Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Ambiente e Digital Economy, firmato accordo di "rete" tra AIDR e AS

Ambiente e Digital Economy, firmato accordo di "rete" tra AIDR e AS

MAURO NICASTRI -  Amedeo Scornaienchi
19-04-2017

Un accordo di collaborazione, definito di “rete”, è stato siglato a Roma tra l’associazione Italian Digital Revolution (www.aidr.it) e l’associazione Ambiente e Società (www.associazioneambientesocieta.it).

A sottoscrivere l’accordo di “rete”, che prevede anzitutto una condivisione di esperienze e competenze nel campo della digital economy, i presidenti di AIDR e AS, Mauro Nicastri e Amedeo Scornaienchi.

L’intesa, firmata alla presenza dei soci dell’AIDR Vincenzo Palma e Fabio Ranucci, prevede tra l’altro scambi di informazioni, partnership nello sviluppo delle tecnologie di fruizione dell’ambiente, la realizzazione congiunta di corsi di formazione per contribuire al miglioramento delle competenze in campo ICT e l’organizzazione, con aziende pubbliche e private, di stage di studio, conferenze tematiche e tavole rotonde su problematiche afferenti la cultura digitale, il management, la gestione dei contratti, la sicurezza sul lavoro e le energie rinnovabili.

“Ogni anno – ha spiegato Mauro Nicastri - il 10% dell’energia elettrica mondiale viene consumata proprio dall’ecosistema ICT (quello, cioè, delle Tecnologie dell’informazione e della comunicazione, anche detto digital economy). Anche la tecnologia che appare impalpabile e “leggera” come quella che ci permette di navigare online, di accedere ai servizi on-line di tutte le pubbliche amministrazioni, guardare video in streaming, ascoltare musica e scaricare dati 24 ore su 24, in realtà ha un impatto economico. Queste sono alcune delle ragioni che hanno spinto le due associazioni a fare “rete” tra loro per sostenere e stimolare la Pubblica Amministrazione centrale e locale per rendere più efficiente la qualità dei servizi pubblici erogati ai cittadini attraverso le tecnologie e diminuendo dall’altra i costi per la collettività.

“Da parte nostra – ha sostenuto Amedeo Scornaienchi – c’è tutto l’impegno a collaborare con l’AIDR sui temi della digital economy. Non è un caso che la stessa Enel, la più grande azienda elettrica del Paese con quasi 31 milioni di clienti, a novembre dello scorso anno ha aggiornato la propria strategia aziendale presentando a Londra il nuovo piano strategico per gli anni 2017 – 2019, prevedendo investimenti complessivi per 20,9 miliardi di euro, che riguarderà principalmente i contatori intelligenti, il controllo da remoto, la connettività dei sistemi, così come gli investimenti nella digitalizzazione del cliente e la promozione di una forza lavoro più digitalizzata.

v

Vittorio Zenardi, Direttore Responsabile Lo_Speciale e Responsabile Sito e Social Media AIDR 

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Rosangela Cesareo, Blogger e socia AIDR
Da sinistra: Flavia Marzano, assessora Roma Semplice; Federica Chiavaroli, Sottosegretario di Stato alla Giustizia; Carlo Mochisismondi, presidente Forum PA; Giampiero Dalia, senatore e presidente Commissione Parlamentare per le Questioni regionali.
Da sinistra: Cinzia Dato, Amedeo Scornaienchi, Mauro Nicastri, Pasquale Natella, Luca Meini
Il vice presidente AIDR Arturo Siniscalchi, dirigente di Formez, Mauro Nicastri, Presidente AIDR dirigente dell'Agenzia per l'Italia Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e Federica De Pasquale di Confassociazioni
Il nuovo sistema degli appalti pubblici: regole, processi e tecnologie (2 ist,0 cat)
Flavia Marzano assessore per la Roma Semplice, Ileana Fedele magistrato di Cassazione, Arturo Diaconale, componente del consiglio di amministrazione della Rai, Pasquale Liccardo direttore generale dei sistemi informativi del ministero della Giustizia, Mau
Il nuovo sistema degli appalti pubblici: regole, processi e tecnologie (8 ist,0 cat)
Alcuni soci AIDR

Notizie e Comunicati correlati

Mauro Nicastri
E-government: la rivoluzione (digitale) non è un pranzo di gala. Mauro Nicastri, dell’Agenzia per l’Italia Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è anche presidente e fondatore dell’Associazione Italian Digital ....
mer 25 apr, 2018
Mauro Nicastri
AIDR (associazione italian digital revolution), rappresentata dal presidente Mauro Nicastri, partecipa alla presentazione del Premio Racconti nella rete (www.raccontinellarete.it), giovedì 12 aprile, alla Biblioteca Europea di Roma, in via Savoia ....
ven 06 apr, 2018

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Gi Group
ISWEB - INTERNET SOLUZIONI
EIDEMON
G.& F. Software s.r.l
Biesse Medica S.r.l.
Consorzio Stabile DEA
Randstad
Iet Group
Tesav
SIELTE
Service Tech
RESI Informatica S.p.A.
Pro Q
Tecnoter
WhereApp
BNova
Echopress
DGS

Accordi di collaborazione

UNITELMA SAPIENZA
Macchioni Comunications
SCHOLAS
A.P.S.P.
Adiconsum
API
LILT - LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI
Anaip
Ambiente e Società
VmWay
LABOS
I sud del mondo
Racconti nella rete
FAMILY SMILE
Fare Calabria
Consorzio Vini Mantovani

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589