Seleziona una pagina

100 milioni di euro per la digitalizzazione delle piccole e medie imprese

Dal 30 gennaio al 9 febbraio sarà possibile presentare la domanda per l’ottenimento del contributo in forma di voucher.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha reso noto, sul proprio sito ufficiale, che nel 2018 sarà possibile per le micro, piccole e medie imprese di tutto il territorio nazionale, presentare la domanda per l’ottenimento del contributo per l’acquisto di hardware e software finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali e all’ammortamento tecnologico.

Si tratta di una misura agevolativa, adottata con decreto ministeriale del 23 settembre 2014, di un contributo concesso tramite un “voucher” di un importo non superiore a 10 mila euro. Nello specifico, con il voucher è possibile finanziare l’acquisto di software/hardware o servizi specialistici che consentano di:

– migliorare l’efficienza aziendale;

– modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;

– sviluppare soluzioni di e-commerce;

– fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;

– realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Il Ministero ricorda che è importante effettuare gli acquisti successivamente alla prenotazione del voucher e che ciascuna impresa può beneficiare di un unico voucher, di un importo non superiore a 10 mila€ nella misura massima del 50% del totale delle spese.

Modalità di presentazione
Le modalità di accesso al voucher, sono state definite tramite il decreto direttoriale del 24 ottobre 2017. Le domande potranno essere presentate dalle imprese esclusivamente tramite la procedura informatica che il Ministero renderà disponibile, in una sezione dedicata sul proprio sito ufficiale, a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018, anche se già dal 15 gennaio 2018 sarà possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda.

Per l’accesso è richiesto il possesso della Carta nazionale dei servizi e di una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la sua registrazione nel Registro delle imprese.

Entro 30 giorni dalla chiusura dello sportello il Ministero adotterà un provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher, su base regionale, contenente l’indicazione delle imprese e dell’importo dell’agevolazione prenotata.

Tutte le imprese ammissibili alle agevolazioni concorrono al riparto, senza alcuna priorità connessa al momento della presentazione della domanda.

Ai fini dell’assegnazione definitiva e dell’erogazione del Voucher, l’impresa iscritta nel provvedimento cumulativo di prenotazione deve presentare, entro 30 giorni dalla data di ultimazione delle spese e sempre tramite l’apposita procedura informatica, la richiesta di erogazione allegando i titoli di spesa. Successivamente il Ministero, dopo aver effettuato le verifiche istruttorie, provvederà ad erogare il voucher.

Di seguito tutti i link relativi alla normativa:

– Decreto direttoriale 24 ottobre 2017

– Allegato 1 – Dotazione finanziaria su base regionale. Delibera CIPE 10 luglio 2017, n. 47/2017

– Allegato 2 – Domanda per l’assegnazione del voucher

– Allegato 3 – Richiesta di erogazione del voucher

– Allegato 4 – Schema di dichiarazione liberatoria del fornitore

– Allegato 5 – Resoconto sul progetto agevolato

– Allegato 6 – Elenco degli oneri informativi

– Decreto interministeriale 23 settembre 2014

Per tutte le informazioni è possibile contattare:

Direzione generale per gli incentivi alle imprese – Divisione X

Il quotidianodellapa.it

Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico, comunicato del 24 ottobre 2017

Archivio

SUPERBONUS 110%: siglato accordo tra Aidr e il portale RILANCIO ITALIA 2020 per ottenere il credito d’imposta

Un accordo di collaborazione è stato siglato tra l’associazione Italian Digital Revolution – AIDR e la Rete d’Imprese RILANCIO ITALIA 2020. L’intesa intende promuovere la piattaforma digitale di RILANCIO ITALIA 2020 (http://www.rilancioitalia2020.it/), Rete d’Imprese che è impegnata, nell’ambito del superbonus 110%, nella promozione, vendita e veicolazione dei servizi connessi e realizzati allo scopo.

“Blockchain per tutti”, arriva il primo e-book di Aidr

Da oggi disponibile su sito associazione e su principali store on-line Si inaugura la collana editoriale dedicata anche ai non addetti ai lavori, con l’obiettivo di far scoprire le tecnologie e il...

VIDEO E PHOTO GALLERY

AIDR WEB TV

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

EVENTI ED INIZIATIVE

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

COME ASSOCIARSI

Cerchi il lavoro giusto per te? Scoprilo su IO LAVORO

IO LAVORO è un sistema informativo che utilizza la professione e i dati raccolti dai siti web di numerose istituzioni (Istat, Isfol, Miur, etc) o forniti come open data, per dare un quadro informativo completo sul mercato del lavoro e per favorire l’incontro domanda offerta.

AIDR NEWSLETTER

AIDR
Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle iniziative testo di prova e prova di testo

AIDR NOTIZIE DAL WEB

TUTTE LE NOTIZIE

Notizie
27/10/2020
Ecco il video dell’intervista a Franco Losi, cofondatore della società Cinello, a cura di Gianfranco Ossino, Ingegnere e Responsabile Osservatorio per la Digitalizzazione dell’Ambiente e dell’Energia Aidr, e Francesco Pagano, responsabile servizi informatici ALES e consigliere AIDR.
Notizie
26/10/2020
di Vito Coviello, Socio AIDR e Responsabile Osservatorio Tecnologie Digitali nel settore dei trasporti e della logistica. Stiamo vivendo un periodo complesso in cui è stata messa in discussione la nostra libertà di vita a causa della pandemia che ci ha costretto ad uscire dagli schemi, a cercare nuove soluzioni, nuovi equilibri di vita nell’attesa del ritorno alla normalità. Ma quale sarà la nostra normalità post Covid?
Notizie
20/10/2020
Troppe parole sul Recovery Fund, o meglio Next generation EU, troppi sui media che ripetono all’infinito “ora che abbiamo questi 209 miliardi” ”ora che ci sono questi soldi”…”ora che è arrivato il recovery fund” etc etc. E’ necessario fare chiarezza innanzitutto sulla tempistica dei trasferimenti, (sulla concretezza dell’erogazione credo che, a prescindere dai mal di pancia dei cosiddetti Paesi “frugali”, essi verranno deliberati.), l’Italia dunque nel 2021 utilizzerà 25 miliardi del programma Next generation Eu nel 2021 (11 di prestiti dal Recovery fund, 10 di sovvenzioni più altri 4 di finanziamenti per la coesione (React Eu), nel 2022 le risorse che l’Italia richiederà all’Europa saliranno a 37,5 miliardi, nel 2023 ci sarà un picco fino a 41 miliardi, per poi ritornare a 39,4 miliardi nel 2024, 30,6 nel 2025 e 27,5 nel 2026.

AIDR
AZIENDE E COLLABORAZIONI

AIDR SOCIAL

Seguici sui social per restare in contatto con noi,
ricevere aggiornamenti e inviarci suggerimenti, segnalazioni e commenti!