Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Professioni ICT, accordo tra Unitelma Sapienza e AIDR per formare nuove figure digitali

Professioni ICT, accordo tra Unitelma Sapienza e AIDR per formare nuove figure digitali

12-09-2017
Nicastri Avvallone

I nuovi professionisti dell’ICT sono, e saranno sempre più, multidisciplinari, esperti di settori e di processi. Tra loro emergono, ad esempio, figure come:

• l’account manager, addetto alle relazioni con i clienti per favorire la vendita di hardware e servizi di telecomunicazioni o ICT;
• il business analyst, che individua aree dove sono necessari cambiamenti del sistema informativo;
• il chief information officer (CIO), che definisce la governance e la strategia ICT;
• il project manager, capo progetto per raggiungere la performance ottimale;
• il network specialist, che opera sul sistema di informazioni in rete per risolvere problemi e assicurare definiti livelli di servizio.

Per tenere conto di questo scenario il Rettore dell’Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza, Francesco Avallone, e il Presidente dell’Associazione Italian Digital Revolution, Mauro Nicastri, hanno siglato un memorandum d’intesa allo scopo di attivare concrete collaborazioni riguardanti ambiti formativi, in particolare attraverso l’organizzazione di workshop e corsi di aggiornamento finalizzati allo sviluppo professionale delle figure previste, nel settore ICT, dalle norme UNI e dalle recenti linee guida AGID.

La partnership prevede inoltre azioni mirate per la diffusione della cultura digitale con l’obiettivo strategico, anche attraverso studi e ricerche, di favorire una stretta cooperazione tra il settore pubblico e quello privato sui temi ICT, ponendo al centro la qualità e l’efficacia delle iniziative, che saranno rese fruibili via web attraverso progetti caratterizzati da metodologie didattiche innovative.

L’intento è quello di pianificare e realizzare “percorsi formativi mirati alla creazione di un portfolio di iniziative specifiche, destinato alle figure professionali che operano in settori diversi”, nel campo “delle tecnologie legate alla digitalizzazione dei processi produttivi e dei servizi a questi connessi”, con il coinvolgimento di docenti qualificati, provenienti dal mondo professionale e accademico, proposti da AIDR e da Unitelma Sapienza che metteranno in campo la propria rete di relazioni per promuovere e diffondere a livello nazionale le iniziative realizzate congiuntamente.

“Siamo a un punto di svolta – spiega Francesco Avallone – in quanto l’adozione di una cultura digitale si sta rapidamente diffondendo attraverso una sempre maggiore consapevolezza, da parte delle persone, delle potenzialità legate agli strumenti e alle procedure informatiche per garantire una migliore qualità della vita ed una più efficace produttività lavorativa. Questo comporta un rapido sviluppo delle professionalità legate al mondo ICT che implica necessariamente una reale qualità degli interventi formativi certificabili, costruendo competenze aderenti a standard internazionali ormai consolidati e maturi. Riteniamo che la partnership con AIDR sia utile per affrontare le sfide di un futuro che è già qui e che richiederà, per affrontarlo, competenze multidisciplinari: tecnologiche, organizzative e relazionali”.

“Puntiamo alla formazione per riqualificare anzitutto il personale della pubblica amministrazione e delle imprese – afferma Mauro Nicastri –, sostenendo anche i disoccupati nell’acquisizione di competenze tecnologiche indispensabili a costruire un futuro per l’accesso alle professioni ICT secondo quanto previsto dalle norme nazionali e internazionali e dalle linee guida emanate dall’Agenzia per l’Italia digitale. Inoltre in autunno presenteremo il nostro programma di corsi di formazione preparato in collaborazione con le aziende, le associazioni e le fondazioni partner dell’AIDR”.
 

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

AIDR e Fattore Mamma
Inaugurazione Centro di Ricerca "DiTES"
Premiazione "Rating di legalità" AIDR
Da sinistra: Mauro Rosario Nicastri, Stefano Van Der Byl, Pier Luigi Bartoletti, Massimo Casciello, Maria Antonietta Spadorcia, Maria Capalbo, Andrea Bisciglia, Vincenzo Panella, Massimo Vitali
La platea dei partecipanti
La rivoluzione digitale è donna?
Da sinistra: Mauro Draoli, Agenzia per l'Italia Digitale, Carlo De Masi, Presidente Adiconsum, Federica Meta, Giornalista Corriere delle Comunicazioni, Ciro Cafiero, Giuslavorista
I partecipanti al Convegno MAMME IN PARLAMENTO

Notizie e Comunicati correlati

RAFFAELE BARBERIO
Fare fusioni tra autorità può essere utile e fa risparmiare. Ma attenzione, perché operazioni di apparente ottimizzazione possono invece prestarsi ad essere manipolate dagli interessi ciclopici delle poche oligarchie del digitale ....
mer 23 gen, 2019
fattura elettronica
Le due aziende presentano la soluzione congiunta STAMPA LA FATTURA ELETTRONICA dedicata alle PMI e ai professionisti per rispettare gli imminenti obblighi di legge. Canon e Credemtel hanno il piacere di annunciare il lancio sul mercato di una soluzione ....
mar 22 gen, 2019

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Accordi di Collaborazione

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589