Seleziona una pagina

Ces 2020, Tilt rinnova l’impegno con 50 startup

di Irene De Simone

Sono oltre 50 le startup pronte a partire per il Ces 2020 di Las Vegas come parte della missione “Made in Italy – the Art of Technology” sostenuta da Tilt. Imprenditoria femminile e green temi chiave di questa rinnovata edizione.

In vista del nuovo appuntamento con il Ces 2020 di Las Vegas, in programma dal 7 al 10 gennaio, Tilt conferma la presenza di “Made in Italy – the Art of Technology”, missione italiana di imprese innovative.

Sono oltre 50 le startup pronte a partire questa volta, una delegazione più numerosa che in passato, concentrata in questa edizione su due tematiche attuali, come imprenditoria femminile (con 13  startup) e green (con 7 startup).
Tra gli altri  settori rappresentati smart home, wearable, health & wellness, vehicle, e-commerce & enterprise solutions.
Tra le startup, sono 9 quelle presenti anche nella passata edizione 2019, a raccontare le loro esperienze in continuità con quanto fatto lo scorso anno e sottolineare come la partecipazione nel contesto internazionale contribuisca all’affermazione del business.

Michele Balbi, Presidente di Tilt
Michele Balbi, presidente di Tilt – The Italian Lab for Technology

L’innovazione tecnologica crea uno sviluppo esponenziale: questa missione è da un lato un’opportunità di crescita per startup che altrimenti resterebbero isolate, dall’altro, la cultura dell’innovazione che l’ecosistema Tilt ha creato in questi anni produce nuovi stimoli e nuove idee anche per noi organizzatori”, afferma Michele Balbi, presidente di Tilt. “Quest’anno lanciamo infatti due nuovi cluster in linea con l’evoluzione della tecnologia, del mercato, della società: imprenditoria femminile e innovazione in ambito green; temi urgenti che meritano un’attenzione concreta. Riteniamo che il Consumer electronics show di Las Vegas sia il contesto ideale per presentare le nostre nuove eccellenze in questi ambiti”.

L’inziativa, che arriva così alla sua terza edizione, nasce dal desiderio dei suoi fondatori – Tilt – The Italian Lab for TechnologyTeorema Engineering e Area Science Park – di rappresentare l’Italia e la sua tecnologia innovativa al Ces, al fianco delle altre nazioni europee. La missione è sostenuta verso l’obiettivo anche da Ice-Ita, Italian Trade Agency, agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, che la patrocina l’iniziativa dalla prima edizione.

Iniziativa che da subito e via via crescendo in ogni edizione porta risultati estremamente positivi, richiamando l’attenzione di investitori globali, media, esperti, analisti, manager, imprenditori internazionali e mondo delle startup stesse.

Attenzione dal mondo accademico

A conferma dell’interesse verso l’iniziativa da parte di enti privati e soggetti istituzionali di primo piano nell’ecosistema dell’innovazione, per il 2020 è attiva una collaborazione con Cariplo Factory, l’hub di innovazione creato nel 2016 da Fondazione Cariplo, che in circa tre anni di attività crea una filiera del talento in grado di includere percorsi di formazione, programmi di accompagnamento imprenditoriale, progetti di open innovation, investimenti di venture capital e attività di supporto all’internazionalizzazione.

Tilt, come nella scorsa edizione, abilita le startup selezionate ad intraprendere un percorso di formazione, la Tilt Academy, con workshop su temi e discipline fondamentali per la presenza al Ces e per prepararsi a incontrare investitori internazionali. In particolare, alla conferenza stampa di Las Vegas dell’8 gennaio presso il booth italiano, ogni startup presenta la propria storia, l’idea creativa, i progetti in definizione e le prospettive future. Gli incontri creano più in generale una piattaforma di relazione e dialogo tra i protagonisti della missione italiana e i professionisti internazionali.

Carlo Mango, chief executive officer di Cariplo Factory
Carlo Mango, chief executive officer di Cariplo Factory

“Tilt è la dimostrazione che, con le giuste sinergie, l’Italia può sostenere le imprese innovative nella competizione internazionale – commenta Carlo Mango, chief executive officer di Cariplo Factory . Siamo orgogliosi del lavoro fatto con i nostri partner, sia per la selezione delle startup sia per quanto riguarda il percorso formativo di preparazione in vista del prossimo Ces di Las Vegas. Sono certo che anche quest’anno le startup della spedizione italiana riserveranno al nostro Paese grandi soddisfazioni”.

