Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » PMI verso il digitale: scenari 2017

PMI verso il digitale: scenari 2017

Federico Leproux, amministratore delegato di Grupp
15-12-2016

Federico Leproux, amministratore delegato di Gruppo TeamSystem, fa il punto su uno dei cardini per la crescita delle PMI italiane: la trasformazione digitale.

Il 2017 sarà un anno chiave nel percorso di trasformazione digitale del nostro sistema di impresa. Dopo aver introdotto l’obbligo di fatturazione elettronica verso la PA nel 2016, il quadro normativo ha infatti confermato – proprio nelle scorse settimane – l’introduzione di incentivi per le imprese che utilizzeranno il sistema di fatturazione elettronica negli scambi B2B.

Lo scambio di fatture elettroniche tra aziende ha un grande potenziale di sviluppo: secondo alcuni dati del Politecnico di Milano, infatti, nel 2015 sono state scambiate tra aziende e aziende circa 80 milioni di fatture, che corrispondono appena al 6% del totale delle fatture scambiate ogni anno in Italia.

La scarsa diffusione non dipende dalla mancanza di vantaggi tangibili: scambiare le fatture in modalità digitale, permette significativi risparmi e migliora considerevolmente i processi interni. Perché la diffusione sia estesa è, però, necessario innescare un processo virtuoso che coinvolga tutti i partecipanti. Il ruolo delle Istituzioni, da questo punto di vista, è stato e sarà anche in futuro fondamentale.

D’altronde, introdurre e sostenere l’adozione di processi digitali tra le imprese è il modo migliore per incrementare la produttività che serve per competere sui mercati globali e per tornare a crescere in modo solido.

La fatturazione elettronica, in questo scenario, è un primo importante tassello e può innescare un processo virtuoso, aiutando le imprese a sperimentare concretamente il valore e i benefici del digitale. Perché va chiarito: il digitale non è solo fatturazione elettronica e non è solo riduzione dei costi. Innovare il processo passando al digitale porta con sé un salto di qualità importante, che rende l’azienda più agile e snella attraverso la tecnologia.

Con il digitale possiamo rendere i processi più semplici e controllati, ridurre errori, raccogliere molte più informazioni, lavorare in modo integrato, collaborando in modo più sinergico con tutta la filiera, dai clienti ai fornitori, passando per i partner.

Sarà dunque il 2017 l’anno del digitale? Il quadro normativo è positivo e incentiverà sempre più questo percorso, le tecnologie sono disponibili, semplici e affidabili. Investire in trasformazione digitale, però, non significa solo introdurre una nuova tecnologia: in azienda entra una nuova cultura, cambia il modo di lavorare delle persone, cambia il modo di organizzare i processi e gestire le informazioni. Inoltre, deve cambiare il ruolo delle tecnologie e dei sistemi, che non sono più una “spesa necessaria”, ma un investimento strategico.

I nostri imprenditori conoscono il valore dell’innovazione, lo dimostrano ogni giorno con il loro successo nel mondo, e una volta dimostrato che il digitale crea valore, certamente lo sfrutteranno al meglio.


 Federico Leproux, amministratore delegato di Gruppo TeamSystem Fonte: http://bit.ly/2hR5lXE

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Da sinistra: Flavia Marzano, assessora Roma Semplice; Federica Chiavaroli, Sottosegretario di Stato alla Giustizia; Carlo Mochisismondi, presidente Forum PA; Giampiero Dalia, senatore e presidente Commissione Parlamentare per le Questioni regionali
Cosimo Maria Ferri, Sottosegretario di Stato alla giustizia,
La platea dei partecipanti
Sergio Alberto Codella, avvocato e Segretario Generale Aidr
MAMME IN PARLAMENTO - CAMERA DEI DEPUTATI
Il nuovo sistema degli appalti pubblici: regole, processi e tecnologie (8 ist,0 cat)
Da sinistra: Massimo La Camera, CEO Tecnoter e Mauro Rosario Nicastri, Presidente AIDR
Giuseppe De Lucia, relazioni istituzionali Ericsson e Rosangela Cesareo, blogger.

Notizie e Comunicati correlati

Mauro Nicastri
E-government: la rivoluzione (digitale) non è un pranzo di gala. Mauro Nicastri, dell’Agenzia per l’Italia Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è anche presidente e fondatore dell’Associazione Italian Digital ....
mer 25 apr, 2018
Mauro Nicastri
AIDR (associazione italian digital revolution), rappresentata dal presidente Mauro Nicastri, partecipa alla presentazione del Premio Racconti nella rete (www.raccontinellarete.it), giovedì 12 aprile, alla Biblioteca Europea di Roma, in via Savoia ....
ven 06 apr, 2018

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Gi Group
ISWEB - INTERNET SOLUZIONI
EIDEMON
G.& F. Software s.r.l
Biesse Medica S.r.l.
Consorzio Stabile DEA
Randstad
Iet Group
Tesav
SIELTE
Service Tech
RESI Informatica S.p.A.
Pro Q
Tecnoter
WhereApp
BNova
Echopress
DGS

Accordi di collaborazione

UNITELMA SAPIENZA
Macchioni Comunications
SCHOLAS
A.P.S.P.
Adiconsum
API
LILT - LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI
Anaip
Ambiente e Società
VmWay
LABOS
I sud del mondo
Racconti nella rete
FAMILY SMILE
Fare Calabria
Consorzio Vini Mantovani

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589