Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Il ruolo della privacy nel processo civile in Italia

Il ruolo della privacy nel processo civile in Italia

17-10-2016
Privacy

Il processo di globalizzazione e l’incessante evoluzione dei mezzi tecnologici grazie all’uso planetario di Internet pongono problemi di sicurezza e di ordine pubblico che hanno fatto porre al centro della nostra esperienza giuridica e politica la tutela della privacy.

Nell’odierna società dell’informazione il concetto di privacy è inscindibilmente legato a quello di diritto alla protezione dei dati personali che, negli ultimi anni ha trovato cittadinanza all’interno di testi normativi nazionali ed internazionali. 

Ma di quanta protezione dei dati personali vi è oggi nei tribunali Italiani? L’esempio del malinteso diritto della privacy è tutto nella trasfigurazione plastica dell’estratto del ruolo delle udienze affisso sulla porta delle udienza di un noto tribunale di una regione importate dell’Italia.  Nel rigoroso rispetto della privacy, le cause sono individuate solo con il numero di iscrizioni a ruolo degli atti del contenzioso civile con il relativo anno di iscrizione. 

Tutto nel rispetto del diritto della privacy? Magari. Basta entrare nell’aula nella quale sono disseminati sui tavoli i fascicoli delle cause che saranno, chiamati in udienza, per rendersi conto che esse sono accessibili a tutti, parti testimoni, avvocati.

Un vero mercato della illegalità della privacy.    Se diritto alla privacy, come diritto diverso dal diritto alla protezione dei dati personali, punto di approdo di una lunga evoluzione concettuale che, nelle sue varie tappe, ha arricchito di significati un concetto – quello della privacy – che si è caratterizzato e che si caratterizza ancora oggi per la sua incessante mutevolezza contenutistica, ebbene tale significato nelle aule di giustizia è ignorato.

L’attuale nozione intesa come information privacy, deriva dello sviluppo sociale e tecnologico che ha imposto una rivisitazione del concetto tradizionale, prima, che la diffusione dei personal computer permettesse di raccogliere, organizzare e trasmettere una serie indistinta d’informazioni personali in modo veloce e per i fini più disparati, il diritto alla privacy andava a coincidere con il the right to be l’alone statunitense, il quale attribuiva all’individuo il diritto di essere lasciato in pace, indisturbato, di godere, così, di una sfera riservata al riparo dalle intrusioni da parte di esterni.

Almeno in questo significato residuale la prassi giudiziaria dovrebbe tenere conto ossia il diritto della protezione del dato giudiziario che nel nostro codice della privacy è qualificato come dato sensibile. Il lavoro da fare partendo dai tribunali è quindi molto.  

 

 

Dott. Giuseppe Gorga 

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

competenze digitale
Il percorso AGID di valorizzazione delle competenze digitali e di identificazione dei modelli di riferimento continua con l’aggiornamento delle “Linee Guida per la qualità delle competenze digitali nelle professionalità ICT” ....
mer 17 ott, 2018
SINISCALCHI
La digitalizzazione non è un processo fine a se stesso. Chiaro il messaggio del ministro per la Pubblica amministrazione, Giulia Bongiorno, la quale ha sottolineato che sotto questo aspetto “troppe volte sono state annunciate svolte immediate, ....
mar 07 ago, 2018

Eventi correlati

Festival del Fundraising
Dal 17-05-2017
al 19-05-2017
Luogo: Hotel Parchi del Garda Via Brusà 16-18 37017 Pacengo di Lazise (VR)
800 partecipanti per 80 workshop in 3 giorni per condividere idee, nuovi spunti e nuovi strumenti di raccolta fondi
Al TEDxRoma r5
Data: 08-04-2017
Luogo: Auditorium di via della Conciliazione Via della Conciliazione, 4, 00193 Roma
Al TEDxRoma 2017 immagineremo e progetteremo il futuro dei prossimi 20 anni. Il 2037 non è solo il futuro che regaliamo alle nuove generazioni, potremmo vederlo con i nostri occhi, viverlo attraverso le scelte che facciamo oggi e lì, nel 203

In questa pagina

Le nostre aziende

Accordi di Collaborazione

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589