Fonte: inno3

Archivio

“Blockchain per tutti”, arriva il primo e-book di Aidr

Da oggi disponibile su sito associazione e su principali store on-line Si inaugura la collana editoriale dedicata anche ai non addetti ai lavori, con l’obiettivo di far scoprire le tecnologie e il...

Al via la “Call for professor” d’intesa con le università

L’Associazione Italian Digital Revolution – AIDR, in collaborazione con alcune università italiane, si è candidata come “Digital Knowledge Provider” nell’ambito di seminari, corsi di formazione e master universitari.L’obiettivo della “Call For Professor”, in linea con la missione associativa, è quello di porre i riflettori sull’innovazione, attraverso la diffusione della cultura digitale mettendo a disposizione delle Università italiane contenuti e docenti da inserire all’interno dei propri percorsi formativi.

VIDEO E PHOTO GALLERY

AIDR WEB TV

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

EVENTI ED INIZIATIVE

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

COME ASSOCIARSI

Cerchi il lavoro giusto per te? Scoprilo su IO LAVORO

IO LAVORO è un sistema informativo che utilizza la professione e i dati raccolti dai siti web di numerose istituzioni (Istat, Isfol, Miur, etc) o forniti come open data, per dare un quadro informativo completo sul mercato del lavoro e per favorire l’incontro domanda offerta.

AIDR NEWSLETTER

AIDR
Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle iniziative testo di prova e prova di testo

AIDR NOTIZIE DAL WEB

TUTTE LE NOTIZIE

Notizie
06/08/2020
L’Associazione Italian Digital Revolution - AIDR - e la testata giornalistica online PRP Channel hanno dato il via ad un accordo di collaborazione per promuovere e diffondere la cultura digitale in Italia.  AIDR nasce con l’obiettivo di diffondere i contenuti presenti nel programma dell'Agenda Digitale Europea e dell’Agenda Digitale Italiana e qualsiasi altra iniziativa utile a promuovere e diffondere la cultura digitale in Italia. L’AIDR intende quindi promuovere iniziative e sensibilizzare i decisori politici e leIstituzioni sulla “digital revolution” e la conseguente ridefinizione della vita dei cittadini in un mondo sempre più interconnesso.
Notizie
05/08/2020
di Alessandro Capezzuoli, funzionario ISTAT e responsabile osservatorio dati professioni e competenze Aidr. Parafrasando Thomas Edison, si potrebbe dire che i discorsi sulla trasformazione digitale contengono il 99 per cento di fuffa e l’1 per cento di contenutiParafrasando Thomas Edison, si potrebbe dire che i discorsi sulla trasformazione digitale contengono il 99 per cento di fuffa e l’1 per cento di contenuti. La parola fuffa deriva probabilmente dal sostantivo maschile “fuffigno”, usato in Toscana per indicare l’ingarbugliamento dei fili di una matassa. Questa immagine è molto rappresentativa e sintetizza alla perfezione il contenuto di questo articolo, che ha la presunzione di fare chiarezza rispetto al racconto fuffigno della trasformazione digitale.
Notizie
04/08/2020
di Vittorio Zenardi Direttore Aidr Web TV, Sito e Social Media. Oggi è in atto nel mondo energia una transizione energetica che punta a privilegiare soluzioni sostenibili. Come la digitalizzazione può contribuire a ciò è l’argomento dell’Intervista al Dr. Gennaro Niglio Direttore Sviluppo e Innovazione GSE e al Prof. Vincenzo Loia Rettore dell’Università di Salerno. Modera Ing. Gianfranco Ossino Responsabile Osservatorio digitalizzazione dell’Ambiente e dell’Energia AIDR.

AIDR
AZIENDE E COLLABORAZIONI

AIDR SOCIAL

Seguici sui social per restare in contatto con noi,
ricevere aggiornamenti e inviarci suggerimenti, segnalazioni e commenti!