Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Dal 31 dicembre addio al segnale orario Rai, lo manda in pensione il digitale

Dal 31 dicembre addio al segnale orario Rai, lo manda in pensione il digitale

Segnale orario
18-12-2016

Risale al 1945 la prima generazione di segnali di tempo per l'emittente radiotelevisiva italiana.

Dal 31 dicembre addio al segnale orario Rai, lo manda in pensione il digitaleCI HA accompagnato per 'una vita', ma dal 31 dicembre ci saluterà per sempre. Sarà trasmesso per l'ultima volta il 31 dalla sede Rai di Torino il Segnale orario Rai Codificato (SRC), il caratteristico trillo che precede l'annuncio dell'ora esatta. Dopo 37 anni la ricezione e la distribuzione del segnale, generato e inviato ogni minuto dall'Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRIM), riferimento in Italia per tutte le misure, viene sospeso perché con l'avvento delle trasmissioni digitali, che possono avere ritardi anche di alcuni secondi, il segnale SRC radiotrasmesso non è più idoneo a garantire un'accurata disseminazione del tempo. Insomma non funziona più e non è considerato affidabile.

Si conclude così una collaborazione iniziata circa 70 anni fa. Se il Segnale orario Rai Codificato è del 1979, risale al 1945 la prima generazione di segnali di tempo per l'emittente radiotelevisiva italiana. Il Segnale orario RAI Codificato (SRC) nasce nel 1979. Nel 2014 l'INRIM e la RAI hanno celebrato i 35 anni del Segnale orario RAI Codificato in occasione del concorso internazionale Prix Italia, che a settembre di ogni anno premia i migliori programmi televisivi, radiofonici e web.

"Il noto trillo - spiega Patrizia Tavella, responsabile del Laboratorio INRIM da cui viene emesso il segnale - è in realtà un codice che, in corrispondenza del secondo 52, comunica ora, minuto, secondo, mese, giorno del mese, giorno della settimana ed anche se è in vigore l'ora solare o l'ora estiva. Dal 1994 il segnale è diventato ancora più ricco d'informazioni grazie all'aggiunta di una seconda porzione di codice che, a partire dal secondo 53, indica l'anno, avvisa se è prossimo il passaggio all'ora solare o all'ora estiva e segnala l'eventuale introduzione nell'anno in corso di un secondo intercalare.

Questo aggiustamento temporale, in inglese leap second, è lo stratagemma con cui si mantiene in accordo la scala di tempo realizzata oggi per mezzo degli orologi atomici con il tempo legato alla rotazione terrestre, molto più impreciso e soggetto a ogni tipo di variazione".

La repubblica

Fonte: http://bit.ly/2gPkQ1n

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

L'intervento del Sottosegretario di Stato alla Giustizia Cosimo Maria Ferri
Da sinistra: Massimo Casciello, Andrea Bisciglia, Maria Antonietta Spadorcia, Mauro Rosario Nicastri, Maria Capalbo, Vincenzo Panella
I relatori e i partecipanti al convegno
La platea dei partecipanti
Mauro Nicastri, Presidente AIDR dirigente dell'Agenzia per l'Italia Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e il vice presidente AIDR Arturo Siniscalchi, dirigente di Formez
La platea dei partecipanti
Il nuovo sistema degli appalti pubblici: regole, processi e tecnologie (8 ist,0 cat)
Premiazione "Rating di legalità" AIDR

Notizie e Comunicati correlati

m
L'utilizzo delle nuove tecnologie, dei digital media e la diffusione della cultura attraverso il web è alla base dell’accordo di collaborazione sottoscritto dall’associazione Italian Digital Revolution (www.aidr.it) e dalla testata ....
mer 04 lug, 2018
NICASTRI-MANFUSO
Stretta di mano tra Mauro Nicastri e Sara Manfuso, rispettivamente presidenti delle associazioni "Italian Digital Revolution" (www.aidr.it) e "iocosì", dopo la firma di un'importante protocollo d'intesa. L'accordo prevede una sinergia tra il ....
gio 28 giu, 2018

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Accordi di Collaborazione

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589