all’altro, senza preavviso. Quotidianità, progetti, impegni, ma soprattutto libertà hanno cambiato significato. La normalità appare un’utopia, la stessa che fino a poche settimane fa quasi ci annoiava, ora ci manca, ci manca follemente.
Le notizie sul covid19 si susseguono senza sosta: contagi, ricoveri, terapie intensive, decessi, ambulanze.
La Lombardia è la regione più colpita, senza pietà, piange i suoi cittadini che lasciano questa terra soli, perché ogni contatto è vietato. I medici e tutti i sanitari sono in trincea, lottano contro un nemico invisibile e senza scrupoli, un nemico tremendo, il più terribile.
Ora che la terra trema sotto i nostri piedi, adesso che si cerca disperatamente di capire quello che sta accadendo, come mai prima d’ora c’è bisogno di una comunicazione chiara, vera e che si rivolga a tutti gli italiani.
Di fronte ad un’enorme catastrofe come questa anche il settore della comunicazione, siamo onesti, si è trovato impreparato.
Troppi sono stati i messaggi distorti lanciati, le mezze verità, le omissioni, le modalità errate sia nel come, dove e quando. Ad un certo punto, anche chi di notizie vive si è sentito perso ed incapace di scorgere la verità.
Questo non è il momento di fare polemica per carità, ma di migliorare però si e soprattutto di dare, ognuno nel suo piccolo, il proprio contributo. E allora chi parla alla gente, al popolo, alla nazione deve essere chiaro, reale, concreto e soprattutto dare delle risposte. La paura dell’allarmismo non può e non deve generare superficialità, com’è purtroppo accaduto.
E poi quanto più ci insegna questa brutta esperienza è che è meglio allarmare e prevenire anziché poi provare a fronteggiare un nemico che è stato in grado di metterci in ginocchio.
Mai più superficialità nel comunicare da parte di chi lo fa per mestiere e da parte di chi ci governa. Il popolo ha bisogno di essere guidato soprattutto nelle catastrofi, il popolo non deve sentirsi mai perduto.

 

Archivio

VIDEO E PHOTO GALLERY

AIDR WEB TV

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

EVENTI ED INIZIATIVE

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

COME ASSOCIARSI

La reputazione online, tutele e diritti (Video)

A Digitale Italia approfondimento legato ai temi della digitalizzazione. Ospiti del format web ideato da Aidr, Mauro Nicastri, presidente di Aidr e Gabriele Gallassi Cofounder,...

AIDR NEWSLETTER

AIDR
Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle iniziative testo di prova e prova di testo

AIDR NOTIZIE DAL WEB

TUTTE LE NOTIZIE

Notizie
22/10/2021
Quale percezione hanno gli altri della nostra identità in rete, in che modo possiamo cancellare le immagini online che non ci rappresentano, è possibile tutelarsi da contenuti lesivi della nostra reputazione? A Digitale Italia nuovo approfondimento legato ai temi della digitalizzazione.
Notizie
21/10/2021
La chiave del successo di una buona strategia di social media marketing passa da lì, non ci sono dubbi. Per una azienda, piccola o grande che sia, non basta la presenza, o almeno non basta più la semplice presenza, sui social bisogna andare oltre, creando contenuti di valore
Notizie
20/10/2021
Il rito della vendemmia è millenario, e per molti aspetti le azioni umane sono le stesse di sempre, ben rappresentante dalle formelle e dai bassorilievi dei “cicli delle stagioni” delle grandi cattedrali romaniche che infallibilmente associano il mese di settembre – nell’allora vigente calendario giuliano - al segno zodiacale della Bilancia ed alla raccolta delle uve.

AIDR
AZIENDE E COLLABORAZIONI

AIDR SOCIAL

Seguici sui social per restare in contatto con noi,
ricevere aggiornamenti e inviarci suggerimenti, segnalazioni e commenti!