Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Digitale: il Rapporto I-Com 2017 e i dati Unioncamere

Digitale: il Rapporto I-Com 2017 e i dati Unioncamere

digitale
03-11-2017

Il Rapporto I-Com 2017 fa il punto sulla digitalizzazione in Italia, ma non solo.  I dati analizzati sono fonte Ue.  E' così possibile classificare lo sviluppo della banda ultralarga nel nostro Paese.
Inoltre è rilevato anche il grado di copertura della rete fissa di ultima generazione. 

E' la Puglia la regione ad avere il primato di copertura maggiore nelle case, ha infatti una percentuale di copertura delle unità immobiliari complessive pari all’87% (rispetto alla media nazionale che è pari al 72,3%), seguita dal Lazio, dove in media oltre un’unità immobiliare su cinque è raggiunta dalla rete. Si segnalano anche i progressi compiuti dalla Basilicata, dove solo un’abitazione su due risultava raggiunta dalla rete di ultima generazione, dato oggi pari al 73%.


Per quanto riguarda, infine, il comparto mobile e lo sviluppo della rete 4G, il grado di copertura in termini di popolazione è oramai in generale piuttosto elevato, con percentuali superiori al 95% in tutte le regioni ad eccezione di Sardegna, Molise e Basilicata, dove la copertura ha comunque raggiunto, rispettivamente, il 93,5%, il 93% e il 92,5% degli abitanti.

Come abbiamo visto nel Rapporto I-Com 2017 primeggia la Puglia, ma sono comunque le regioni del Sud a stare nelle prime posizioni: Calabria 79%, Sicilia (79%) e Campania (78,4%). Mentre la Valle d’Aosta (con una copertura del 24,3%) è la regione che ha più problemi. Mentre in Abruzzo, Molise, Sardegna e Trentino-Alto Adige la situazione è migliorata, ma la copertura è ancora al di sotto del 50%.
Toscana e Sicilia primeggiano invece per le unità immobiliari ai comuni, con la più ampia copertura (la prima con l’83,2%, la seconda col 70,8%). In 4 regioni più dell’80% dei comuni non è raggiunto dalla banda ultralarga: Abruzzo (16,1%), Sardegna (13,5%), Valle d’Aosta (8,1%) e Piemonte (17,2%).

Pubblicato anche un Rapporto di Unioncamere sulla digitalizzazione delle imprese, in particolare sui 'settori bit', dal commercio on line, agli internet service provider, dai produttori di software a chi elabora dati o gestisce portali web.
A fine settembre le imprese italiane del settore hanno superato quota 122mila unità: 3.000 aziende in più, con una crescita nel corso dell'anno del 2,4%. Il 12,5% delle digital companies sono guidate da giovani con meno di 35 anni ma, se si guarda alle aperture di nuove attività dall'inizio dell'anno, delle 6.330 iscrizioni rilevate tra gennaio e settembre, la percentuale sfiora il 35%. Sono imprese che, secondo i dati di Unioncamere, creano più occupazione e ricchezza.

Delle oltre 122mila digital companies, una su cinque (28.650) è in Lombardia, seguita da Lazio con il 13,5% del totale e Campania con l'8,6%. Si riscontra anche una buona attività e l'interesse anche da parte dei giovani del Sud: il 50% sono in Calabria, il 46,7% in Basilicata, il 44,4% in Campania, il 42,3% in Puglia e il 40,6% in Sicilia.
Sul fronte degli addetti, le regioni a più elevato 'vantaggio occupazionale' sono la Valle d'Aosta, dove la media degli addetti per impresa digitale è di 10,5 contro 4,2, il Trentino -Alto Adige (8 contro 5,4) e il Piemonte (6,9 contro 4,5).

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, commentando i dati di Unioncamere, ha sottolineato che  “crescono le imprese del Lazio +1,3% nei primi 9 mesi del 2017, Italia +0,62% (dati). Il Lazio è più forte di prima, avanti sul cammino dello sviluppo”.

V


MAURO COVINO, Dipendente Formez , Studioso e Docente di Comunicazione presso le Università di Roma “La Sapienza”, Luiss “Guido Carli” , Lumsa e Bari. Socio Professionista Qualificato Associato a Ferpi (Federazione Relazioni Pubbliche Italiana ). Responsabile dell’Osservatorio sull’Andamento del Digitale Italiano dell’AIDR

Fonte : Regioni.it 3261 - 31/10/2017

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

Fake News
Più di 3,5 milioni di genitori si sono imbattuti in indicazioni mediche sbagliate, ma 15 milioni di italiani cercano prevalentemente su internet soluzioni ai propri malanni e senza le necessarie competenze. Intanto parte il Gruppo europeo per la ....
ven 19 gen, 2018
m
Segnando una decisa discontinuità rispetto al passato, il Comune di Milano ha deciso di mettere a disposizione del territorio metropolitano una parte consistente dei finanziamenti di cui è beneficiario grazie al progetto PON Metro. Ecco ....
gio 18 gen, 2018

Eventi correlati

Festival del Fundraising
Dal 17-05-2017
al 19-05-2017
Luogo: Hotel Parchi del Garda Via Brusà 16-18 37017 Pacengo di Lazise (VR)
800 partecipanti per 80 workshop in 3 giorni per condividere idee, nuovi spunti e nuovi strumenti di raccolta fondi
Al TEDxRoma r5
Data: 08-04-2017
Luogo: Auditorium di via della Conciliazione Via della Conciliazione, 4, 00193 Roma
Al TEDxRoma 2017 immagineremo e progetteremo il futuro dei prossimi 20 anni. Il 2037 non è solo il futuro che regaliamo alle nuove generazioni, potremmo vederlo con i nostri occhi, viverlo attraverso le scelte che facciamo oggi e lì, nel 203

In questa pagina

I nostri partner

Qwant
Gi Group
ISWEB - INTERNET SOLUZIONI
VmWay
EIDEMON
G.& F. Software s.r.l
Biesse Medica S.r.l.
Consorzio Stabile DEA
Randstad
SIELTE
Service Tech
RESI Informatica S.p.A.
Pro Q
Tecnoter
WhereApp
BNova
Echopress
DGS
Consorzio Vini Mantovani
Binario 96

Accordi di collaborazione

UNITELMA SAPIENZA
A.P.S.P.
Adiconsum
SCHOLAS
LILT - LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI
Anaip
Ambiente e Società
LABOS
I sud del mondo
Racconti nella rete
FAMILY SMILE

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Via Terenzio, 10 – 00193 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589