Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Semplice». Nasce l'app dedicata alle Pmi (ancora poco) digitali

Semplice». Nasce l'app dedicata alle Pmi (ancora poco) digitali

2
10-10-2016

Sviluppata dalla Agema di Milano, permette a piccoli commercianti e imprenditori di farsi conoscere sul web stringendo un contatto diretto con i propri clienti. 

 

L’idea sarebbe quella di digitalizzare l’indigitalizzabile: un’autofficina di riparazioni, un negozio di parrucchiere, una gastronomia. Il tutto attraverso un’app. Semplice da usare, estremamente flessibile, economicamente sostenibile nella sua gestione e, soprattutto, strategicamente rivolta all’esterno: un modo smart, insomma, per fidelizzare, informare, creare commitment e proporre offerte a clienti vecchi e nuovi.

 

L’applicazione che mancava

L’app esiste già. E, guarda caso, si chiama «Semplice». A implementarla è stata Agema di Milano, oltre cent’anni di storia nel settore delle arti grafiche , della fotografia, della stampa e, più recentemente, della consulenza digitale sino alla comunicazione 4.0. «L’app — spiega Ettore Marazzi ceo di Agema e quarta generazione di una famiglia che alla comunicazione ha dedicato tutta la propria vita — è stata innanzitutto creata per facilitare il lavoro nella nostra azienda: dalla lettura delle mail interne all’organizzazione degli spazi per incontri, riunioni e conferenze fino alla gestione delle trasferte e dei rapporti con clienti e fornitori. L’abbiamo creata, poi nel tempo l’abbiamo affinata e, infine, abbiamo deciso di proporla ai nostri clienti in versione personalizzata. Ora è finalmente pronta per andare sugli store di Apple, Google e Android».

L'azienda
Agema, da sola, meriterebbe una tesi di laurea in Storia dell’industria. Innanzitutto per la sede — dal 1910 saldamente nell’unico palazzone liberty di piazzale Loreto i cui interni sono stati ridisegnati dalla matita di Gae Aulenti — e poi per la (lunghissima) lista di clienti: le banche, le multiutility, le griffe di moda. Ettore Marazzi, che guida l’impresa di famiglia insieme alla sorella Margherita, si definisce «uno stampatore diventato comunicatore globale». Quindi, a ben vedere, l’Agema è la cosa più lontana da ciò che l’immaginario collettivo affianca a una tipografia. E il motivo, forse, è che, oltre ai biglietti da visita e ai poster pubblicitari, qui da anni si stampano pezzi di carta un po’ particolari: gli assegni bancari di 304 istituti di credito e i codici a cinque cifre dei pin di bancomat e carte di credito. Ne vengono prodotti 44 mila al giorno attraverso un algoritmo che li stampa su una bobina di carta che pesa 600 chilogrammi. «È una nicchia di mercato ad alto contenuto tecnologico — ragiona Marazzi —. Praticamente innovare è il nostro pane quotidiano».

Il salto digitale 

Da qui al digitale, dunque, il passo è stato breve. «Semplice App — prosegue l’imprenditore — è l’ultima nata di casa, ma ci crediamo molto. Siamo convinti che possa essere una soluzione efficace per il mondo delle Pmi e delle micro-imprese che si sta affacciando alla smart economy magari con un pizzico di ritardo rispetto ai grandi gruppi». All’app ci sta lavorando a tempo pieno Enrico Bigatti, account department chief di Agema: «L’applicazione in realtà è un framework declinabile su varie tipologie di clienti — racconta Bigatti —. Può servire a un caldaista come a un gommista come a un panettiere o alla parrucchiera. Costa poco (circa 750 euro nella configurazione standard più 89 euro di manutenzione annua) e, soprattutto, è di totale proprietà del cliente. Il che significa che quest’ultimo non dovrà sottoscrivere un abbonamento e avrà sempre il possesso dei suoi dati».

 

Il test

Corriere Innovazione ha potuto giocare un po’ con l’app in anteprima. Le opzioni sono parecchie e tutte utili — c’è il calendario degli eventi, c’è una casella di posta dedicata, c’è un area dedicata all’ecommerce, ci sono le liste dei prodotti aggiornate —. Lo sforzo dell’equipe di Agema è chiaro: facilitare i contatti fra imprenditore e clientela attraverso la tecnologia mobile. «L’idea —conclude Bigatti — è che l’imprenditore acquisti l’app personalizzata e poi la distribuisca gratuitamente ai propri clienti, così potranno prenotare un servizio, pagare un trattamento ed essere informati su tutto ciò che succede in negozio, dalle promozioni a i nuovi arrivi, attraverso gli alert». Un’opportunità, insomma, per il pulviscolare modo della piccola e piccolissima impresa di farsi conoscere sul web. Digitalizzando ciò che fino a oggi si credeva indigitalizzabile.

Massimiliano Del Barba

Fonte: http://bit.ly/2dA7GH0


Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Da sinistra: Francesco Saverio E. Profiti, Stefano Van Der Byl, Pier Luigi Bartoletti, Massimo Casciello, Andrea Bisciglia, Maria Antonietta Spadorcia, Mauro Rosario Nicastri, Maria Capalbo, Vincenzo Panella, Massimo Vitali
Da sinistra: Cinzia Dato, Amedeo Scornaienchi, Mauro Nicastri, Carlo De Masi, Giuseppe Scanni
Cosimo Maria Ferri, Sottosegretario di Stato alla giustizia, Mauro Rosario Nicastri, Presidente AIDR, Maria Antonietta Spadorcia, Cposervizio Tg2 Rai
Da sinistra: Rosangela Cesareo, socia Aidr, Jolanda Restano Ricercatrice Farmaceutica, Alberto Chalon Direttore Generale Qwant.com, Federica Piccinini, influencer e blogger, On Enza Bruno Bossio, Davide D'Amico, dirigente Miur e socio Aidr
Vittorio Zenardi, Responsabile Sito e Social Media AIDR
Da sinistra: Maria Antonietta Spadorcia, Rosangela Cesareo, Cristiana Luciani, Elena Barbieri
Da destra: Paolo Sasso, Responsabile Procurement Enel Italia, Federica Meta, giornalista Corriere Comunicazione, Gianluca Maria Esposito, Ordinario Diritto Amministrativo Università di Salerno
Alcuni soci AIDR

Notizie e Comunicati correlati

Mauro Nicastri
E-government: la rivoluzione (digitale) non è un pranzo di gala. Mauro Nicastri, dell’Agenzia per l’Italia Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è anche presidente e fondatore dell’Associazione Italian Digital ....
mer 25 apr, 2018
Mauro Nicastri
AIDR (associazione italian digital revolution), rappresentata dal presidente Mauro Nicastri, partecipa alla presentazione del Premio Racconti nella rete (www.raccontinellarete.it), giovedì 12 aprile, alla Biblioteca Europea di Roma, in via Savoia ....
ven 06 apr, 2018

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Gi Group
ISWEB - INTERNET SOLUZIONI
EIDEMON
G.& F. Software s.r.l
Biesse Medica S.r.l.
Consorzio Stabile DEA
Randstad
Iet Group
Tesav
SIELTE
Service Tech
RESI Informatica S.p.A.
Pro Q
Tecnoter
WhereApp
BNova
Echopress
DGS

Accordi di collaborazione

UNITELMA SAPIENZA
Macchioni Comunications
SCHOLAS
A.P.S.P.
Adiconsum
API
LILT - LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI
Anaip
Ambiente e Società
VmWay
LABOS
I sud del mondo
Racconti nella rete
FAMILY SMILE
Fare Calabria
Consorzio Vini Mantovani

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589