Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Internet per il mercato immobiliare

Internet per il mercato immobiliare

3
10-10-2016

Per il comparto immobiliare, che forse più di altri risente della situazione economica attuale, stretta tra globalizzazione e recessione, e che si muove in un'arena competitiva feroce, le strategie di ingresso nel mercato e soprattutto quelle rivolte alla fidelizzazione del cliente diventano una priorità fondamentale per il successo - se non per la sopravvivenza stessa - del prodotto edilizio, dei servizi di intermediazione e degli operatori.


Occorre, quindi, studiare gli strumenti che potrebbero dare spunto alle nostre vendite. Perché non si vende più come nel 1980. Non stiamo sostenendo che fosse più facile. Era semplicemente diverso. 

Il mondo è cambiato, la geografia dei media anche. Nel 1980 – e fino a metà anni ’90 – dominava ancora il concetto di broadcasting, rappresentato magnificamente dalla TV delle origini: un palinsesto cristallizzato, pochi programmi, erogazione univoca “da uno a molti”. L’avvento di Internet, e poi dei social media, ha completamente rivoluzionato questo paradigma. 

 

In questo contesto, il web può aiutare gli operatori a esprimere il pieno potenziale del loro prodotto e dei loro servizi e a relazionarsi in modo proficuo con i clienti. Recenti ricerche di mercato evidenziano che, negli ultimi anni, più dell’80% dei potenziali acquirenti inizia la propria ricerca di una casa online. 

 

Un dato destinato ad aumentare, sia perché i nativi digitali utilizzano la rete come strumento preferenziale di ricerca, sia perché il mercato sta diventando sempre più globale ed è evidente che gli acquirenti non hanno facile accesso a tutti quegli strumenti di marketing “locale” rientranti in quella che possiamo definire “pubblicità tradizionale” (cartelli vetrina, brochure, pubblicità cartacea, etc.). 

 

Se quindi la lontananza geografica o la mancanza di tempo non permettono le classiche visite di persona, la prima cernita, per forza di cose, sarà basata su impressioni ricavate dai contenuti di foto e video che, oggi più che mai, assumono la maggiore importanza nella presentazione delle proprietà. 

 

Ma realizzare fotografie e/o video e montare il tutto è solo il primo passaggio. La parte fondamentale diventa poi la distribuzione del prodotto finale. È qui che si evidenzia l’importanza di tutti social media (Youtube, Facebook, e Instagram, ecc.) per sfruttare al meglio le caratteristiche di ognuno.

 

Da questa breve analisi emerge che il marketing, le vendite e le relazioni con i clienti stanno cambiando anche nel settore immobiliare. E allora perché non puntare – all’interno di ogni agenzia o di ogni realtà immobiliare organizzata - ad avere una propria strategia digitale?

Il digitale è un lavoro, è un canale, è il nuovo canale.

 

Davide Capogrosso

Osservatorio Immobiliare Digitale AIDR


Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Flavia Marzano assessore per la Roma Semplice, Ileana Fedele magistrato di Cassazione, Arturo Diaconale, componente del consiglio di amministrazione della Rai, Pasquale Liccardo direttore generale dei sistemi informativi del ministero della Giustizia, Mau
Mauro Nicastri, Presidente AIDR dirigente dell'Agenzia per l'Italia Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e il vice presidente AIDR Arturo Siniscalchi, dirigente di Formez
Da sinistra: Rosangela Cesareo, socia Aidr, Jolanda Restano Ricercatrice Farmaceutica, Alberto Chalon Direttore Generale Qwant.com, Federica Piccinini, influencer e blogger, On Enza Bruno Bossio, Davide D'Amico, dirigente Miur e socio Aidr
I relatori e i partecipanti al convegno
Sergio Codella avvocato, Segretario Generale AIDR;  il vice presidente AIDR Arturo Siniscalchi, Mauro Nicastri, Presidente AIDR, Cataldo Calabretta, avvocato,Valentina Nucera Membro Direttivo AIDR, Mattia Fantinati Movimento 5 stelle Antonio Palmieri FI
Da sinistra verso destra: Enza Bruno Bossio, parlamentare e componente Intergruppo Innovazione, Simona Vicari, Sottosegretario di Stato al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti; Filomena Tucci (AIDR); Maria Rosaria Scherillo, Vicepresidente Confi
Prof. Agnese Vitali, On Simone Baldelli, Rosangela Cesareo, blogger, socia Aidr
Da sinistra verso destra: Simona Vicari, Sottosegretario di Stato al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti; Filomena Tucci socio AIDR; Maria Rosaria Scherillo, Vicepresidente Confindustria Servizi Innovativi; Federica De Pasquale socio AIDR

Notizie e Comunicati correlati

Mauro Covino
La spinta all’innovazione riguarda tutti i più importanti settori dell’economia, con una previsione di incremento medio annuo per il triennio 2017- 19 del 2,6%. Rimane lenta la realizzazione dei grandi progetti di digitalizzazione ....
mar 25 lug, 2017
COVINO
Le linee di rete fissa a banda larga con velocità pari o superiore ai 10 Mbit/s hanno sfiorato nel primo trimestre 2017 le 16 milioni di unità, con una crescita su base annua pari a 770mila unità. I dati dell’Osservatorio sulle Comunicazioni ....
ven 21 lug, 2017

Eventi correlati

TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.
Mamme
Data: 06-06-2017
Luogo: Camera Dei Deputati - Roma
FattoreMamma e Italian Digital Revolution organizzano una giornata in parlamento per attivare un dialogo tra le mamme e le Istituzioni.

In questa pagina

I nostri partner

Qwant
Gi Group
SIELTE
Service Tech
Pro Q
Tecnoter
WhereApp
Echopress
DGS
Consorzio Vini Mantovani
Binario 96

Accordi di collaborazione

Anaip
I sud del mondo
LABOS
Ambiente e Società

Associazione Italian Digital Revolution (IDR)
Via Terenzio, 10 – 00193 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589