Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » La Funzione Pubblica della digitalizzazione

La Funzione Pubblica della digitalizzazione

22-04-2017
MAURO NICASTRI PRESIDENTE AIDR

Si terrà a Roma il 2 maggio, presso la Biblioteca della Camera dei Deputati con inizio alle 17.30, il prossimo evento organizzato dall’associazione Italian Digital Revolution: “La funzione Pubblica della digitalizzazione: scenari e prospettive” (scarica la locandina dell’evento).

Nel corso del convegno verranno affrontati aspetti differenti della digitalizzazione della PA, sarà descritto lo scenario europeo ed il livello di maturità della digitalizzazione in Italia, la cui strategia è stata elaborata dall’Europa con la definizione dell’Agenda Digitale Europea (definita con l’acronimo ADE). L’ADE ha come principale obiettivo quello di promuovere condizioni di crescita economica e occupazionale in Europa attraverso la revisione delle priorità digitali, investendo sulla diffusione della banda larga, sulla creazione di nuove infrastrutture per i servizi pubblici digitali, sullo sviluppo delle competenze digitali, sul Cloud Computing e sulla realizzazione di una nuova strategia industriale dell’elettronica.

Secondo le stime dell’UE, con il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda Digitale dovrebbe aumentare il PIL europeo del 5% nei prossimi anni comportando un aumento di circa 4 milioni di nuovi posti di lavoro. Digital Agenda Scoreboard e DESI (Indice dell’Economia e della Società Digitale definito dalla Commissione Europea), Sistemi di indicatori che quantificano l’utilizzo di internet e le competenze digitali di cittadini e imprese a livello europeo, confermano che l’UE è in linea con il raggiungimento degli obiettivi fissati dall’Agenda Digitale Europea (ADE).

Si consideri, però, che seppur i dati medi dell’UE risultano apparentemente positivi, il focus sui singoli paesi vede l’Italia fortemente indietro rispetto agli obiettivi prefissati dall’ADE. L’analisi dei dati pubblicati a fine 2016 dal DESI illustrano come l’Italia paghi un gap rispetto al resto dell’Europa: considerando quali driver di analisi la “Copertura da banda larga”, l’“Utilizzo di Internet”, la “Diffusione di competenze digitali”, il “Livello di innovazione digitale delle PMI” e la “Presenza di servizi pubblici digitali”, l’Italia occupa il venticinquesimo posto tra tutti i paesi Europei per attuazione dell’Agenda Digitale.

Definito il contesto di riferimento europeo, focalizzeremo la nostra attenzione sul quadro normativo italiano e sugli adeguamenti normativi in materia di digitalizzazione previsti dal CAD, che sono incentrati sulla diffusione dell'utilizzo delle tecnologie dell'informazione sia internamente alle PA, sia nei rapporti con cittadini e imprese e che hanno come obiettivo una progressiva riduzione dei costi e un incremento di efficienza e trasparenza.

Sarà anche l’occasione per un confronto sulla recente riforma del CAD che oltre a disciplinare interventi “verticali” su singoli temi della digitalizzazione pone l’attenzione su tematiche di governance prevedendo, tra le altre proposte, l’istituzione di una figura dirigenziale, con competenze tecnologiche e manageriali, che governi le attività di realizzazione dei progetti di digitalizzazione.

Mauro Nicastri, Presidente Italian Digital Revolution

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Premiazione "Rating di legalità" AIDR
Il nuovo sistema degli appalti pubblici: regole, processi e tecnologie (1 ist,0 cat)
Da sinistra: Flavia Marzano, assessora Roma Semplice; Federica Chiavaroli, Sottosegretario di Stato alla Giustizia; Carlo Mochisismondi, presidente Forum PA; Giampiero Dalia, senatore e presidente Commissione Parlamentare per le Questioni regionali
Da sinistra verso destra: Simona Vicari, Sottosegretario di Stato al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti; Filomena Tucci socio AIDR; Maria Rosaria Scherillo, Vicepresidente Confindustria Servizi Innovativi; Federica De Pasquale socio AIDR
Da sinistra: Andrea Bisciglia, Francesco Saverio E. Profiti, Stefano Van Der Byl, Pier Luigi Bartoletti,
Mauro Nicastri Presidente Aidr, Sen. Maria Rizzotti
Da sinistra: Vittorio Zenardi, Responsabile Sito e Social Media AIDR
Da sinistra: Carlo De Masi, Presidente Adiconsum, Federica Meta, Giornalista Corriere delle Comunicazioni, On. Dieni Federica M5S, Amedeo Scornaienchi, Presidente Associazione Ambiente e Società

Notizie e Comunicati correlati

SINISCALCHI
La digitalizzazione non è un processo fine a se stesso. Chiaro il messaggio del ministro per la Pubblica amministrazione, Giulia Bongiorno, la quale ha sottolineato che sotto questo aspetto “troppe volte sono state annunciate svolte immediate, ....
mar 07 ago, 2018
Sergio Mattarella
La procura di Roma ha aperto un'inchiesta ipotizzando i reati di 'Attentato alla libertà del Presidente della Repubblica' e di 'offesa all'onore e al prestigio del Capo dello Stato' in relazione agli attacchi via web rivolti a Sergio Mattarella ....
lun 06 ago, 2018

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Accordi di Collaborazione

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589