Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Sanità digitale: a che punto siamo?

Sanità digitale: a che punto siamo?

19-02-2019
bisciglie

Il 2018 è stato un anno importante per la sanità italiana: è stato l’anno del quarantesimo anniversario della nascita del nostro Servizio Sanitario Nazionale, istituito con la Legge n. 833 del 1978.

In questi 40 anni si è verificata un'importante trasformazione demografica ed epidemiologica; nel 1958 gli over 65 rappresentavano il 12,7% della popolazione, oggi hanno raggiunto la quota del 22,6%.

I cittadini italiani hanno guadagnato quasi 10 anni di vita, raggiungendo un’aspettativa di vita media di 83,3 anni, pur sempre con importanti diseguaglianze territoriali, 84,2 anni in media nella Provincia di Firenze contro gli 80,8 anni nella Provincia di Caserta.

La mortalità per le principali patologie, quali malattie cardiovascolari, tumori e malattie respiratorie, è diminuita significativamente con un aumento delle prevalenze, indice di una aumentata cronicizzazione di queste malattie.

La spesa sanitaria pubblica pari, nel 2018, al 6,6% del PIL ed equivalente a 116 miliardi di euro, raggiungerà nel 2050 il valore di 213 miliardi di euro.

Per questo motivo Prevenzione e Innovazione sono i pilastri su cui rifondare l’organizzazione e il funzionamento del sistema sanitario per creare Valore per l’intero sistema, a partire dai cittadini.
Nell’ambito della Prevenzione è necessario definire strategie di promozione della buona salute, attraverso politiche e interventi negli ambienti di vita, scuola e lavoro.

Circa l'Innovazione occorre compiere maggiori sforzi per favorire la diffusione della digitalizzazione, delle attività e della gestione dei Big Data, per migliorare l'efficacia, l'efficienza e l'appropriatezza dei servizi erogati da sistema sanitario.

Eseistono però ancora ritardi nella digitalizzazione dei servizi sanitari, frutto anche di investimenti inadeguati negli anni.

Sappiamo che i giovani sono più sensibili alla prevenzione, ma oramai è crescente il numero di campagne di prevenzione che coinvolgono anche i non giovani; proprio questa domanda di servizi contribuisce all’aumento delle liste d’attesa, e ai giorni di oggi, in cui si fa sempre più attenzione a ottimizzare il tempo oltre che a controllare in ogni momento la propria salute e il proprio stile di vita, le app digitali sono il cuore pulsante della cura e della prevenzione nel mondo sanitario.

L'Osservatorio Sanità Digitale di AIDR per questo motivo continua il costante lavoro di proporre e favorire la digitalizzazione del mondo sanitario, in una reale integrazione tra pubblico e privato, rendendo più efficiente l’accesso alle cure e ottimizzando le risorse, per una migliore sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale.

Andrea Bisciglia, Cardiologo, responsabile Osservatorio Sanità Digitale di AIDR

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

I relatori e i partecipanti al convegno
Sergio Alberto Codella avvocato giuslavorista, Segretario Generale AIDR, Francesco Orsomarso avvocato civilista, Mauro Nicastri Presidente AIDR, Luigi Consoli, segretario generale del Tar del Lazio, Alberto Tucci avvocato penalista, Simone Rossi, esperto
Alcuni soci AIDR
Flavia Marzano assessore per la Roma Semplice, Ileana Fedele magistrato di Cassazione, Arturo Diaconale, componente del consiglio di amministrazione della Rai, Pasquale Liccardo direttore generale dei sistemi informativi del ministero della Giustizia, Mau
Da destra: Paolo Sasso, Responsabile Procurement Enel Italia, Mauro Rosario Nicastri, Presidente AIDR, Federica Meta, giornalista Corriere Comunicazione, Gianluca Maria Esposito, Ordinario Diritto Amministrativo Università di Salerno
Premiazione "Rating di legalità" AIDR
Da sinistra: Carlo De Masi, Presidente AUDIOCUNSUM; Mauro Rosario Nicastri, Presidente AIDR, Maria Antonietta Spadorcia, Caposervizio Tg2 Rai
Da sinistra: Mauro Rosario Nicastri, Francesco Saverio E. Profiti, Stefano Van Der Byl, Pier Luigi Bartoletti, Massimo Casciello, Andrea Bisciglia, Maria Antonietta Spadorcia, Maria Capalbo, Vincenzo Panella, Massimo Vitali

Notizie e Comunicati correlati

AIDR
Il ritorno di Xi Jinping a Roma, questa volta nella veste di Presidente cinese, si colloca in un contesto di rapporti bilaterali in continua crescita nel tempo nell’ambito del partenariato strategico italo-cinese sottoscritto il 5 ottobre del 1978. Già ....
lun 18 mar, 2019
Arturo Siniscalchi
Spesso li hanno definiti investitori alternativi ma gradualmente, anche nel mercato pubblicitario online, le piccole e medie imprese italiane sono riuscite a ritagliarsi un loro spazio considerevole. Per più motivi. E anzitutto perché una ....
lun 18 mar, 2019

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Accordi di Collaborazione

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589