Seleziona una pagina

Acquisti PA, a marzo bando da 50 milioni per gli appalti di innovazione

di Flavio Fabbri

Piano “Smarter Italy” 2019-2023: “gli appalti di innovazione e l’intelligenza artificiale saranno i primi capitoli a partire, ma lavoriamo alla strategia nazionale sulla blockchain, al progetto UE sui semiconduttori, allo sviluppo di un supercalcolatore e a un cloud nazionale”

Un passo in avanti per la Pubblica Amministrazione digitale italiana e non solo, con il piano “Smarter Italy” 2019-2023, di cui Andrea Cioffi, sottosegretario allo Sviluppo economico in quota Cinque Stelle con delega alla competitività e agli interventi per il sistema industriale, ha dato oggi un’anticipazione sul Sole 24 Ore.

Con il Piano nazionale “Smarter”, ha spiegato Cioffi, “gli appalti di innovazione e l’intelligenza artificiale saranno i primi capitoli a partire, nel frattempo lavoriamo alla strategia nazionale sulla blockchain, al progetto dell’Unione europea sui semiconduttori e allo sviluppo di un supercalcolatore presso il Cineca di Bologna e a una struttura nazionale di cloud unico per le imprese armonizzando i data center sparsi peri il Paese”. Entro marzo 2019, il Ministero dello Sviluppo economico (Mise) lancerà infatti un bando per la domanda pubblica intelligente e per la prima challenge internazionale per progetti sull’intelligenza artificiale (IA). Il vice premier e Ministro dello Sviluppo, Luigi Di Maio, ha fatto sapere il sottosegretario, ha appena firmato il decreto per destinare 50 milioni di euro (fondo crescita sostenibile) ai bandi di domanda pubblica intelligente-appalti di innovazione o pre commerciali.

“L’obiettivo del Mise sarebbe quello di raddoppiare almeno la dote, arrivando a 100 milioni di euro”, si legge sul quotidiano.

L’appalto pubblico pre-commerciale (PCP) è un istituto prettamente europeo, finalizzato a promuovere l’innovazione tecnologica tramite l’acquisto “non in esclusiva” di servizi di ricerca applicata e sviluppo sperimentale. Questo modello prevede la condivisione dei rischi e dei benefici alle condizioni di mercato tra acquirente pubblico e soggetti aggiudicatari dell’appalto, in virtù della quale diverse imprese sono chiamate a sviluppare, in modo parallelo e concorrente, soluzioni innovative – quindi non ancora presenti sul mercato – idonee a fronteggiare le esigenze e le sfide poste dal settore pubblico.La formula pre-commercial public procurement applicata con il bando prevede anche una convezione con l’Agenzia per l’Italia digitale.

In termini di smart public procurement, il Mise individuerà, insieme alle amministrazioni pubbliche interessate, ad esempio le città, i fabbisogni smart prioritari, necessità pubbliche da soddisfare sviluppando da zero le soluzioni innovative di cui si ha bisogno (invertendo il modello tradizionale, che partiva dai beni e i servizi da acquistare). Le imprese parteciperanno ai bandi proponendo uno studio di fattibilità tecnica, i prototipi, il rilascio sperimentale della soluzione e un piano per la diffusione a livello di Pubblica Amministrazione.

Fonte: https://bit.ly/2BreaDM

Archivio

VIDEO E PHOTO GALLERY

AIDR WEB TV

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

EVENTI ED INIZIATIVE

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

COME ASSOCIARSI

Cerchi il lavoro giusto per te? Scoprilo su IO LAVORO

IO LAVORO è un sistema informativo che utilizza la professione e i dati raccolti dai siti web di numerose istituzioni (Istat, Isfol, Miur, etc) o forniti come open data, per dare un quadro informativo completo sul mercato del lavoro e per favorire l’incontro domanda offerta.

AIDR NEWSLETTER

AIDR
Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle iniziative testo di prova e prova di testo

AIDR NOTIZIE DAL WEB

TUTTE LE NOTIZIE

Notizie
18/10/2021
Tre le modifiche al Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196, nella versione aggiornata con il Decreto Legislativo 101del 2018, apportate con il neonato Decreto Legge 8 ottobre 2021, entrato in vigore sabato 9 ottobre 2021.  La prima modifica, che ha già fatto gridare allo scandalo, ma l’allarme è esagerato, attiene alla necessaria soppressione, nell’ottica dell’impegno assunto a livello Europeo di efficientamento delle risorse del PNRR, del parere preventivo del Garante privacy per gli atti generali della P.A.
Notizie
15/10/2021
La tecnologia può rendere davvero migliori le nostre vite, qual è l’impatto della digitalizzazione sull’andamento del lavoro. I social network sono un male o un bene per le relazioni? A Digitale Italia un nuovo approfondimento, ospiti in studio del format web ideato da Aidr Stefano Epifani: Presidente del Digital Transformation Institute e Davide D’Amico: dirigente PA, socio AIDR.
Notizie
14/10/2021
di Gianfranco Ossino Ingegnere e in Aidr Responsabile Osservatorio per la digitalizzazione dell’ambiente e dell’energia. Lo smart working sta già cambiando i nostri stili di vita che vedranno sempre più l’affermarsi delle abitazioni anche come luoghi di lavoro, ciò richiederà maggior comfort e controllo sui consumi energetici. Una valida risposta ad entrambe le esigenze viene offerta dalle soluzioni “Smart Home”.

AIDR
AZIENDE E COLLABORAZIONI

AIDR SOCIAL

Seguici sui social per restare in contatto con noi,
ricevere aggiornamenti e inviarci suggerimenti, segnalazioni e commenti!