Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » ICT: l'innovazione digitale è una priorità per le imprese italiane

ICT: l'innovazione digitale è una priorità per le imprese italiane

digitale italia
31-01-2017

Poche sono però le aziende che decidono di investire oltre lʼ1% del fatturato in tecnologie ICT.

Il Rapporto Assiteca 2016, a cura degli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano, certifica l'interesse delle imprese per il digitale – il 95% delle aziende analizzate ritiene l'innovazione digitale un fattore rilevante –, ma ne testimonia anche la scarsa propensione agli investimenti: solo il 25% delle imprese investe oltre l'1% del fatturato in tecnologie ICT, acronimo inglese che sta per Information and Communications Technology.

Il 40% delle aziende intervistate – l'indagine ha coinvolto 237 imprese – considera l'innovazione digitale un driver per migliorare efficacia ed efficienza dei processi, mentre è un fattore imprescindibile per lo sviluppo del business per il 37%; il 18% crede che sia importante per non perdere competitività.

Soltanto il 5% del campione ritiene l'innovazione digitale non prioritaria. Molto dipende dalla dimensione aziendale, osserva lo studio: tra le imprese che impiegano oltre 250 dipendenti, la quota di chi la ritiene un fattore imprescindibile è pari al 51% (contro la media del 37%), mentre solo il 2% non ne vede la rilevanza.

L'indagine osserva che le imprese più piccole sembrerebbero più mosse dal timore della digital disruption – termine che indica il momento in cui una nuova tecnologia origina il cambiamento di una determinata attività e modifica completamente il modello di business precedente – che dall'opportunità della digital transformation.

La consapevolezza dell'importanza dell'innovazione digitale non si trasforma in investimenti concreti, però: meno di un'impresa su quattro investe oltre l'1% del fatturato complessivo in ICT, solo il 3% va oltre il 5%, mentre il 69% investe meno dell'1%. Il 7%, rileva l'indagine, non ha effettuato alcun investimento in tecnologie digitali nell'ultimo anno.

Se si considerano le dimensioni dell'impresa, le cose prendono una piega diversa: infatti emerge che la propensione agli investimenti cresce all'aumentare del numero di addetti impiegati. Tra le imprese con oltre 250 dipendenti, la media degli investimenti ICT sui ricavi è del 2,3% (contro una media dell'1,1%). E saranno proprio le grandi imprese a trainare l'aumento degli investimenti che dovrebbe verificarsi nel corso del 2017.

Una ricerca dell'Osservatorio Digital Transformation Academy della School of Management del Politecnico di Milano, presentata alla fine di novembre insieme all'Osservatorio Startup Intelligence in collaborazione con PoliHub, sostiene che il budget destinato all'ICT dovrebbe aumentare per oltre il 30% delle imprese (il tasso di crescita complessivo dovrebbe essere in linea con il 2016, tra lo 0,5 e lo 0,6%).

TGCOM24 Fonte: http://bit.ly/2jOQosW

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

e
La proposta di Confesercenti al governo: estendere gli incentivi del piano Calenda anche alle imprese di piccole dimensioni. "Dai negozi spinta all'innovazione dei territori". Il ministro Calenda: "Il digitale sarà la forza delle Pmi". Un patto ....
mar 20 giu, 2017
digitale
Un nuovo report di Capgemini rivela come la cultura aziendale sia un ostacolo nel processo verso la digitalizzazione. Capgemini ha annunciato oggi i risultati del report The Digital Culture Challenge: Closing the Employee-Leadership Gap. Nella ricerca, ....
ven 09 giu, 2017

Eventi correlati

Digital Day Ue
Data: 23-03-2017
Luogo: Roma 23 marzo dalle ore 10.00 in poi
Industria 4.0, big data, connected car e digital skills i pilastri della strategia che sarà illustrata durante l'evento annunciato come fra i più rilevanti nell'ambito delle celebrazioni del 60mo anniversario della firma dei Trattati di Roma
Digitalizzazione Imprese
Data: 21-03-2017
Luogo: Camera di Commercio Reggio Emilia dalle ore 10:30 alle ore 12:30
Seminario gratuito rivolto ad imprese del territorio che intendano avvalersi di alcuni interventi che il Ministero dello Sviluppo Economico ha attivato e sta per attivare in tema di digitalizzazione e Industry 4.0.

In questa pagina

I nostri partner

Qwant
SIELTE
Service Tech
Pro Q
WhereApp
Echopress
Consorzio Vini Mantovani
Binario 96

Accordi di collaborazione

Gi Group
Anaip
I sud del mondo
LABOS
Ambiente e Società

Associazione Italian Digital Revolution (IDR)
Via Terenzio, 10 – 00193 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589