CES 2020: i 5 gadget più strani presentati alla fiera

Dal tanto discusso vibratore intelligente alla tavola da surf volante i prodotti più bizzarri alla prossima fiera dell’elettronica.

Il CES 2020, come del resto le sue edizioni precedenti, non manca di mostrare prodotti bizzarri e gadget tra i più strani e curiosi al pubblico. E se per la prima volta i prodotti di tecnologia del sesso possono partecipare al premio nella categoria salute e benessere, durante la fiera dell’elettronica che si tiene a Las Vegas (qui date e programma del CES 2020),  c’è decisamente di più ad aspettarci al prossimo CES. Di certo una marea di accessori e gadget che vanno dall’eccentrico al notevolmente estroso. Ne proponiamo 5 tra quelli che ci hanno incuriosito maggiormente.

La tavola da surf volante

tavola da surf volante

Una via di mezzo fra una tavola da surf e una moto d’acqua a propulsione con elica, la Waydoo Flyer (6.495 dollari USA) è dotata di un sistema di controllo Bluetooth wireless per la sterzata, con cinque diverse velocità fino a un massimo di circa 45 km/h. La tavola presenta una struttura in fibra di carbonio testurizzata antiscivolo e include una batteria da 6.000 W che garantisce 75 minuti di funzionamento con una carica completa.

Presa di corrente smart Hide

presa Hide

Una presa di corrente con coperchio di sicurezza che migliora l’estetica di cavi e connettori. Hide, questo il suo nome, è una presa di corrente che propone un nuovo look e farà il suo debutto negli Stati Uniti in proprio in occasione del CES 2020. Le prese sono leggermente incassate alla parete. Ma Hide offrirà di più. La cover che ricopre esteticamente la presa Hide diventerà presto un supporto per una serie di dispositivi intelligenti, incluso il Voice Assistant preferito, come Google Home o Alexa.

Air Selfie AIR PIX

Air Selfie AIR PIX

Addio il decennio dei selfie stick. Ora è il turno dei droni da selfie! il modello più piccolo ed economico è l’Air Selfie AIR PIX (100 dollari statunitensi), che ha vinto il premio settimanale Best in Show CES del 2019. Il dispositivo è compatto e leggero (pesa solo 52 grammi), si alza in volo fino a 20 metri e consente il controllo dei selfie tramite app. Le foto hanno una risoluzione di 12 megapixel, mentre i video vengono realizzati in Full HD a 1080p e 30 fotogrammi al secondo, grazie all’obiettivo angolare con campo visivo da 70°.

BassMe, il subwoofer indossabile

subwoofer indossabile

Una delle prime cose che gli appassionati del suono analizzano in qualsiasi riproduttore musicale sono i bassi. Sono quelli che danno ritmo e scatenano sensazioni forti. E dal momento che la musica ricca di bassi fa vibrare la gabbia toracica, perché non portarla ancora più vicina al corpo? La risposta è il BassMe, dispositivo indossabile da 310 grammi e a 26 W, vincitore del CES Innovation Award 2020 ancora prima dell’inizio della manifestazione. Si collega alle cuffie tramite Bluetooth o jack audio, viene fissato sulla spalla destra e posizionato al centro del torace, sullo sterno, utilizzando la gabbia toracica dell’ascoltatore come se fosse una soundbar, offrendo i suoi bassi per sei ore fra una ricarica e l’altra.

Il vibratore intelligente

sex toy CES 2020

E potevamo omettere infine il vibratore intelligente che tanto rumore sta già facendo prima dell’apertura del CES di Las Vegas 2020? Prodotto dalla Lioness questo sex toy è stato regolarmente ammesso e molti ritengono sia uno dei favoriti per l’assegnazione del premio Last Gadget Standing. Dal suo sito Lioness recita: “Il primo e unico vibratore che ti aiuta a migliorare i tuoi orgasmi”. Design best in class, fatto con materiali di altissima qualità, il vibratore più intelligente sul mercato si può controllare tramite un app dallo smartphone. Che dire… un prodotto che “eccita”!

