Seleziona una pagina

Le aziende migliori dove lavorare nel 2018

Le aziende migliori dove lavorare vengono ogni anno individuate da Glassdoor che rilascia un elenco dei migliori posti in cui lavorare: una classifica chiamata Best Palce to Work. Da poco è stata rilasciata la lista dei Best Place to work 2018.

Best Palce to Work, come funziona la classifica
Giunta alla sua decima edizione, la classifica delle aziende migliori dove lavorare comprende aziende con oltre 1.000 dipendenti e si basa sulle recensioni dei dipendenti fornite dal novembre 2016. Per qualificarsi, una società ha bisogno di ricevere almeno 75 recensioni nel periodo di riferimento. Le aziende sono state classificate grazie alle valutazioni dei dipendenti in base a diversi fattori, quali la soddisfazione complessiva, le opportunità di carriera, lo stipendio, l’equilibrio tra vita privata e professionale e le prospettive aziendali, quindi è con i giudizi dei dipendenti che si forma la classifica delle migliori aziende in cui lavorare al mondo.

L’azienda migliore dove lavorare nel 2018
Facebook occupa il primo posto, salendo di una posizione rispetto all’anno scorso. Nonostante le polemiche sulla diffusione di false informazioni e studi che rivendicano effetti psicologici negativi, le entrate della compagnia tecnologica continuano a salire. Il morale è inoltre alto tra i suoi circa 17.000 dipendenti, che hanno citato i benefit di lavoro e colleghi intelligenti come vantaggi del lavorare lì. Un dipendente di Menlo Park ha scritto di recente su Glassdoor: “Lavori con persone molto intelligenti che sono stimolate e credono nel lavoro che stanno facendo … Sei autorizzato e incoraggiato a esercitare la tua influenza su prodotti che possono letteralmente influenzare miliardi di persone … C’è anche un sacco di cibo”.

Migliori aziende dove lavorare al mondo : la classifica
La società di consulenza strategica Bain si piazza al secondo posto, scivolando di un posto rispetto all’anno scorso. L’azienda batte le altre due migliori società di consulenza che assumono molti studenti di MBA ogni anno: BCG (# 3) e McKinsey (n. 12). Bain è entrata nella lista dei “Posti migliori da lavorare” di Glassdoor ogni anno negli ultimi dieci anni. Google (n. 5) e Apple (n. 84) sono le uniche altre società che hanno ottenuto simili record. I dipendenti di Bain hanno affermato di apprezzare la società per la sua attenzione allo sviluppo professionale delle persone e alla cultura positiva in azienda. “Persone fantastiche con cui lavorare, motivati, con i piedi per terra, pragmatici, che aiutano gli altri; una chiara prospettiva sui cicli di promozione e sullo sviluppo professionale “, ha scritto una persona, lasciando una recensione in merito all’azienda; “tutti si concentrano sul coaching e vogliono davvero vedere tutti avere successo e migliorare”, ha commentato un altro.

Le aziende migliori dove lavorare nel 2018
In-N-Out, catena di hamburger della West Coast degli Stati Uniti, occupa il quarto posto nella lista US, salendo di tre posizioni rispetto all’anno scorso; i suoi ristoranti sono famosi per i loro ingredienti di alta qualità, e all’inizio di quest’anno Lynsi Snyder, la proprietaria al 97%, che ha compiuto 35 anni, è diventata miliardaria. Evidentemente, i dipendenti hanno anche molto di cui rallegrarsi, tra cui una buona retribuzione, un ambiente di lavoro dinamico, pasti gratuiti e orari flessibili, secondo le recensioni di Glassdoor. “La retribuzione è ottima, otteniamo la PTO anche come associati part-time, assicurazioni dentistiche e oculistiche e tanti eventi aziendali divertenti”, ha scritto un dipendente.

Le migliori aziende dove lavorare fanno sconti ai dipendenti
Lululemon, con sede a Vancouver, è al sesto posto. Il rivenditore di abbigliamento sportivo ha adesso 421 negozi, contro i 379 di un anno fa. I dipendenti la indicano tra le aziende migliori dove lavorare perché amano i corsi di ginnastica gratuiti offerti dall’azienda, così come l’ambiente di lavoro positivo e lo sconto generoso presso i negozi del brand, secondo i commenti di Glassdoor. “Grandi sconti: -60% sul prezzo intero e -70% sui ribassi, benefit sanitari, $ 16 all’ora di paga”, ha scritto una persona sul sito. Un altro dipendente ha definito la cultura “molto orientata all’obiettivo” e ha riferito che “ti aiuta a svilupparti nella tua vita personale”.

Best Place to work classifica 2018: la tecnologia
Le aziende di tecnologia svettano in alto nella classifica Best Place to Work 2018. Al primo posto c’è Facebook, al quinto Google, al settimo HubSpot società software che produce programmi per le vendite e inbound marketing, all’ottavo World Wide Technology (WWT) un grande system integrator, seguito a decimo da Ultimate Software (soluzioni HR) e all’undicesimo dal colosso SAP. Insomma 5 delle 10 aziende migliori dove lavorare al mondo nel 2018 appartengo al settore della tecnologia

Ecco si seguito la lista completa dei migliori posti in cui lavorare nel 2018.

