Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Perché il futuro digitale si costruisce fra gli studenti universitari

Perché il futuro digitale si costruisce fra gli studenti universitari

Andrea Rangone
16-12-2016

La seconda edizione della ricerca “Il futuro è oggi: sei pronto?” di University2Business si sofferma sulla percezione che i giovani hanno dell’impatto dell’innovazione digitale sul mondo del lavoro. Emerge un quadro in chiaroscuro, con due importanti “cultural divide”: le donne e il Sud.

Nelle aule universitarie di oggi si sta formando la futura classe dirigente del Paese. Capire, quindi, il vissuto degli studenti nei confronti della trasformazione è un esercizio fondamentale per anticipare opportunità e criticità, anche in relazione alla domanda che arriva dalle imprese, che nelle università cercano talenti e risorse in grado di portare spinte innovative.

Per questa ragione la ricerca “Il futuro è oggi: sei pronto?”, promossa da University2business, realtà del gruppo Digital360, è subito diventata un punto di riferimento per orientarsi nella cultura dell’innovazione della fascia più alta della generazione Z. Se la prima edizione aveva innescato un ampio dibattito a livello politico e istituzionale sul gap di competenze digitali concrete e sulla ridotta sensibilità imprenditoriale della popolazione studentesca, la seconda edizione, presentata a metà dicembre a Roma, si è soffermata sulla percezione che gli studenti universitari hanno dell’impatto dell’innovazione digitale sul loro ingresso nel mercato del lavoro.

Per avere un quadro più completo il loro punto di vista è stato confrontato con quello della “controparte” nel momento in cui si affacciano sul mercato del lavoro: gli HR manager. Sono stati intervistati oltre 2600 studenti universitari (statisticamente rappresentativo dell’intera popolazione universitaria italiana) e 168 HR manager delle principali imprese attive in Italia.

Il quadro che ne emerge è in chiaroscuro. La maggior parte degli studenti universitari dichiara di essere consapevole del ruolo importante svolto dall’innovazione digitale nel cambiamento dell’economia e delle imprese, ma solo una piccola parte di essi ne trae le logiche conseguenze e si prepara concretamente per la sfida, cercando di sviluppare competenze digitali approfondite e di fare esperienze imprenditoriali concrete.

Ci sono due importanti “cultural divide” nella popolazione universitaria italiana: il primo riguarda le studentesse, che risultano su diversi aspetti del digitale e dell’imprenditorialità meno consapevoli e pronte dei loro colleghi maschi; il secondo riguarda le regioni del Sud, che presentano in alcuni ambiti un livello di sensibilità inferiore.

Questo scenario conferma la bontà della missione di University2Business: diffondere la cultura digitale e imprenditoriale fra gli studenti universitari del nostro Paese e aiutarli concretamente a fare esperienze preziose per completare la formazione e sviluppare capacità professionali e imprenditoriali da poter spendere sul mercato del lavoro.

A questa funzione di ponte fra nuovi talenti e imprese University2Business assolve concretamente grazie a una piattaforma online proprietaria che consente alle aziende di organizzare gare in cui gli studenti universitari – di qualsiasi facoltà ed area geografica – si sfidano per proporre idee e soluzioni innovative. Molti partecipano ma possono e devono essere di più.

Solo il 18% degli studenti intervistati per la ricerca “Il futuro è oggi:sei pronto?” dichiara di voler cominciare il proprio percorso lavorativo in un’azienda dal business digitale. Una risposta che conferma quanto lavoro ci sia ancora da fare per trasmettere la convinzione che sempre di più tutti i business saranno digitali o avranno una decisiva componente digitale. Chi ha 20 oggi non potrà scoprirlo solo al momento di presentarsi sul mercato del lavoro.

Andrea Rangone CEO di Digital360 e fondatore degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano

Fonte: http://bit.ly/2hszIqm

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Arturo Siniscalchi, vice presidente AIDR.
Sergio Alberto Codella, avvocato e Segretario Generale Aidr, a destra Valentina Nucera, medico e socio Aidr
Da sinistra: Rosangela Cesareo, socia Aidr, Jolanda Restano Ricercatrice Farmaceutica, Alberto Chalon Direttore Generale Qwant.com, Federica Piccinini, influencer e blogger, On Enza Bruno Bossio, Davide D'Amico, dirigente Miur e socio Aidr
Alcuni soci AIDR
Da sinistra verso destra: Mauro Nicastri, Presidente AIDR, Arturo Siniscalchi, Vicepresidente AIDR, Dirigente Formez PA
Da sinistra: Flavia Marzano, assessora Roma Semplice; Federica Chiavaroli, Sottosegretario di Stato alla Giustizia; Carlo Mochisismondi, presidente Forum PA; Giampiero Dalia, senatore e presidente Commissione Parlamentare per le Questioni regionali.
Da sinistra verso destra: Filomena Tucci socio AIDR; Maria Rosaria Scherillo, Vicepresidente Confindustria Servizi Innovativi; Federica De Pasquale socio AIDR
Da sinistra verso destra: Enza Bruno Bossio, parlamentare e componente Intergruppo Innovazione, Simona Vicari, Sottosegretario di Stato al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti; Filomena Tucci (AIDR); Maria Rosaria Scherillo, Vicepresidente Confi

Notizie e Comunicati correlati

AIDR
Il convegno organizzato alla Camera dall’associazione Italian Digital Revolution. Si avverte sempre più la necessità di puntare su nuovi sistemi di gestione della sanità. Con prestazioni mediche a base di bit e telemedicina. ....
mer 11 ott, 2017
francesco profumo
“Riconnessioni: educazione al futuro” è un progetto che con circa 10 milioni di euro di investimento in tre anni ha come obiettivo quello di portare la fibra ottica in 350 plessi scolastici di Torino, per poi estendere il modello in ....
sab 07 ott, 2017

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

I nostri partner

Qwant
Gi Group
ISWEB - INTERNET SOLUZIONI
SIELTE
Service Tech
RESI Informatica S.p.A.
Pro Q
Tecnoter
WhereApp
BNova
Echopress
DGS
Consorzio Vini Mantovani
Binario 96

Accordi di collaborazione

UNITELMA SAPIENZA
SCHOLAS
Anaip
Ambiente e Società
LABOS
I sud del mondo
Racconti nella rete
FAMILY SMILE

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Via Terenzio, 10 – 00193 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589