Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Turismo online, accordo tra Enit e Alibaba: l'Italia si apre a 60 milioni di viaggiatori cinesi

Turismo online, accordo tra Enit e Alibaba: l'Italia si apre a 60 milioni di viaggiatori cinesi

turismo digitale
10-02-2017

I millennial cinesi tra i viaggiatori asiatici che spendono di più durante l’anno. La Cina rappresenterà il mercato turistico di maggiori rilievo a livello mondiale, già oggi in 60 milioni hanno viaggiato fuori dal grande Paese asiatico. Ora tocca all’intero sistema turistico italiano e alle Regioni sapersi promuoversi su Alitrip.

Quasi un paio di anni fa il Gruppo Alibaba, tra le più grandi piattaforme di ecommerce al mondo e made in China, venne in Italia per presentare il progetto Alitrip, servizio turistico online nato per offrire agli utenti cinesi servizi come voli domestici ed internazionali, prenotazioni alberghiere, pacchetti e visti.

Alla fine, dopo diversi incontri ufficiali tra l’ex Premier Matteo Renzi e Jack Ma, fondatore e presidente del gruppo cinese, Ieri l’Agenzia Nazionale del Turismo (Enit) e Alibaba Group hanno firmato un protocollo d’intesa per promuovere le eccellenze del sistema turistico italiano sulla piattaforma di viaggi Alitrip. L’accordo è stato siglato alla presenza del ministro dei Beni e le Attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, e punta ad incrementare le opportunità di viaggio e di soggiorno in Italia per i turisti cinesi.
Il preaccordo si era chiuso lo scorso novembre al World Travel Market di Londra.
banner privacy italia

Nel primo semestre 2016, 60 milioni di cinesi hanno viaggiato fuori dal proprio Paese (+4,5% sul 2015) e il 58% sono state donne. tra le mete principali: Thailandia, Giappone, Corea del Sud, Maldive, Russia e Regno Unito.

Alitrip è utilizzata da oltre 50 milioni di utenti in Cina e conta più di 100 mila tra merchant e operatori del settore che offrono biglietti aerei, servizi di prenotazione hotel, guide turistiche e pacchetti vacanza, per un totale di oltre 2 milioni di prodotti. L’accordo prevede, tra le varie iniziative, la creazione di un Italian National Pavilion online dedicato agli operatori italiani del settore che potranno usufruire di questa vetrina esclusiva e sfruttare le opportunità legate all’espansione del turismo italiano per viaggiatori cinesi.

“La collaborazione tra Alibaba e il Governo Italiano ha l’obiettivo di supportare gli operatori turistici italiani nella vendita di pacchetti viaggi rivolti al pubblico cinese, valorizzando le migliori destinazioni presenti in Italia”, ha dichiarato Rodrigo Cipriani Foresio, Managing Director di Alibaba Group per il Sud Europa. “Insieme al food, al fashion e al design, il turismo è uno dei punti di forza dell’Italia, e siamo orgogliosi di poter collaborare con ENIT per dare la possibilità ad un numero sempre maggiore di viaggiatori cinesi di godere appieno della bellezza, cultura e storia italiane”.

“Il mercato cinese è, e diventerà sempre più, uno dei principali mercati mondiali per il turismo. Un mercato con enormi potenzialità sia in termini di volumi che di valori. La strategia ENIT prevede, tra le sue priorità, l’aumento della spesa media dei turisti stranieri in Italia, oltre che l’incremento dei volumi di incoming”, ha invece commentato Fabio Lazzerini, Consigliere d’Amministrazione di ENIT.
“Il mercato cinese rappresenta un potenziale ideale per perseguire e realizzare queste priorità. L’ENIT si pone al fianco delle imprese del settore turistico italiano ed alle Regioni per supportarle nelle proprie attività di promozione in questo nuovo mercato”.

Secondo un interessante studio del Singapore Tourism Board, i millennial cinesi, circa 400 milioni di persone, sono tra i più propensi a spendere soldi per viaggiare. È stata infatti stimata una spesa media annua nel mercato dei prodotti turistici di 14 mila dollari.
Dei nati in tutto il mondo tra gli anni ’80 del secolo scorso e i primi anni 2000 (la Generazione Y appunto), il 60% vive in Cina e nella maggior parte dei casi sono hanno un livello di istruzione alto e un buon lavoro.

Il Gruppo Alibaba, di cui Alitrip fa parte, è costituito da numerose aziende operanti in tutto il mondo nel Business-to-Business (B2B) marketplace e nei settori dell’ecommerce, dei pagamenti online, dello shopping, dei motori di ricerca, dei servizi cloud. Il suo valore indicativo sul mercato è di oltre 100 miliardi di dollari. Alibaba ha aperto uffici in 70 città del mondo. Solo nel mobile commerce gli utenti di Alibaba nel mondo, a fine 2015, sono stati più di 390 milioni.

Flavio Fabbri

Fonte: http://bit.ly/2l0DOId

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Arturo Siniscalchi, vice presidente AIDR.
Mauro Nicastri Presidente Aidr e Rosangela Cesareo, blogger e socia AIDR
La platea dei partecipanti
Da sinistra: Arturo Siniscalchi, vice presidente AIDR, Mauro Nicastri, presidente di AIDR, Edoardo Colombo esperto di Innovazione e Turismo, L'on. Meloni, Assessore Turismo e Commercio Roma Capitale.
Sergio Alberto Codella, avvocato e Segretario Generale Aidr con la moglie
Da sinistra: Raffaele Zenardi, Sergio Alberto Codella Segretario Generale AIDR, Arturo Siniscalchi, Mauro Nicastri Presidente AIDR
Da sinistra: Arturo Siniscalchi, vice presidente AIDR, Edoardo Colombo esperto di Innovazione e Turismo,  Mauro Nicastri, presidente di AIDR, Paolo Lanari, CEO VjTechnology, Alberto Chalon, Direttore Generale di QWANT.
Da sinistra: Roberta Milano, direttore marketing e comunicazione Agenzia Nazionale del Turismo- ENIT, Edoardo Colombo esperto di Innovazione e Turismo, Mauro Nicastri, presidente di AIDR, Maurizio Pimpinella

Notizie e Comunicati correlati

digitale
Il riscatto di una terra come la Calabria può ripartire dall’innovazione, come dimostrano i numerosi casi di aziende nate negli ultimi anni.  C’è una piccola silicon valley italiana nel perimetro tra Cosenza e Rende. Un’area ....
lun 15 gen, 2018
TURISMO DIGITALE
Individuato un piano d’azione per lo sviluppo del sistema turistico nazionale. Tra i diversi strumenti a disposizione la possibilità di estendere al settore del turismo le opportunità offerte dal Piano Impresa 4.0, in particolare per ....
gio 11 gen, 2018

In questa pagina

I nostri partner

Qwant
Gi Group
ISWEB - INTERNET SOLUZIONI
VmWay
EIDEMON
G.& F. Software s.r.l
Biesse Medica S.r.l.
Consorzio Stabile DEA
Randstad
SIELTE
Service Tech
RESI Informatica S.p.A.
Pro Q
Tecnoter
WhereApp
BNova
Echopress
DGS
Consorzio Vini Mantovani
Binario 96

Accordi di collaborazione

UNITELMA SAPIENZA
A.P.S.P.
Adiconsum
SCHOLAS
LILT - LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI
Anaip
Ambiente e Società
LABOS
I sud del mondo
Racconti nella rete
FAMILY SMILE

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Via Terenzio, 10 – 00193 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589