Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » La Funzione Pubblica della digitalizzazione

La Funzione Pubblica della digitalizzazione

22-04-2017
MAURO NICASTRI PRESIDENTE AIDR

Si terrà a Roma il 2 maggio, presso la Biblioteca della Camera dei Deputati con inizio alle 17.30, il prossimo evento organizzato dall’associazione Italian Digital Revolution: “La funzione Pubblica della digitalizzazione: scenari e prospettive” (scarica la locandina dell’evento).

Nel corso del convegno verranno affrontati aspetti differenti della digitalizzazione della PA, sarà descritto lo scenario europeo ed il livello di maturità della digitalizzazione in Italia, la cui strategia è stata elaborata dall’Europa con la definizione dell’Agenda Digitale Europea (definita con l’acronimo ADE). L’ADE ha come principale obiettivo quello di promuovere condizioni di crescita economica e occupazionale in Europa attraverso la revisione delle priorità digitali, investendo sulla diffusione della banda larga, sulla creazione di nuove infrastrutture per i servizi pubblici digitali, sullo sviluppo delle competenze digitali, sul Cloud Computing e sulla realizzazione di una nuova strategia industriale dell’elettronica.

Secondo le stime dell’UE, con il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda Digitale dovrebbe aumentare il PIL europeo del 5% nei prossimi anni comportando un aumento di circa 4 milioni di nuovi posti di lavoro. Digital Agenda Scoreboard e DESI (Indice dell’Economia e della Società Digitale definito dalla Commissione Europea), Sistemi di indicatori che quantificano l’utilizzo di internet e le competenze digitali di cittadini e imprese a livello europeo, confermano che l’UE è in linea con il raggiungimento degli obiettivi fissati dall’Agenda Digitale Europea (ADE).

Si consideri, però, che seppur i dati medi dell’UE risultano apparentemente positivi, il focus sui singoli paesi vede l’Italia fortemente indietro rispetto agli obiettivi prefissati dall’ADE. L’analisi dei dati pubblicati a fine 2016 dal DESI illustrano come l’Italia paghi un gap rispetto al resto dell’Europa: considerando quali driver di analisi la “Copertura da banda larga”, l’“Utilizzo di Internet”, la “Diffusione di competenze digitali”, il “Livello di innovazione digitale delle PMI” e la “Presenza di servizi pubblici digitali”, l’Italia occupa il venticinquesimo posto tra tutti i paesi Europei per attuazione dell’Agenda Digitale.

Definito il contesto di riferimento europeo, focalizzeremo la nostra attenzione sul quadro normativo italiano e sugli adeguamenti normativi in materia di digitalizzazione previsti dal CAD, che sono incentrati sulla diffusione dell'utilizzo delle tecnologie dell'informazione sia internamente alle PA, sia nei rapporti con cittadini e imprese e che hanno come obiettivo una progressiva riduzione dei costi e un incremento di efficienza e trasparenza.

Sarà anche l’occasione per un confronto sulla recente riforma del CAD che oltre a disciplinare interventi “verticali” su singoli temi della digitalizzazione pone l’attenzione su tematiche di governance prevedendo, tra le altre proposte, l’istituzione di una figura dirigenziale, con competenze tecnologiche e manageriali, che governi le attività di realizzazione dei progetti di digitalizzazione.

Mauro Nicastri, Presidente Italian Digital Revolution

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Da destra: Paolo Sasso, Responsabile Procurement Enel Italia, Mauro Rosario Nicastri, Presidente AIDR, Federica Meta, giornalista Corriere Comunicazione, Gianluca Maria Esposito, Ordinario Diritto Amministrativo Università di Salerno
Il nuovo sistema degli appalti pubblici: regole, processi e tecnologie (0 ist,0 cat)
Alcuni soci AIDR
Da sinistra: Carlo De Masi, Presidente AUDIOCUNSUM; Mauro Rosario Nicastri, Presidente AIDR, Maria Antonietta Spadorcia, Caposervizio Tg2 Rai
Sergio Alberto Codella avvocato giuslavorista, Segretario Generale AIDR, Francesco Orsomarso avvocato civilista, Mauro Nicastri Presidente AIDR, Luigi Consoli, segretario generale del Tar del Lazio, Alberto Tucci avvocato penalista, Simone Rossi, esperto
Da sinistra verso destra: Raffaella Regoli, Caporedattore Mediaset; Rosangela Cesareo, Blogger e socio AIDR; Francesca Montemagno, Presidente di Pari o Dispare;
Carlo De Masi, Presidente AUDIOCUNSUM
Da destra: Paolo Sasso, Responsabile Procurement Enel Italia, Federica Meta, giornalista Corriere Comunicazione, Gianluca Maria Esposito, Ordinario Diritto Amministrativo Università di Salerno

Notizie e Comunicati correlati

nicastri
  Si terrà martedì 23 ottobre a Roma il convegno “Il Cybersecurity ACT: strategia europea e priorità per l’Italia”. L’incontro è organizzato dalla Commissione Europea in Italia è curato da ....
dom 21 ott, 2018
AIDR
Lunedì 22 ottobre, alle ore 15 presso l’unità operativa di neuropsichiatria infantile dell’ospedale Gemelli di Roma diretta dal Prof. Eugenio Mercuri, Italian Digital Revolution (www.aidr.it) consegnerà alcuni tablet ai ....
sab 20 ott, 2018

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Accordi di Collaborazione

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589