Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » WhatsApp, ora puoi taggare un amico nella chat di gruppo

WhatsApp, ora puoi taggare un amico nella chat di gruppo

www.aidr.it
23-09-2016

Basterà digitare una @ nella conversazione di gruppo e immediatamente all'utente verrà notificato il tag. Il destinatario del tag riceverà l'aggiornamento anche se avrà silenziato la chat. Un'opzione che potrebbe non piacere. 


Continua ad aggiornarsi l'applicazione di WhatsApp. Adesso è possibile anche taggare gli amici in una chat di gruppo. Come? Basterà scrivere una @ nella conversazione, comparirà sullo schermo un elenco con tutti i nomi dei partecipanti della chat, si potrà così selezionare la persona che si vuole taggare nel messaggio e la notifica arriverà al destinatario. Una novità disponibile per iOS e Android, ma non ancora sulla versione desktop.

Ma non è tutto. È possibile infatti taggare anche più contatti in un unico messaggio e il tag funziona anche con utenti che non sono salvati nella rubrica, ma che comunque fanno parte della stessa chat di gruppo. La notifica arriverà anche se l'utente aveva silenziato quel gruppo in precedenza. Un'invadenza che potrebbe non essere gradita a tutti gli utenti, pensata in realtà come scorciatoia per evitare di seguire l'intera conversazione e di ''scrollare'' tutta la conversazione, decidendo al volo se interagire o meno con il gruppo. In sintesi, se gli amici ti taggano o si parla ''di'' te o ''con'' te.

Ma questo è soltanto l'ultimo aggiornamento della popolare app di chat. WhatsApp al momento permette di condividere foto, filmati, file, contatti e link. Ultime novità, in ordine cronologico e attualmente in uso, la chat criptata, la crittografia end-to-end, l'introduzione dell'applicazione anche per computer e web. Ma a giugno erano già state annunciate altre funzioni. Tra queste, anche una sorta di segreteria telefonica per lasciare un messaggio vocale a un contatto già occupato in altra conversazione. Nonché la possibilità di condividere file musicali, scegliendo sia tra quelli presenti nella memoria locale dello smartphone, sia tramite Apple Music. Oltre all'introduzione di emoji più grandi per ampliare la gamma di emozioni da trasmettere via social.

Meno entusiasmante, almeno per quanto riguarda la privacy, la scelta di legare sempre più il servizio di messaggistica a Facebook con la condivisione del numero di cellulare degli utenti WhatsApp. La piattaforma, come fa sapere la società 
Facebook Inc., non avrà però nessun accesso ai contenuti pubblicati nelle varie chat.

Già da tempo si parla dell'intenzione da parte degli sviluppatori di introdurre la possibilità di

chiamate di gruppo, seguendo in parte il modello Skype, e una delle ipotesi più concrete è che starebbero lavorando su invio e ricezione dei file compressi, per dare così la possibilità agli utenti di condividere più documenti in una cartella compressa.

 

Redazione Repubblica.it

 

Fontehttp://www.repubblica.it/tecnologia/social-network/2016/09/21/news/da_oggi_what_s_up_permette_di_taggare_gli_amici-148228856/

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Da sinistra: Francesco Saverio E. Profiti, Stefano Van Der Byl, Pier Luigi Bartoletti, Andrea Bisciglia, Maria Antonietta Spadorcia, Mauro Rosario Nicastri, Vincenzo Panella,
Arturo Siniscalchi, vice presidente AIDR.
Da sinistra: Mauro Draoli, Agenzia per l'Italia Digitale, Carlo De Masi, Presidente Adiconsum, Federica Meta, Giornalista Corriere delle Comunicazioni, Ciro Cafiero, Giuslavorista, Andrea Napoletano, Avvocato direzione Legale ANAS S.p.A. Amedeo Scornaienc
La platea dei partecipanti
Da sinistra verso destra: Mauro Nicastri, Presidente AIDR, Arturo Siniscalchi, Vicepresidente AIDR, Dirigente Formez PA
Da sinistra: Flavia Marzano, assessora Roma Semplice; Federica Chiavaroli, Sottosegretario di Stato alla Giustizia; Carlo Mochisismondi, presidente Forum PA; Giampiero Dalia, senatore e presidente Commissione Parlamentare per le Questioni regionali
On. Fabrizio Di Stefano
Federica Meta, giornalista Corriere delle Comunicazioni

Notizie e Comunicati correlati

Rai
Il passaggio al digitale diverrà prima o poi per tutti un passo obbligato. La Rai ha scelto di giocare un po’ in anticipo, decidendo di investire sul digitale e di implementare una rete nazionale entro brevi periodi Prima è toccato ....
mer 18 apr, 2018
documenti
Solo pochi commercialisti hanno optato finora per la conservazione digitale. Le cose sono destinate a cambiare con l’introduzione dell’obbligo 2019 della fatturazione elettronica B2B. Vediamo come. Ma occorre ancora approfondire l’impatto ....
mar 17 apr, 2018

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Gi Group
ISWEB - INTERNET SOLUZIONI
EIDEMON
G.& F. Software s.r.l
Biesse Medica S.r.l.
Consorzio Stabile DEA
Randstad
Iet Group
Tesav
SIELTE
Service Tech
RESI Informatica S.p.A.
Pro Q
Tecnoter
WhereApp
BNova
Echopress
DGS

Accordi di collaborazione

UNITELMA SAPIENZA
Macchioni Comunications
SCHOLAS
A.P.S.P.
Adiconsum
API
LILT - LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI
Anaip
Ambiente e Società
VmWay
LABOS
I sud del mondo
Racconti nella rete
FAMILY SMILE
Fare Calabria
Consorzio Vini Mantovani

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589