Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » L'importanza del dialogo digitale fra cittadini e Pubblica Amministrazione

L'importanza del dialogo digitale fra cittadini e Pubblica Amministrazione

28-07-2018
Festa 2 compleanno AIDR

Internet sta cambiando notevolmente la comunicazione fra cittadini e Pubblica Amministrazione. Ascolto, dialogo e monitoraggio attraverso il web stanno diventando sempre di più i pilastri della nuova comunicazione pubblica per migliorare i servizi e stimolare la partecipazione dei cittadini.  

L'indice europeo Nifo (National Interoperability Framework Observatory) apprezza il fatto che la quasi totalità (98%) di aziende ubicate in Italia sia dotata di connettività, con sostanziale allineamento alla media comunitaria (97%). Invece rileva il fatto che la fetta di abitazioni connesse a Internet resta di diversi punti sotto all'85% della media europea (considerando l'Ue a 28 Paesi). I veri dolori arrivano, però, quando si esamina la gestione digitale del rapporto fra cittadini e Pubblica Amministrazione: nell'Europa a 28, la fetta di persone che ricorre a Internet per interagire con uffici e autorità pubbliche è del 48% mentre nello Stivale è limitata al 24% della cittadinanza. È impietoso il paragone con il picco europeo della Danimarca, dove l'88% dei residenti utilizza il Web per comunicare con gli enti pubblici centrali o locali. Tra chi si è mosso più rapidamente spicca invece la Lettonia, passata dal 20% del 2008 all'attuale 69%. La sostanza non cambia se si osservano indicatori più specifici, come per esempio l'abitudine di scaricare documenti ufficiali della Pubblica Amministrazione: riguarda invece quasi il 30% dei cittadini comunitari e solo il 15% degli italiani.
Tutto ciò rende necessaria una nuova strategia di comunicazione che consenta alle PA di promuovere efficaci strumenti di interazione e partecipazione, in modo da migliorare il livello di trasparenza e di efficienza e poter monitorare il livello di soddisfazione dei cittadini. I soli siti istituzionali non sono più in grado di garantire un accesso adeguato alle informazioni pubbliche e non basta la semplice apertura di una pagina su Facebook, un account Twitter, un canale su YouTube.
Occorre una preliminare ed accurata strategia operativa dei contenuti editoriali e comunicativi per evitare di replicare anche online un dialogo monodirezionale, privo di un’effettiva interazione con i cittadini, e dotarsi di figure professionali in possesso di competenze specifiche, funzionali a garantire la credibilità dell’istituzione, nella prospettiva di promuovere un’efficace “web reputation”, costruita sfruttando le potenzialità tecniche e di comunicazione offerte dall’utilizzo efficace degli strumenti digitali.

Proprio in relazione a tali aspetti, AIDR si è data due obiettivi che riteniamo indispensabili:

  • avviare per la prima volta in Italia, in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza, corsi di formazione basati sulle figure professionali ICT e Web previsti dalle Linee guida per la qualità delle competenze digitali nelle professionalità ICT promosse dall’Agenzia per l’Italia Digitale;
  • organizzare a partire dal prossimo autunno, in collaborazione con la Link Campus University, una serie di incontri sul territorio nazionale per diffondere le Linee Guida per la Promozione dei Servizi Digitali promossi dall’Agenzia per l’Italia Digitale per consentire di realizzare concrete modalità di relazione diretta tra il potere pubblico ed il cittadino.

 

Felice estate!

 

di Mauro Nicastri
Responsabile competenze digitali Agenzia per l’Italia Digitale
Presidente Associazione Italian Digital Revolution

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Mattia Fantinati (M5S) Componente X Commissione attività produttive e Mirco Carloni, Consigliere della Regione Marche
Nicola Maccanico, Vicepresidente Vicario Associazione CIVITA
Francesco Boccia (PD) Presidente V Commissione bilancio,tesoro e programmazione, Federica Meta, giornalista Cor.Com. e Mauro Nicastri Presidente Italian Digital Revolution (AIDR)
Aturo Siniscalchi Vicepresidente AIDR
M. Michelini, business manager Qibit Italia - Agenzia per il lavoro Gi Group, F. MeTA Giornalista Cor.Com, P. Prestinari, amministratore delegato di Fattore Mamma-Media, Mattia Fantinati (M5S) Componente X Commissione attività produttive e Mirco Ca
Sergio Alberto Codella Segretario Generale AIDR
Antonio Palmieri (FI) Componente Intergruppo Innovazione
Mauro Nicastri, Presidente dell'Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)

Notizie e Comunicati correlati

competenze digitale
Il percorso AGID di valorizzazione delle competenze digitali e di identificazione dei modelli di riferimento continua con l’aggiornamento delle “Linee Guida per la qualità delle competenze digitali nelle professionalità ICT” ....
mer 17 ott, 2018
fattura elettronica
Le ultime novità sulla fatturazione elettronica inserite nella bozza del decreto fiscale prevedono 6 mesi senza sanzioni, emissione della fattura entro 10 giorni dall'operazione e registrazione entro 15    Possibilità di emettere ....
mar 16 ott, 2018

Eventi correlati

,
Dal 23-05-2017
al 25-05-2017
Luogo: Roma Convention Center "La Nuvola"
Dal 23 al 25 maggio 2017 al Roma Convention Center "La Nuvola", fari puntati sullo sviluppo del Paese. Al centro il ruolo abilitante delle tecnologie.
ITALIAN DIGITAL REVOLUTION
Data: 02-05-2017
Luogo: Biblioteca della Camera dei Deputati, Palazzo San Macuto, Sala del Refettorio, Via del Seminario, 76 Roma
"La Funzione Pubblica della digitalizzazione: scenari e prospettive", Martedì 2 Maggio 2017, ore 17, Biblioteca della Camera dei Deputati

In questa pagina

Le nostre aziende

Accordi di Collaborazione

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589