Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » L'Ue ha paura dei robot? In arrivo legge per evitare il sopravvento sull'uomo

L'Ue ha paura dei robot? In arrivo legge per evitare il sopravvento sull'uomo

robot
16-01-2017

Bruxelles ha votato una relazione sulla ‘robotica’: fissare regole per evitare sia robot in grado di 'uccidere essere umani' sia una de-umanizzazione di alcuni lavori. Per la legge si attende il voto dell’Europarlamento.

Dopo averli progettati, realizzati e resi anche un po’ umani ora l’uomo ha paura dei robot. L’ha scritto in maniera esplicita la Commissione Affari giuridici del Parlamento europeo, che con questa relazione chiede all’Unione Europea norme legali ed etiche affinché i robot-badanti, per esempio, talmente evoluti e simili agli esseri umani, possano essere preferiti da anziani e persone sole alle badanti in carne ed ossa e a chi si occupa dell’assistenza domestica. E questa “de-umanizzazione” è un rischio troppo alto che l’Europa non vuole correre.

Cosa c’è scritto nella relazione
Approvata da 17 voti, 2 contrari e 2 astensioni la relazione della Commissione Affari giuridici si concentra sui temi correlati alla robotica: la responsabilità dei progettisti, la sicurezza di queste macchine-parlanti e dei posti di lavoro che andrebbero ad occupare a discapito degli umani. I relatori hanno messo in evidenza la necessità di sfruttare tutte le potenzialità della robotica e dell’intelligenza artificiale, ma di evitare anche che “i robot possano uccidere persone”. Per questo motivo è stata proposta un’Agenzia europea per la robotica con il compito di vigilare sul rispetto delle regole da seguire da chi progetta e realizza robot. “In ognuno deve essere inserito un interruttore per spegnerlo in caso di necessità o pericolo”, si legge nella relazione.

Regole anche per le auto senza pilota e droni
“È urgente scrivere norme anche per le macchine con guida automatica”, hanno fatto notare i membri della Commissione, che propongono un fondo per risarcire le vittime di incidenti causati da automobili senza pilota. Così come è necessario stabilire una normativa per i droni e per tutti i robot che in questi ultimi anni sono stati realizzati in diversi settori. Secondo i dati forniti da Bruxelles, la produzione e la vendita di robot è aumentata significativamente fra il 2010 e il 2014, con un incremento del 30% solo nel 2014 e solo nel settore della medicina e dell’assistenza.

Per sapere se la legge per “tenere a freno” i robot verrà approvata occorre aspettare il 13 febbraio, quando il Parlamento europeo si esprimerà sulla relazione.

Luigi Garofalo

Fonte: http://bit.ly/2ixKLvF

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

INTERNET DELLE COSE
L’applicazione diffusa di sensori, rilevatori e device mobili renderà ogni prodotto, oggetto, componente, “intelligente” e questa intelligenza consentirà di trasformare la gestione dei flussi di merce, in un’ottica ....
sab 08 apr, 2017
REALTA\' AUMENTATA
L’iperreale in tasca. I continui riferimenti da parte di Tim Cook alla realtà aumentata, e le indiscrezioni sul massiccio impegno e investimento di Apple per dotare di questa tecnologia i prossimi modelli di iPhone, fanno presagire che stia ....
ven 24 mar, 2017

Eventi correlati

Al TEDxRoma r5
Data: 08-04-2017
Luogo: Auditorium di via della Conciliazione Via della Conciliazione, 4, 00193 Roma
Al TEDxRoma 2017 immagineremo e progetteremo il futuro dei prossimi 20 anni. Il 2037 non è solo il futuro che regaliamo alle nuove generazioni, potremmo vederlo con i nostri occhi, viverlo attraverso le scelte che facciamo oggi e lì, nel 203

In questa pagina

I nostri partner

Qwant
Gi Group
SIELTE
Service Tech
Pro Q
Tecnoter
WhereApp
Echopress
DGS
Consorzio Vini Mantovani
Binario 96

Accordi di collaborazione

Anaip
I sud del mondo
LABOS
Ambiente e Società

Associazione Italian Digital Revolution (IDR)
Via Terenzio, 10 – 00193 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589