Seleziona una pagina

Smart Working, tre soci onorari Aidr nella Commissione del Ministro Dadone

Nicastri (Aidr): orgogliosi di contribuire alla rivoluzione digitale della PA

Le nuove linee guida sul lavoro agile all’interno della pubblica amministrazione saranno redatte anche grazie al contributo di tre soci onorari Aidr. Il ministro della Funzione pubblica, Fabiana Dadone, ha nominato i componenti dell’Osservatorio nazionale del lavoro agile nelle pubbliche amministrazioni e i membri della Commissione tecnica a supporto dell’Osservatorio stesso. Tra i membri del team di specialisti siederanno tre soci onorari dell’Associazione Italian Digital Revolution: Michele Camisasca, direttore generale Istat, Ermenegilda Siniscalchi, Capo del Dipartimento della funzione pubblica e Domenico De Masi, professore emerito di sociologia del lavoro Università La Sapienza – Roma. Compito dell’organismo sarà: stabilire le indicazioni per l’attuazione dello smart working all’interno della pubblica amministrazione, alla luce delle esperienze pregresse, sviluppare le competenze del personale pubblico, indicare gli strumenti per la valutazione delle performance organizzative. Il team verificherà inoltre lo stato di attuazione dei POLA (Piani Organizzativi del Lavoro Agile) messi a punto dagli enti, monitorando raggiungimento degli obiettivi. “Le nomine del ministro Dadone, ci rendono particolarmente orgogliosi – sottolinea il Presidente di Aidr Mauro Nicastri. Siamo sicuri che i soci onorari della nostra associazione, sapranno offrire un contributo fattivo nella progettazione del nuovo modello organizzativo che riguarderà la gestione del lavoro nel pubblico impiego. D’altronde in questi anni, proprio grazie al contributo di Domenico De Masi, di Michele Camisasca e di Ermenegilda Siniscalchi, anche all’interno della nostra associazione abbiamo avuto modo di approfondire la valenza rivoluzionaria del modello smart working. Si tratta – ha proseguito Nicastri – di un nuovo approccio alla gestione del lavoro, che implica non soltanto una conoscenza dei mezzi tecnologici appropriata, ma deve essere accompagnata da una diversa organizzazione dei modelli fin qui usati. L’epidemia ha accelerato il processo di transizione digitale – in uno degli ultimi eventi online ospitati dalla nostra associazione, ha ricordato infine Nicastri, insieme al contributo di De Masi, Camisasca e dei nostri soci Aidr, abbiamo sottolineato la necessità di accompagnare i processi di cambiamento, con una riflessione più ampia che tenga conto delle esigenze lavorative e dell’uomo. Siamo sicuri che la Commissione, a cui auguriamo un proficuo lavoro, offrirà un grande contributo in questa direzione.”

Archivio

VIDEO E PHOTO GALLERY

AIDR WEB TV

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

EVENTI ED INIZIATIVE

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

COME ASSOCIARSI

Cerchi il lavoro giusto per te? Scoprilo su IO LAVORO

IO LAVORO è un sistema informativo che utilizza la professione e i dati raccolti dai siti web di numerose istituzioni (Istat, Isfol, Miur, etc) o forniti come open data, per dare un quadro informativo completo sul mercato del lavoro e per favorire l’incontro domanda offerta.

AIDR NEWSLETTER

AIDR
Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle iniziative testo di prova e prova di testo

AIDR NOTIZIE DAL WEB

TUTTE LE NOTIZIE

Notizie
06/03/2021
Il network che può contare sull’adesione di aziende, università, associazioni, fondazioni, testate giornalistiche, liberi professionisti, docenti universitari, funzionari pubblici tra iscritti e soci onorari, si appresta ad iniziare il nuovo quinquennio con ancora più slancio e una presenza più capillare sul territorio, in direzione di una sempre maggiore diffusione della cultura digitale.
Notizie
05/03/2021
Trasparenza intesa come strumento di partecipazione civica, al centro dell’intervento il generale Scazzeri. Strumenti di controllo e segnalazione degli illeciti, il focus di Alessandro Bianchi.
Notizie
04/03/2021
Se l’obiettivo è quello di creare un sistema ampio e condiviso, la definizione delle strategie per la digitalizzazione nel settore culturale richiede di partire da una prospettiva che metta come priorità assoluta la sicurezza.

AIDR
AZIENDE E COLLABORAZIONI

AIDR SOCIAL

Seguici sui social per restare in contatto con noi,
ricevere aggiornamenti e inviarci suggerimenti, segnalazioni e commenti!