Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » App: il 49% degli utenti Usa non ne scarica più di nuove

App: il 49% degli utenti Usa non ne scarica più di nuove

www.aidr.it
17-09-2016

La metà degli utenti americani non scarica più nuove app, più della metà dei nuovi download da parte del 13% di heavy users. 

 

 

Mercato delle app in rallentamento negli Usa, dove la metà dei possessori di smartphone non scarica più nemmeno una app nuova al mese. Lo rende noto l’ultima rilevazione di ComScore, secondo cui il restante 51% degli utenti scarica in media 3,5 nuove app mensili.

Il 24% ne scarica una o due al mese.

Tra l’altro, più della metà delle nuove app scaricate è frutto del download del 13% degli utenti più attivi, che in media scaricano fra le 5 e le 8 nuove app al mese.

 

comscore_install_rates-1024x594

 

 

Dopo il boom dei primi tempi, il trend del mercato delle app sembra in frenata ormai da un paio d’anni. Due anni fa un analogo report di ComScore registrava che soltanto il 33% circa dei possessori di smartphone non scaricava nemmeno una app al mese.

Il nuovo trend è scaricare le app nuove e conservarle in memoria, anche se l’utilizzo reale è limitato ad una rosa ristretta di applicazioni.

C’è da dire però che i dati non sono concordanti. Secondo altre fonti, ad esempio la società di mobile app advertising Tune, nel trimestre che termina a giugno il 75% dei consumer americani scarica almeno una app al mese.

 

Paolo Anastasio

Fontehttps://www.key4biz.it/app-il-49-degli-utenti-usa-non-ne-scarica-piu-di-nuove/

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Da sinistra verso destra: Anna Testa, Cisco e Girls in Tech Italy; Menia Cutrupi, CEO Dream Lab; Filomena Tucci (AIDR); Paola Di Rosa, Fondatrice At Factory; Alessandra Graziosi, Scholas Occurrentes
Da sinistra: Vittorio Zenardi, Sergio Alberto Codella, Mauro Nicastri, Flavia Marzano, Arturo Siniscalchi, Maurizio Fedele e Fabio Ranucci
Luigi Consoli, segretario generale del Tar del Lazio, Alberto Tucci avvocato penalista, Simone Rossi, esperto in organizzazione giudiziaria di Agenda Digitale Giustizia
Maria Antonietta Spadorcia, Caposervizio Tg2 Rai, Isabella Mori, Membro della Direzione Nazionale di Cittadinanzattiva per le politiche nazionali su trasparenza e corruzione
Da sinistra: Mauro Draoli, Agenzia per l'Italia Digitale, Federica Meta, Giornalista Corriere delle Comunicazioni, Ciro Cafiero, Giuslavorista
Premiazione "Rating di legalità" AIDR
Premiazione "Rating di legalità" AIDR
Premiazione "Rating di legalità" AIDR

Notizie e Comunicati correlati

a
Domicilio digitale, non significa solo “da oggi le multe del comune arrivano nella tua casella di posta elettronica”. Far passare questa comunicazione sarebbe un errore gravissimo.  In attesa della realizzazione dell’Anagrafe nazionale ....
dom 15 lug, 2018
 Acquisizioni tecnologiche: l’Europa vende, la Cin
Cambia la pubblicità degli operatori per le offerte Internet. L’Autorità per le Comunicazioni (Agcom) ha infatti approvato una delibera che obbliga gli operatori a fare chiarezza nei confronti dei consumatori. E così chi offre ....
sab 14 lug, 2018

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Accordi di Collaborazione

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589