Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » La strategia di Milano per migliorare l'approccio digitale della città

La strategia di Milano per migliorare l'approccio digitale della città

Milano
30-10-2016

Il Comune di Milano ha presentato il suo piano. Prima regola: copiare gli esempi virtuosi delle grandi città del mondo.

Copiare dall’Irlanda il fascicolo digitale del cittadino, da Barcellona il portale unico online, da Parigi l’approccio agli open data, da New York la mappatura degli immobili. 

La strategia del Comune di Milano per migliorare il proprio approccio al digitale è chiara: studiare gli esempi di chi lavora bene all’estero e prendere spunti. “Io per primo cerco di mantenere rapporti con le principali città del mondo, per avere contatti, conoscenza delle loro esperienze, farci aiutare.

Per spendere di meno e fare più in fretta”, ha spiegato il sindaco Giuseppe Sala durante una conferenza stampa. Non per nulla già a fine novembre arriverà una delegazione da New York e il Comune organizzerà una riunione con i principali attori del mondo digitale milanese per confrontarsi su vari temi

“Milano è la città più smart d’Italia. Ora tocca confrontarsi con il resto del mondo”, ha aggiunto l’assessore alla trasformazione digitale e servizi civici Roberta Cocco. Ma cosa significa concretamente? Innanzitutto una rivoluzione interna: “È inaccettabile e inefficace che il Comune abbia 185 diversi database.

Bisogna razionalizzare e uniformare”, ha detto Sala. Per non parlare della carta: “Oggi solo il 5% dei documenti è digitale”, ha rivelato l’assessore, “ bisogna avviare un piano di archiviazione digitale”. I cambiamenti coinvolgeranno ovviamente anche i cittadini: si punta a una piattaforma unica online, per superare i 25 portali oggi esistenti online.

Gaia Berruto

Fonte: http://bit.ly/2eUtEEa

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Da sinistra: Andrea Bisciglia, Francesco Saverio E. Profiti, Stefano Van Der Byl, Pier Luigi Bartoletti,
Il nuovo sistema degli appalti pubblici: regole, processi e tecnologie (8 ist,0 cat)
Federica Meta, giornalista Corriere delle Comunicazioni
Maria Antonietta Spadorcia, Caposervizio Tg2 Rai
Da sinistra: Andrea Bisciglie, Maria Antonietta Spadorcia, Mauro Rosario Nicastri
Da destra: Paolo Sasso, Responsabile Procurement Enel Italia, Federica Meta, giornalista Corriere Comunicazione, Gianluca Maria Esposito, Ordinario Diritto Amministrativo Università di Salerno
La platea dei partecipanti
Platea

Notizie e Comunicati correlati

m
L'utilizzo delle nuove tecnologie, dei digital media e la diffusione della cultura attraverso il web è alla base dell’accordo di collaborazione sottoscritto dall’associazione Italian Digital Revolution (www.aidr.it) e dalla testata ....
mer 04 lug, 2018
NICASTRI-MANFUSO
Stretta di mano tra Mauro Nicastri e Sara Manfuso, rispettivamente presidenti delle associazioni "Italian Digital Revolution" (www.aidr.it) e "iocosì", dopo la firma di un'importante protocollo d'intesa. L'accordo prevede una sinergia tra il ....
gio 28 giu, 2018

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Accordi di Collaborazione

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589