Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » GDPR, alla Link University aperte le iscrizioni al corso per diventare DPO

GDPR, alla Link University aperte le iscrizioni al corso per diventare DPO

15-02-2019
Link Campus

di Piero Boccellato

Il corso, che ha l’obiettivo di formare la nuova figura professionale del Data Protection Officer, prevede 12 borse di studio per l'anno accademico 2018-19. 

Il nuovo Regolamento Europeo sulla protezione dei dati (679/2016) introduce un’unica legislazione in tutti gli Stati Membri dell’UE. In Italia, dal 25 maggio 2018, il Regolamento prenderà il posto dell’attuale Codice Privacy (Dlgs 196/2003). Con il nuovo Regolamento UE sulla Privacy vengono introdotte importanti novità, tra le quali (art. 35, 36 e 37) il ruolo del Data Protection Officer, per il quale è prevista una designazione obbligatoria.

Il corso in Privacy e Data Protection – organizzato da POLIS (Scuola Universitaria per la Formazione Politica dell’Università degli Studi Link Campus University) con il patrocinio del Garante per la Protezione de Dati Personali – ha l’obiettivo di formare la nuova figura professionale del Data Protection Officer le cui attività principali consistono nel saper trattare su larga scala categorie speciali di dati, oltre a dover possedere un’approfondita conoscenza delle normative di settore, dei sistemi informativi e di tutto ciò che riguarda l’ambito “security”.

Il corso si divide in tre unit: una prima, che si occuperà nel dettaglio della figura del DPO; una seconda, che tratterà dell’analisi della gestione dei rischi e delle misure tecniche di sicurezza da adottare ed una terza, nella quale verrà analizzato il nuovo ambito legislativo entro cui si dovrà operare.

Caratteristiche del corso
Al termine del percorso formativo, coloro che sono in possesso di prerequisiti di esperienza professionale hanno la possibilità di accedere all’esame di certificazione per DPO e altre professioni Privacy secondo UNI11697:2017. Il processo di certificazione è gestito autonomamente da un organismo di certificazione indipendente accreditato ACCREDIA, che organizzerà le sessioni di esame nella sede universitaria.

Obiettivi e sbocchi occupazionali
Obiettivo del corso è fornire ai partecipanti strumenti e tecniche per operare come DPO, giacché questa figura dovrà essere designata sulla base di una approfondita conoscenza della normativa sulla protezione dei dati e sulla capacità di svolgere i compiti previsti all’Articolo 39 del nuovo Regolamento UE. Potrà essere un soggetto interno oppure esterno all’Ente Pubblico o Privato, che assolve i propri compiti sulla base di un contratto di servizi.

A chi è rivolto
Funzionari e dirigenti che svolgano il ruolo di “Responsabili Privacy”, Data Protection Officers, Responsabili IT, Security Managers, Compliance Officers, Segretari comunali, Liberi professionisti.

Borse di studio
E’ indetto un bando di concorso per titoli e colloquio orale, avente ad oggetto l’assegnazione di complessive dodici borse di studio per l’anno accademico 2018-2019. Termine ultimo per la presentazione, previsto a pena di esclusione, è il giorno 08 aprile 2019, ore 24.00.

Per approfondire

Per scaricare il BANDO clicca qui.
Per scaricare la DOMANDA clicca qui.

Fonte: Key4biz.it del 14/02/ 2019

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Da sinistra: Flavia Marzano, assessora Roma Semplice; Federica Chiavaroli, Sottosegretario di Stato alla Giustizia; Carlo Mochisismondi, presidente Forum PA; Giampiero Dalia, senatore e presidente Commissione Parlamentare per le Questioni regionali.
Il nuovo sistema degli appalti pubblici: regole, processi e tecnologie (0 ist,0 cat)
Premiazione "Rating di legalità" AIDR
La platea dei partecipanti
Consegna dei tablet all'unità operativa di neuropsichiatria infantile dell'ospedale Gemelli di Roma  (8 ist,0 cat)
Da sinistra: Roberto Morello, Dirigente Medico Ospedaliero, Cosimo Maria Ferri, Sottosegretario di Stato alla giustizia, Mauro Rosario Nicastri, Presidente AIDR, Maria Antonietta Spadorcia, Cposervizio Tg2 Rai
Arturo Siniscalchi, vice presidente AIDR.
Mauro Nicastri Presidente Aidr, Sen. Maria Rizzotti

Notizie e Comunicati correlati

Fraccaro
Aidr incontra il Ministro Riccardo Fraccaro Il Ministro per i rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta, Riccardo Fraccaro, ha ricevuto una delegazione dell’Associazione Italian Digital Revolution – Aidr, guidata dal Presidente Mauro ....
dom 21 apr, 2019
Blockchain
di Flavio Fabbri  Gli investimenti europei aumenteranno più del resto del mondo nel biennio 2019-2020, portando la spesa a +104%. USA ancora leader del settore, con un incremento di risorse per la blockchain che toccherà +1000% nel ....
sab 20 apr, 2019

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Accordi di Collaborazione

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589