Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Assintel: mercato IT a +3,1%. Tutto merito della digital transformation

Assintel: mercato IT a +3,1%. Tutto merito della digital transformation

v
27-10-2016

Iot, Customer journey, Big Data e Cyber security le quattro "voci" di maggior successo. La spesa in tecnologie cresce in tutte le industry ma la PA continua a restare il fanalino di coda. Buone notizie per il 2017: i budget sono in aumento.

Internet of Things, progetti di Customer Journey, Big Data e Cyber Security: sono questi i quattro assi della rivoluzione digitale all’italiana. È quanto emerge dall’edizione 2016 del Rapporto Assintel secondo cui il mercato IT non solo è uscito dalla crisi ma ha messo a segno una crescita del 3,1%, trainato dagli investimenti legati alla cosiddetta trasformazione digitale.

La principale novità 2016 – evidenzia l’associazione presieduta da Giorgio Rapari – sono i “digital enablers”, iniziative di punta della trasformazione digitale “che fungono da incudine per l’evoluzione del business aziendale”: valgono 7,4 miliardi di euro con un tasso di crescita del +16% rispetto al 2015. È l’Internet of things a registrare le migliori performance di crescita, +22%, seguito da progetti di Customer Journey (+13,6%), Big Data (+16,2%) e Cyber Security (+6,1%).

L’elemento di maggior novità per il mercato è dato quest’anno dai cosiddetti “Digital Enablers”. In ambito software stanno inoltre registrando una crescita record il Digital Marketing (+31,2%), la Business Intelligence (+13,6%), il Cloud Computing (+19,5%) e il Mobile Enterprise (+13%).

Stando alle rilevazioni di Assintel al netto degli enti locali – che restano al palo in quanto a investimenti – la spesa IT è una voce crescente per pressoché tutte le industry di mercato. Utility e Assicurazioni i comparti più “attivi”, entrambi a +4,9%, seguiti da Trasporti e Logistica (+4,8%), Banche (+3,6%), Tlc (+3,4%) e Industria (+3,7%). Il Commercio/Distribuzione/Servizi riemerge con un +2,6%, e con essi va sottolineata la crescita parallela dell’eCommerce B2C: +17,2% quest’anno, vale oltre 19 miliardi di euro, trascinato dagli 8 miliardi e mezzo del Turismo e dalla rapida ascesa di del Food (+102,5%) e di Moda e abbigliamento (+44,9%). Tutto ciò si riflette anche nell’inversione di tendenza del settore Consumer (+1,4%), conseguenza diretta del diffondersi del digital lifestyle.

Luci e ombre invece restano nei mercati collegati alla PA: se torna a crescere la spesa legata alla PA Centrale (+2,3%) e alla Sanità (+1,9%), restano come fanalino di coda gli Enti Locali (-2,1%).

Ma cosa accadrà di qui ai prossimi 12 mesi? Assintel ha intervistato a tal proposito 1000 Responsabili IT di aziende End User e l’analisi evidenzia che nel 2016 è aumentata la spesa in nuovi progetti di innovazione per il 49% dei rispondenti, ma parallelamente l’altro 34% del campione dichiara che il budget IT complessivo è sceso. Buone notizie però per il 2017: diminuisce il numero di aziende che dichiara di contrarre i propri investimenti in innovazione (24% del campione) mentre aumenta la percentuale di chi dichiara che aumenterà il proprio budget (sono il 34%). Il 14% degli intervistati è “virtuoso” perché investe più del 3% in IT, ma il 30% del campione resta drammaticamente sotto l’1%.

 

Mila Fiordalisi

Fonte: http://bit.ly/2eJO95L
 

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Da sinistra: Mauro Rosario Nicastri, Stefano Van Der Byl, Pier Luigi Bartoletti, Massimo Casciello, Maria Antonietta Spadorcia, Maria Capalbo, Andrea Bisciglia, Vincenzo Panella, Massimo Vitali
I relatori e i partecipanti al convegno
Il nuovo sistema degli appalti pubblici: regole, processi e tecnologie (8 ist,0 cat)
Sottosegretario alla giustiza Cosimo Ferri
Il nuovo sistema degli appalti pubblici: regole, processi e tecnologie (4 ist,0 cat)
Maurizio Fedele, Mauro Nicastri, Federica Chiavaroli, Arturo Siniscalchi e Fabio Ranucci.
Sergio Alberto Codella, avvocato e Segretario Generale Aidr, a destra Valentina Nucera, medico e socio Aidr
Il nuovo sistema degli appalti pubblici: regole, processi e tecnologie (1 ist,0 cat)

Notizie e Comunicati correlati

Mauro Nicastri
E-government: la rivoluzione (digitale) non è un pranzo di gala. Mauro Nicastri, dell’Agenzia per l’Italia Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è anche presidente e fondatore dell’Associazione Italian Digital ....
mer 25 apr, 2018
Mauro Nicastri
AIDR (associazione italian digital revolution), rappresentata dal presidente Mauro Nicastri, partecipa alla presentazione del Premio Racconti nella rete (www.raccontinellarete.it), giovedì 12 aprile, alla Biblioteca Europea di Roma, in via Savoia ....
ven 06 apr, 2018

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Gi Group
ISWEB - INTERNET SOLUZIONI
EIDEMON
G.& F. Software s.r.l
Biesse Medica S.r.l.
Consorzio Stabile DEA
Randstad
Iet Group
Tesav
SIELTE
Service Tech
RESI Informatica S.p.A.
Pro Q
Tecnoter
WhereApp
BNova
Echopress
DGS

Accordi di collaborazione

UNITELMA SAPIENZA
Macchioni Comunications
SCHOLAS
A.P.S.P.
Adiconsum
API
LILT - LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI
Anaip
Ambiente e Società
VmWay
LABOS
I sud del mondo
Racconti nella rete
FAMILY SMILE
Fare Calabria
Consorzio Vini Mantovani

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589