Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Cassazione: i siti sono responsabili per i commenti dei lettori

Cassazione: i siti sono responsabili per i commenti dei lettori

Cassazione siti
03-01-2017

Il gestore di un sito condannato per il commento diffamatorio di un lettore ai danni di Carlo Tavecchio, presidente della Federazione Italiana Gioco Calcio. È la prima volta che la Cassazione si esprime in merito, andando contro una sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo.

La Corte di Cassazione con una sentenza ha rovesciato le indicazioni dell'Unione Europea sui siti Internet. Infatti, ha deciso che chi gestisce un sito è corresponsabile dei reati commessi da chi posta i commenti su di esso. La sentenza riguarda un processo di diffamazione nato per un commento offensivo nei confronti del Presidente della Figc Carlo Tavecchio postato sul sito Agenziacalcio.it. 

Il gestore del sito era stato assolto in primo grado e condannato in secondo a pagare il solido 60 mila euro di risarcimento danni. La Cassazione ha confermato questo indirizzo, anche perchè il gestore ha agito consapevolmente per la pubblicazione del sito, aggiungendo una immagine del certificato penale di Tavecchio che gli era stato inviato via e-mail.

La sentenza va in controtendenza con le linee guida della Unione Europea, che invece considerano la neutralità del gestore del sito, rispetto ai commenti. Ora la sentenza della Cassazione potrebbe portare a nuove difficoltà legali per chi gestisce blog o anche pagine Facebook.
 

Antonio Rispoli

Fonte: http://bit.ly/2hN1FKX

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

Password
Le dimissioni da ceo di Travis Kalanick il duro - pure troppo - co-fondatore di Uber potrebbero aprire una nuova pagina per la storia di quella società che è stata prima simbolo di ciò che è la sharing economy e poi di ciò ....
lun 26 giu, 2017
Avvocati
Certamente con il nuovo regolamento europeo sussiste il diritto a notificare validamente un atto del processo mediante utilizzo di un servizio di recapito elettronico certificato diverso dalla PEC; ma allo stato attuale l’attuazione di tale diritto ....
gio 22 dic, 2016

Eventi correlati

CONVEGBO
Data: 06-12-2016
Luogo: Biblioteca della Camera dei Deputati - Sala del Refettorio, Via del Seminario, 76 Roma
Evento organizzato dall'Associazione Italian Digital Revolution in collaborazione con la Fondazione I Sud del Mando ed il patrocinio del Consiglio Nazionale Forense e dell'Agenzia per l'Italia Digitale.

In questa pagina

I nostri partner

Qwant
Gi Group
ISWEB - INTERNET SOLUZIONI
SIELTE
Service Tech
Pro Q
Tecnoter
WhereApp
BNova
Echopress
DGS
Consorzio Vini Mantovani
Binario 96

Accordi di collaborazione

UNITELMA SAPIENZA
SCHOLAS
Anaip
Ambiente e Società
LABOS
I sud del mondo
Racconti nella rete
FAMILY SMILE

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Via Terenzio, 10 – 00193 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589