Le aziende migliori dove lavorare nel 2018

1. Facebook
2. Bain & Company
3. Boston Consulting Group
4. In-N-Out Burger
5. Google
6. lululemon
7. HubSpot
8. World Wide Technology
9. St. Jude Children’s Research Hospital
10. Ultimate Software
11. SAP
12. McKinsey & Company
13. Keller Williams
14. E. & J. Gallo Winery
15. Salesforce
16. Power Home Remodeling
17. Delta Air Lines
18. Academy Mortgage
19. The Church of Jesus Christ of Latter-day Saints
20. H E B
21. LinkedIn
22. DocuSign
23. Southwest Airlines
24. NVIDIA
25. Fast Enterprises
26. AvalonBay Communities
27. Nestlé Purina
28. Blizzard Entertainment
29. Paylocity
30. Intuit
31. Adobe
32. NewYork Presbyterian Hospital
33. VMware
34. Concur
35. Boston Scientific
36. Forrester
37. Kimpton Hotels & Restaurants
38. Johnson & Johnson
39. Microsoft
40. Ellie Mae
41. Hilton
42. Yardi Systems
43. Smile Brands
44. Progressive Leasing
45. Memorial Sloan Kettering
46. Texas Health Resources
47. Protiviti
48. Oshkosh Corporation
49. Wegmans Food Markets
50. SpaceX
51. Discount Tire
52. Eli Lilly and Company
53. NIKE
54. Monsanto Company
55. United Airlines
56. Electronic Arts
57. Zillow
58. Capital Group
59. Roche
60. 3M
61. REI
62. Procter & Gamble
63. Kronos Incorporated
64. Kwik Trip
65. Yahoo
66. Arm
67. Northwestern Mutual
68. Guidewire
69. Capital One
70. Trader Joe’s
71. Hyatt
72. Chick-fil-A
73. Extra Space
74. Slalom
75. J. Crew
76. Stryker
77. Deloitte
78. Toyota North America
79. T-Mobile
80. Travelers
81. CDW
82. Aurora Health Care
83. Accenture
84. Apple
85. Darden
86. QuikTrip
87. Taylor Morrison
88. Insperity
89. Cisco Systems
90. Massachusetts General Hospital
91. Kaiser Permanente
92. Ceridian
93. adidas
94. Morrison Healthcare
95. Shell
96. Starbucks
97. Liberty National Life
98. Walt Disney Company
99. KPMG
100. BAYADA Home Health Care
Digitalic.it

Fonte: http://bit.ly/2AudQpF

Archivio

SUPERBONUS 110%: siglato accordo tra Aidr e il portale RILANCIO ITALIA 2020 per ottenere il credito d’imposta

Un accordo di collaborazione è stato siglato tra l’associazione Italian Digital Revolution – AIDR e la Rete d’Imprese RILANCIO ITALIA 2020. L’intesa intende promuovere la piattaforma digitale di RILANCIO ITALIA 2020 (http://www.rilancioitalia2020.it/), Rete d’Imprese che è impegnata, nell’ambito del superbonus 110%, nella promozione, vendita e veicolazione dei servizi connessi e realizzati allo scopo.

“Blockchain per tutti”, arriva il primo e-book di Aidr

Da oggi disponibile su sito associazione e su principali store on-line Si inaugura la collana editoriale dedicata anche ai non addetti ai lavori, con l’obiettivo di far scoprire le tecnologie e il...

VIDEO E PHOTO GALLERY

AIDR WEB TV

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

EVENTI ED INIZIATIVE

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

COME ASSOCIARSI

Cerchi il lavoro giusto per te? Scoprilo su IO LAVORO

IO LAVORO è un sistema informativo che utilizza la professione e i dati raccolti dai siti web di numerose istituzioni (Istat, Isfol, Miur, etc) o forniti come open data, per dare un quadro informativo completo sul mercato del lavoro e per favorire l’incontro domanda offerta.

AIDR NEWSLETTER

AIDR
Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle iniziative testo di prova e prova di testo

AIDR NOTIZIE DAL WEB

TUTTE LE NOTIZIE

Notizie
27/10/2020
Ecco il video dell’intervista a Franco Losi, cofondatore della società Cinello, a cura di Gianfranco Ossino, Ingegnere e Responsabile Osservatorio per la Digitalizzazione dell’Ambiente e dell’Energia Aidr, e Francesco Pagano, responsabile servizi informatici ALES e consigliere AIDR.
Notizie
26/10/2020
di Vito Coviello, Socio AIDR e Responsabile Osservatorio Tecnologie Digitali nel settore dei trasporti e della logistica. Stiamo vivendo un periodo complesso in cui è stata messa in discussione la nostra libertà di vita a causa della pandemia che ci ha costretto ad uscire dagli schemi, a cercare nuove soluzioni, nuovi equilibri di vita nell’attesa del ritorno alla normalità. Ma quale sarà la nostra normalità post Covid?
Notizie
20/10/2020
Troppe parole sul Recovery Fund, o meglio Next generation EU, troppi sui media che ripetono all’infinito “ora che abbiamo questi 209 miliardi” ”ora che ci sono questi soldi”…”ora che è arrivato il recovery fund” etc etc. E’ necessario fare chiarezza innanzitutto sulla tempistica dei trasferimenti, (sulla concretezza dell’erogazione credo che, a prescindere dai mal di pancia dei cosiddetti Paesi “frugali”, essi verranno deliberati.), l’Italia dunque nel 2021 utilizzerà 25 miliardi del programma Next generation Eu nel 2021 (11 di prestiti dal Recovery fund, 10 di sovvenzioni più altri 4 di finanziamenti per la coesione (React Eu), nel 2022 le risorse che l’Italia richiederà all’Europa saliranno a 37,5 miliardi, nel 2023 ci sarà un picco fino a 41 miliardi, per poi ritornare a 39,4 miliardi nel 2024, 30,6 nel 2025 e 27,5 nel 2026.

AIDR
AZIENDE E COLLABORAZIONI

AIDR SOCIAL

Seguici sui social per restare in contatto con noi,
ricevere aggiornamenti e inviarci suggerimenti, segnalazioni e commenti!