Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Reuters: Dell Technologies pronta a tagliare 2-3 mila dipendenti

Reuters: Dell Technologies pronta a tagliare 2-3 mila dipendenti

aa
12-09-2016

Le sovrapposizioni tra le organizzazioni di Dell ed EMC porteranno a una riduzione del personale per le posizioni non tecnologiche. 

Dell Technologies ha voluto anche definirsi “una startup” all’indomani del completamento della fusione con EMC ma, secondo Reuters, all’orizzonte ci sono tagli di personale che da startup proprio non sono: tra duemila e tremila posizioni che dovrebbero scomparire già entro quest’anno. Si tratta secondo l’agenzia di posizioni perlopiù legate alle sedi statunitensi e in settori non tecnologici come la supply chain e l’amministrazione. 

Era d’altronde impossibile che due grandi aziende come Dell ed EMC si potessero combinare senza sovrapposizioni nelle rispettive organizzazioni. Anche perché tra la molte strade che Dell ha da subito segnalato di voler seguire per contenere l’impatto di un’acquisizione comunque molto onerosa ci sono anche i risparmi legati alle classiche sinergie fra azienda che compra e azienda acquisita, risparmi che in questo caso sono stati valutati in circa 1,7 miliardi di dollari nei primi 18 mesi dal completamento dell’acquisizione. 

Era d’altronde impossibile che due grandi aziende come Dell ed EMC si potessero combinare senza sovrapposizioni nelle rispettive organizzazioni. Anche perché tra la molte strade che Dell ha da subito segnalato di voler seguire per contenere l’impatto di un’acquisizione comunque molto onerosa ci sono anche i risparmi legati alle classiche sinergie fra azienda che compra e azienda acquisita, risparmi che in questo caso sono stati valutati in circa 1,7 miliardi di dollari nei primi 18 mesi dal completamento dell’acquisizione.
 

n

Non si risparmiano quasi due miliardi di dollari in questo modo senza tagli al personale e i numeri comunicati da Reuters sono tutto sommato plausibili per una Dell Technologies che nasce contando circa 140 mila dipendenti. Resta ovviamente da vedere se le prime previsioni su cui si basano le fonti di Reuters saranno mantenute. In altri casi non è stato effettivamente così e il numero è man mano cresciuto.

Dell non ha confermato a Reuters i tagli ma non li ha nemmeno smentiti. Il portavoce Dave Farmer ha dichiarato che “Ci saranno alcune sovrapposizioni che dovremo gestire e per cui ci sarà qualche riduzione di personale (…) Prevediamo che i maggiori ricavi supereranno qualsiasi taglio dei costi e la crescita di fatturato porta anche una crescita dei dipendenti“.


TechWeekEurope

​Fonte: http://www.techweekeurope.it/e-enterprise/reuters-dell-technologies-pronta-a-tagliare-2-3-mila-dipendenti-98168?utm_source=2016-09-12&utm_medium=email&utm_campaign=it_techweek&referrer=nl_it_techweek&t=8f0060fb9cb317b18f8f8c8a11e2ff7a1663409

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

La sala gremita del Convegno
Flavia Marzano assessore per la Roma Semplice, Ileana Fedele magistrato di Cassazione, Arturo Diaconale, componente del consiglio di amministrazione della Rai, Pasquale Liccardo direttore generale dei sistemi informativi del ministero della Giustizia, Mau
I relatori e i partecipanti al convegno
Arturo Siniscalchi, Vice Presidente AIDR
Alcuni soci AIDR
Da sinistra: Rosangela Cesareo, socia Aidr, Jolanda Restano Ricercatrice Farmaceutica, Alberto Chalon Direttore Generale Qwant.com, Federica Piccinini, influencer e blogger, On Enza Bruno Bossio, Davide D'Amico, dirigente Miur e socio Aidr
La platea dei partecipanti
Da destra: Paolo Sasso, Responsabile Procurement Enel Italia, Mauro Rosario Nicastri, Presidente AIDR, Federica Meta, giornalista Corriere Comunicazione, Gianluca Maria Esposito, Ordinario Diritto Amministrativo Università di Salerno

Notizie e Comunicati correlati

Rai
Il passaggio al digitale diverrà prima o poi per tutti un passo obbligato. La Rai ha scelto di giocare un po’ in anticipo, decidendo di investire sul digitale e di implementare una rete nazionale entro brevi periodi Prima è toccato ....
mer 18 apr, 2018
documenti
Solo pochi commercialisti hanno optato finora per la conservazione digitale. Le cose sono destinate a cambiare con l’introduzione dell’obbligo 2019 della fatturazione elettronica B2B. Vediamo come. Ma occorre ancora approfondire l’impatto ....
mar 17 apr, 2018

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Gi Group
ISWEB - INTERNET SOLUZIONI
EIDEMON
G.& F. Software s.r.l
Biesse Medica S.r.l.
Consorzio Stabile DEA
Randstad
Iet Group
Tesav
SIELTE
Service Tech
RESI Informatica S.p.A.
Pro Q
Tecnoter
WhereApp
BNova
Echopress
DGS

Accordi di collaborazione

UNITELMA SAPIENZA
Macchioni Comunications
SCHOLAS
A.P.S.P.
Adiconsum
API
LILT - LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI
Anaip
Ambiente e Società
VmWay
LABOS
I sud del mondo
Racconti nella rete
FAMILY SMILE
Fare Calabria
Consorzio Vini Mantovani

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589