di Francesco Marino

Fonte: Digitalic

Archivio

Privacy, tavola rotonda Aidr su controlli e sanzioni Garante  

Milano, 22 gennaio – Trascorso il periodo transitorio che tutti gli Stati europei hanno osservato per consentire alle imprese di adeguarsi al nuovo sistema legato al GDPR, entrato in vigore da maggio 2018, sono iniziate le verifiche e i controlli nonché l’irrogazione delle sanzioni amministrative. Da una prima analisi è possibile constatare come il Garante privacy italiano stia tenendo un approccio ragionevole e ponderato in merito alle sanzioni per il mancato rispetto del GDPR, e ciò, in modo conforme a quanto dispone il regolamento stesso, secondo cui le sanzioni devono essere “effettive, proporzionate e dissuasive”.

La protezione dei dati personali in Italia

Roma, 20 gennaio – Verrà presentata mercoledì 22 gennaio, alle ore 10.30 (Hotel Fifty House Soho di Milano), nel corso di una tavola rotonda con aziende organizzata dall’Associazione italian digital revolution (Aidr), “La protezione dei dati personali in Italia” (Regolamento UE n. 2016/679 e d.lgs. 10 agosto 2018, n. 101), opera della prof.ssa Giusella Finocchiaro, avvocato, ordinario di diritto privato e diritto di internet presso l’Università di Bologna.

VIDEO E PHOTO GALLERY

AIDR WEB TV

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

EVENTI ED INIZIATIVE

ITALIAN DIGITAL REVOLUTION

COME ASSOCIARSI

Cerchi il lavoro giusto per te? Scoprilo su IO LAVORO

IO LAVORO è un sistema informativo che utilizza la professione e i dati raccolti dai siti web di numerose istituzioni (Istat, Isfol, Miur, etc) o forniti come open data, per dare un quadro informativo completo sul mercato del lavoro e per favorire l’incontro domanda offerta.

AIDR NEWSLETTER

AIDR
Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle iniziative testo di prova e prova di testo

AIDR NOTIZIE DAL WEB

TUTTE LE NOTIZIE

Eventi
22/01/2020
Milano, 22 gennaio – Trascorso il periodo transitorio che tutti gli Stati europei hanno osservato per consentire alle imprese di adeguarsi al nuovo sistema legato al GDPR, entrato in vigore da maggio 2018, sono iniziate le verifiche e i controlli nonché l’irrogazione delle sanzioni amministrative. Da una prima analisi è possibile constatare come il Garante privacy italiano stia tenendo un approccio ragionevole e ponderato in merito alle sanzioni per il mancato rispetto del GDPR, e ciò, in modo conforme a quanto dispone il regolamento stesso, secondo cui le sanzioni devono essere “effettive, proporzionate e dissuasive”.
Notizie
21/01/2020
l Garante privacy ha sanzionato Eni Gas e Luce con una multa che complessivamente arriva a 11,5 milioni di euro per due distinte violazioni: il trattamento illecito di dati personali nell’ambito di attività di telemarketing e l’attivazione di contratti non richiesti dagli utenti.Gli accertamenti sono stati effettuati dall’Autorità a seguito di segnalazioni ricevute dopo il 25 maggio 2018, data in cui il Regolamento Europeo 2016/679, noto con l’acronimo di GDPR, è divenuto pienamente esecutivo.
Eventi
19/01/2020
Roma, 20 gennaio - Verrà presentata mercoledì 22 gennaio, alle ore 10.30 (Hotel Fifty House Soho di Milano), nel corso di una tavola rotonda con aziende organizzata dall’Associazione italian digital revolution (Aidr), “La protezione dei dati personali in Italia” (Regolamento UE n. 2016/679 e d.lgs. 10 agosto 2018, n. 101), opera della prof.ssa Giusella Finocchiaro, avvocato, ordinario di diritto privato e diritto di internet presso l’Università di Bologna.

AIDR
AZIENDE E COLLABORAZIONI

AIDR SOCIAL

Seguici sui social per restare in contatto con noi,
ricevere aggiornamenti e inviarci suggerimenti, segnalazioni e commenti!