Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Mibac, settimana amministrazione aperta: tre giornate di incontri su digitale e beni culturali

Mibac, settimana amministrazione aperta: tre giornate di incontri su digitale e beni culturali

10-03-2019
AIDR

L’obiettivo è chiamare a raccolta tutte le persone che a vario titolo e nelle modalità più diverse si impegnano a rendere la pubblica amministrazione italiana un luogo più aperto al confronto, più accessibile ai cittadini e aperto all’innovazione.  

Il Ministero per i beni e le attività culturali apre le porte a cittadini, istituzioni, imprese, associazioni, mondo della ricerca e dell’università per la Settimana dell’Amministrazione Aperta, che si terrà dall’11 al 17 marzo e alla quale il Mibac partecipa con ben 19 iniziative. L’obiettivo è chiamare a raccolta tutte le persone che a vario titolo e nelle modalità più diverse si impegnano a rendere la pubblica amministrazione italiana un luogo più aperto al confronto, più accessibile ai cittadini e aperto all’innovazione. Tre in particolare gli eventi che saranno ospitati nella sede del Ministero al Collegio Romano, nell’ambito dell’iniziativa Dig.it MiBAC-Il digitale al servizio della cultura dedicata al tema dell’importanza del digitale al servizio della cultura, per una più ampia fruizione, una maggiore valorizzazione e una migliore conservazione dei beni culturali.

– Lunedì 11, dalle 10 alle 12, primo appuntamento sul tema “L’innovazione digitale per una migliore fruizione del patrimonio culturale”. Interverranno il Sottosegretario Mibac con delega alla digitalizzazione, Gianluca Vacca, il vicesindaco di Roma e assessore alla crescita culturale, Luca Bergamo; il direttore della Galleria degli Uffizi di Firenze, Eike Schmidt; il professor Henry Muccini dell’Università degli Studi dell’Aquila. Nell’occasione sarà annunciato l’avvio di una collaborazione tra Mibac e Roma Capitale finalizzata all’adozione, nei musei e nei siti archeologici del centro della Capitale, di sistemi di gestione degli ingressi che consentano di ridurre notevolmente le code, prendendo spunto dal sistema sviluppato dall’Università dell’Aquila e sperimentato con successo alla Galleria degli Uffizi di Firenze.

– Mercoledì 13, dalle 10 alle 14, evento dedicato a “Cyberscurity e beni culturali”. Aprirà i lavori il Ministro per i beni e le attività culturali, Alberto Bonisoli. Interverranno il Garante della privacy, Antonello Soro; il generale della Guardia di Finanza Umberto Rapetto, creatore e per undici anni comandante del GAT Nucleo Speciale Frodi Telematiche; Pierluigi Paganini, Enisa (European Union Agency for Network and Information Security); Andrea Visconti, Università degli studi di Milano; Emanuele Spoto, CEO Telsy S.pA. Concluderà i lavori il Sottosegretario Mibac Gianluca Vacca.

– Venerdì 15 doppio appuntamento sul tema “Innovazione digitale: nuove frontiere per i beni culturali”. La mattina, dalle 9 alle 13, ne discuteranno Fabio Maria Lazzerini, chief business officer di Alitalia; Enrico Bellini, Public Policy Manager Google Italia; Elio Gullo, direttore generale del Ministero della Funzione Pubblica; Antonio Sassano, presidente della Fondazione Ugo Bordoni; Domenico Picciano, Senior Vice President NTT DATA Italia; Roberto Pisoni, direttore Sky Arte; Luigi De Vecchis, presidente Huawei Italia. Chiuderà i lavori il Sottosegretario ai beni culturali Gianluca Vacca. Il pomeriggio, dalle 14.30 alle 17, vedrà protagonista il mondo della ricerca e dell’università, con gli interventi di Massimo Inguscio, presidente del Cnr; Pierpaolo Forte, Università degli studi del Sannio; Stefano Consiglio, Università Federico II di Napoli; Michela Arnaboldi, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Innovazione Digitale nei Beni e Attività Culturali; Peter Kruger, CEO e fondatore di Startupbootcamp FoodTech ed eZecute; Carmine Marinucci, Segretario Generale DiCultHer.

di Asa

Fonte: https://bit.ly/2NVuJNs

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Da sinistra: Carlo De Masi, Presidente AUDIOCUNSUM; Mauro Rosario Nicastri, Presidente AIDR, Maria Antonietta Spadorcia, Caposervizio Tg2 Rai
La rivoluzione digitale è donna?
Federica Meta, giornalista Corriere delle Comunicazioni
Da sinistra: Maria Antonietta Spadorcia, Rosangela Cesareo, Cristiana Luciani, Elena Barbieri
Il vice presidente AIDR Arturo Siniscalchi, dirigente di Formez, Mauro Nicastri, Presidente AIDR dirigente dell'Agenzia per l'Italia Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e Federica De Pasquale di Confassociazioni
Inaugurazione Centro di Ricerca "DiTES"
Inaugurazione Centro di Ricerca "DiTES"
La platea dei partecipanti

Notizie e Comunicati correlati

Fraccaro
Aidr incontra il Ministro Riccardo Fraccaro Il Ministro per i rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta, Riccardo Fraccaro, ha ricevuto una delegazione dell’Associazione Italian Digital Revolution – Aidr, guidata dal Presidente Mauro ....
dom 21 apr, 2019
Blockchain
di Flavio Fabbri  Gli investimenti europei aumenteranno più del resto del mondo nel biennio 2019-2020, portando la spesa a +104%. USA ancora leader del settore, con un incremento di risorse per la blockchain che toccherà +1000% nel ....
sab 20 apr, 2019

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Accordi di Collaborazione

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589