Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Startup Ue nella Silicon Valley, c'è anche l'Internet of Things italiana

Startup Ue nella Silicon Valley, c'è anche l'Internet of Things italiana

a
09-09-2016

Dal 12 al 20 settembre 18 imprese tecnologiche europee si confronteranno con investitori e innovatori americani dalle parti di Mountain View. Due le italiane selezionate: Shopfully e Negentis

A partire dalla prossima settimana inizieranno i round di incontri e dimostrazioni nella Silicon Valley americana tra gli investitori e le più promettenti startup tecnologiche europee. Diciotto aziende operanti in settori innovativi ed avanzati in fase di crescita ed espansione, anche dette scaleup, con 60 milioni di dollari raccolti complessivamente e più di 1000 dipendenti.

Si tratta di imprese hig-tech provenienti da 13 Paesi europei, selezionate dai membri dell’Investors Forum di Startup Europe Partnership (e da investitori statunitensi) per partecipare all’edizione 2016 di Startup Europe Comes to Silicon Valley (SEC2SV). 

In occasione dello l’European Innovation Day al Computer History Museum di Mountain View, ognuna di esse avrà l’opportunità di presentare le proprie soluzioni tecnologiche applicate in ogni settore dell’economia ad una qualificata platea di imprenditori, innovatori e investitori americani.

Due le scaleup selezionate per l’Italia: Shopfully e Negentis

Negentis è una piattaforma per l’Internet of Things (IoT) e l’Internet of Everything (IoE), una delle tre aziende europee scelte dall’Eit Digital Accelerator, che ha raccolto 5 milioni di euro di finanziamenti e consente di effettuare operazioni intelligenti nel mondo cibernetico-fisico.

Shopfully, invece, meglio conosciuta col nome italiano di DoveConviene, con oltre 20 milioni di dollari raccolti e 125 dipendenti, è la piattaforma per lo shopping nei negozi vicino casa, lo shopping di prossimità (smart shopping platform), con oltre 13 milioni di utenti, in grado di fornire tutte le informazioni utili per un’esperienza di acquisto personalizzato.

Secondo le proiezioni Statista, nel 2019 l’Internet delle Cose raggiungerà un valore di mercato pari a 1.710 miliardi di dollari, per 25 miliardi circa di oggetti connessi. L’interconnessione di dispositivi (smartphone, tablet, smartwatch, fitness tracker e wearale device in genere, televisori smart, elettrodomestici e altro), persone, processi e dati, dà invece vita all’Internet of Everything, che Cisco stima, tra settore pubblico e privato, in 19 mila miliardi di dollari di opportunità entro il 2024 per le imprese di tutto il mondo.

Flavio Fabbri 

Fonte: https://www.key4biz.it/startup-ue-nella-silicon-valley-ce-anche-linternet-of-things-italiana/

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Platea
Il nuovo sistema degli appalti pubblici: regole, processi e tecnologie (8 ist,0 cat)
Da sinistra: Mauro Draoli, Agenzia per l'Italia Digitale, Carlo De Masi, Presidente Adiconsum, Federica Meta, Giornalista Corriere delle Comunicazioni, Ciro Cafiero, Giuslavorista, Andrea Napoletano, Avvocato direzione Legale ANAS S.p.A
Da sinistra: Cinzia Dato, Amedeo Scornaienchi, Mauro Nicastri, Pasquale Natella,
Federica Chiavaroli, Sottosegretario di Stato alla Giustizia.
Da sinistra: Carlo Flamment; Francesco Verbaro; Carlo Mochi Sismondi ; Gianluca Maria Esposito; Alessandro Bacci.
Prof. Agnese Vitali, On Simone Baldelli, Rosangela Cesareo, blogger, socia Aidr
Da sinistra: Flavia Marzano, assessora Roma Semplice; Federica Chiavaroli, Sottosegretario di Stato alla Giustizia; Carlo Mochisismondi, presidente Forum PA; Giampiero Dalia, senatore e presidente Commissione Parlamentare per le Questioni regionali.

Notizie e Comunicati correlati

Mauro Nicastri
E-government: la rivoluzione (digitale) non è un pranzo di gala. Mauro Nicastri, dell’Agenzia per l’Italia Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è anche presidente e fondatore dell’Associazione Italian Digital ....
mer 25 apr, 2018
smart working
Anche in Italia avanza progressivamente lo smart working. Il “lavoro intelligente” - da non confondere col telelavoro - , è la possibilità di operare flessibilmente, slegati da un luogo fisico ma gestendo in piena autonomia il ....
mar 24 apr, 2018

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Gi Group
ISWEB - INTERNET SOLUZIONI
EIDEMON
G.& F. Software s.r.l
Biesse Medica S.r.l.
Consorzio Stabile DEA
Randstad
Iet Group
Tesav
SIELTE
Service Tech
RESI Informatica S.p.A.
Pro Q
Tecnoter
WhereApp
BNova
Echopress
DGS

Accordi di collaborazione

UNITELMA SAPIENZA
Macchioni Comunications
SCHOLAS
A.P.S.P.
Adiconsum
API
LILT - LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI
Anaip
Ambiente e Società
VmWay
LABOS
I sud del mondo
Racconti nella rete
FAMILY SMILE
Fare Calabria
Consorzio Vini Mantovani

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589