Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Smart City: la realtà italiana

Smart City: la realtà italiana

Smart city
20-04-2017

Le nostre «città intelligenti» coinvolgono 15 milioni di cittadini in 158 Comuni per un investimento totale di 3,7 miliardi di euro con 1.308 progetti all’attivo. Si trovano tutte al Centro-Nord con Milano, Bologna e Venezia in testa alla classifica generale City Rate 2016.

Il concetto di Smart City è cambiato nel tempo, da termine utilizzato per descrivere l’adozione di innovazioni tecnologiche nelle città, ricopre oggi una visione più ampia che comprende capacità come quelle di garantire adeguati livelli di sicurezza, gestire i flussi migratori, attrarre finanziamenti per l’innovazione e ricerca.

Per stilare il ICity Rate, ovvero il Rapporto annuale realizzato da ICity Lab che fotografa la situazione delle città italiane nel percorso di avvicinamento ai bisogni dei cittadini, vengono prese in considerazione sette aree tematiche: Economy, Living, Environment, People, Mobility, Governance e Legality.

La città più tecnologica risulta essere Milano seguita da Bologna e da Venezia, che ha scalzato Firenze che si posiziona al quarto posto.
Subito dopo troviamo Padova e Torino, seguite da Parma, Trento, Modena e Ravenna.

Facile notare che nelle prime posizioni in classifica non troviamo nessuna città del Sud.
Roma, infatti, si attesta al 21° posto nella classifica, Cagliari al 54° posto, Bari 65°, Palermo 86°, Napoli scende addirittura in 89° posizione, seguita solo da Catania (95°) e Reggio Calabria (104°).
Si registra però un’interessante crescita in alcune città.

Matera fa registrare un +12, Pescara un +5, mentre Siracusa guadagna ben 16 posizioni in un anno, andando a superare Palermo e Catania.

Tra le città sul podio Milano eccelle nell’area Economy per il più alto valore aggiunto pro capite, la maggiore propensione a valorizzare le forme nuove di economia collaborativa e social innovation e la maggiore intensità brevettuale.

Bologna conquista il secondo posto grazie sopratutto alle opportunità di lavoro offerte nel territorio provinciale, la presenza di servizi di cura dell’infanzia ed in generale una forte attrattività urbana.

Venezia, la nuova entrata sul podio, deve l’ottimo posizionamento alle aree Mobilità (dove è 2°) ed agli importanti progressi nella dimensione People, ed Economy.
Mentre Firenze, che ottiene la performance migliore nella dimensione People registra un peggioramento nelle aree legalità e ambiente.

Una prima analisi non può che evidenziare il divario esistente tra Nord e Sud, con quest’ultimo che però dà segni costanti di reattività e ripresa.
L’obbiettivo auspicabile è quello di avere in tempi brevi la stessa qualità dei servizi su tutto il territorio nazionale.

Per far questo servono politiche lungimiranti ed una pianificazione strategica che sappia sfruttare tutte le potenzialità della rivoluzione digitale che stiamo vivendo.

Un' occasione da non perdere per un nuovo Rinascimento italiano.

Vittorio Zenardi, Direttore Responsabile Lo_Speciale e Responsabile Sito e Social Media AIDR

Fonte: http://bit.ly/2pGWijB
 

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

ict
Nuovo Report sulle applicazioni urbane delle Information and communication technologies. Ricavi in crescita del 17,7% tra il 2015 ed il 2021. Nord America primo mercato, ma attesa forte crescita dell’Europa. In pochi anni le città di tutto ....
lun 31 lug, 2017
AIDR
Rapporto Censis-Confcooperative: su 2.184 nuove imprese finanziate nel 2016, il 43% (940) è costituito da imprese femminili. Il 91% delle imprese finanziate e guidate da donne ha sede nel Mezzogiorno. Gardini (Confcooperative), “sono loro ....
sab 15 lug, 2017

In questa pagina

I nostri partner

Qwant
Gi Group
ISWEB - INTERNET SOLUZIONI
SIELTE
Service Tech
RESI Informatica S.p.A.
Pro Q
Tecnoter
WhereApp
BNova
Echopress
DGS
Consorzio Vini Mantovani
Binario 96

Accordi di collaborazione

UNITELMA SAPIENZA
SCHOLAS
Anaip
Ambiente e Società
LABOS
I sud del mondo
Racconti nella rete
FAMILY SMILE

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Via Terenzio, 10 – 00193 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589