Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Reuters: Dell Technologies pronta a tagliare 2-3 mila dipendenti

Reuters: Dell Technologies pronta a tagliare 2-3 mila dipendenti

aa
12-09-2016

Le sovrapposizioni tra le organizzazioni di Dell ed EMC porteranno a una riduzione del personale per le posizioni non tecnologiche. 

Dell Technologies ha voluto anche definirsi “una startup” all’indomani del completamento della fusione con EMC ma, secondo Reuters, all’orizzonte ci sono tagli di personale che da startup proprio non sono: tra duemila e tremila posizioni che dovrebbero scomparire già entro quest’anno. Si tratta secondo l’agenzia di posizioni perlopiù legate alle sedi statunitensi e in settori non tecnologici come la supply chain e l’amministrazione. 

Era d’altronde impossibile che due grandi aziende come Dell ed EMC si potessero combinare senza sovrapposizioni nelle rispettive organizzazioni. Anche perché tra la molte strade che Dell ha da subito segnalato di voler seguire per contenere l’impatto di un’acquisizione comunque molto onerosa ci sono anche i risparmi legati alle classiche sinergie fra azienda che compra e azienda acquisita, risparmi che in questo caso sono stati valutati in circa 1,7 miliardi di dollari nei primi 18 mesi dal completamento dell’acquisizione. 

Era d’altronde impossibile che due grandi aziende come Dell ed EMC si potessero combinare senza sovrapposizioni nelle rispettive organizzazioni. Anche perché tra la molte strade che Dell ha da subito segnalato di voler seguire per contenere l’impatto di un’acquisizione comunque molto onerosa ci sono anche i risparmi legati alle classiche sinergie fra azienda che compra e azienda acquisita, risparmi che in questo caso sono stati valutati in circa 1,7 miliardi di dollari nei primi 18 mesi dal completamento dell’acquisizione.
 

n

Non si risparmiano quasi due miliardi di dollari in questo modo senza tagli al personale e i numeri comunicati da Reuters sono tutto sommato plausibili per una Dell Technologies che nasce contando circa 140 mila dipendenti. Resta ovviamente da vedere se le prime previsioni su cui si basano le fonti di Reuters saranno mantenute. In altri casi non è stato effettivamente così e il numero è man mano cresciuto.

Dell non ha confermato a Reuters i tagli ma non li ha nemmeno smentiti. Il portavoce Dave Farmer ha dichiarato che “Ci saranno alcune sovrapposizioni che dovremo gestire e per cui ci sarà qualche riduzione di personale (…) Prevediamo che i maggiori ricavi supereranno qualsiasi taglio dei costi e la crescita di fatturato porta anche una crescita dei dipendenti“.


TechWeekEurope

​Fonte: http://www.techweekeurope.it/e-enterprise/reuters-dell-technologies-pronta-a-tagliare-2-3-mila-dipendenti-98168?utm_source=2016-09-12&utm_medium=email&utm_campaign=it_techweek&referrer=nl_it_techweek&t=8f0060fb9cb317b18f8f8c8a11e2ff7a1663409

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

La platea dei partecipanti
Arturo Siniscalchi,  vice presidente AIDR dirigente di Formez, Mauro Nicastri, Presidente AIDR dirigente dell'Agenzia per l'Italia Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri,  Cataldo Calabretta, Avvocato
Rosangela Cesareo, Blogger e socia AIDR
Vittorio Zenardi, Responsabile Sito e Social Media AIDR
Da sinistra verso destra: Enza Bruno Bossio, parlamentare e componente Intergruppo Innovazione, Simona Vicari, Sottosegretario di Stato al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti; Filomena Tucci (AIDR); Maria Rosaria Scherillo, Vicepresidente Confi
Luigi Consoli, segretario generale del Tar del Lazio, Alberto Tucci avvocato penalista, Simone Rossi, esperto in organizzazione giudiziaria di Agenda Digitale Giustizia
Da destra: Paolo Sasso, Responsabile Procurement Enel Italia, Mauro Rosario Nicastri, Presidente AIDR, Federica Meta, giornalista Corriere Comunicazione, Gianluca Maria Esposito, Ordinario Diritto Amministrativo Università di Salerno
Da sinistra: Mauro Draoli, Agenzia per l'Italia Digitale, Carlo De Masi, Presidente Adiconsum, Federica Meta, Giornalista Corriere delle Comunicazioni, Ciro Cafiero, Giuslavorista, Andrea Napoletano, Avvocato direzione Legale ANAS S.p.A

Notizie e Comunicati correlati

a
Domicilio digitale, non significa solo “da oggi le multe del comune arrivano nella tua casella di posta elettronica”. Far passare questa comunicazione sarebbe un errore gravissimo.  In attesa della realizzazione dell’Anagrafe nazionale ....
dom 15 lug, 2018
 Acquisizioni tecnologiche: l’Europa vende, la Cin
Cambia la pubblicità degli operatori per le offerte Internet. L’Autorità per le Comunicazioni (Agcom) ha infatti approvato una delibera che obbliga gli operatori a fare chiarezza nei confronti dei consumatori. E così chi offre ....
sab 14 lug, 2018

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Accordi di Collaborazione

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589