Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Da Federmeccanica allarme su digitale

Da Federmeccanica allarme su digitale

26-09-2018
Competenze digitali

Indagine, 42% imprese settore non trovano talenti digitali

Le imprese metalmeccaniche italiane sono a caccia di figure professionali specializzate, soprattutto a livello tecnologico. Quasi una su due (il 48%) dichiara di avere difficoltà a reperire manodopera specializzata, sia con competenze tecnologiche che tradizionali. In particolare, il 42% fatica a trovare figure con competenze tecnologiche e digitali avanzate e il 45% con competenze tecniche di base. L'allarme arriva dalla 147/ma indagine congiunturale di Federmeccanica che oggi ha lanciato il messaggio-manifesto, "Più Impresa", rivolto alle istituzioni nazionali e locali, al governo anche in vista della prossima manovra e agli stessi imprenditori. Tra le priorità, ridurre il costo del lavoro e aumentare la produttività, incentivare ogni forma di collegamento tra salari e produttività, sostenere Industria 4.0, gli investimenti e la tecnologia ma anche l'alternanza scuola-lavoro. "Bisogna puntare di 'più' sulla metalmeccanica, vera spina dorsale dell'economia italiana, visto che rappresenta l'8% del pil, il 50% dell'export nazionale e occupa 1,7 milioni di lavoratori", ha detto il vicepresidente di Federmeccanica, Fabio Astori. Cinque i punti del manifesto: 'Più metalmeccanica; più flessibilità; più istruzione e formazione; più innovazione; più competitività.

Fonte: https://bit.ly/2DtUx1q

Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Da sinistra: Mauro Nicastri, Stefano Van Der Byl, Pier Luigi Bartoletti, Massimo Casciello
Premiazione "Rating di legalità" AIDR
La platea dei partecipanti
Da sinistra: Andrea Bisciglia, Francesco Saverio E. Profiti, Stefano Van Der Byl, Pier Luigi Bartoletti,
AIDR e Fattore Mamma
Consegna dei tablet all'unità operativa di neuropsichiatria infantile dell'ospedale Gemelli di Roma
Mauro Nicastri, Presidente AIDR dirigente dell'Agenzia per l'Italia Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e il vice presidente AIDR Arturo Siniscalchi, dirigente di Formez
Da sinistra: Mauro Draoli, Agenzia per l'Italia Digitale, Carlo De Masi, Presidente Adiconsum, Federica Meta, Giornalista Corriere delle Comunicazioni, Ciro Cafiero, Giuslavorista, Andrea Napoletano, Avvocato direzione Legale ANAS S.p.A

Notizie e Comunicati correlati

bisciglie
Il report Global Digital 218 dice che gli utenti connessi a internet in tutto il mondo superano i 4 miliardi, con una percentuale di penetrazione del 53%, passando in media 6 ore al giorno online. In Italia gli utenti sono 43 milioni, di cui 34 milioni ....
ven 14 dic, 2018
Ossino
Roma, 12 dicembre 2018 - “L’INTELLIGENZA DELLE TUTELE - I consumatori tra protezione ed empowerment al tempo dell’IA” è stato il tema del convegno tenutosi mercoledì scorso a Roma presso il Coffee House di Palazzo ....
ven 14 dic, 2018

Eventi correlati

AIDR
Data: 11-10-2017
Luogo: Sala della Lupa della Camera dei deputati in piazza Montecitorio - Roma
'incontro, organizzato dall'associazione Italian Digital Revolution con il patrocinio dell'Agenzia per l'Italia digitale, dell'Agenzia nazionale per i giovani, di Formez PA, della Regione Lazio e della fondazione "I Sud del mondo", si propone di
TURISMO DIGITALE
Data: 05-07-2017
Luogo: Roma presso la sede dell'Associazione CIVITA, presieduta dall'On. Gianni Letta, Piazza Venezia, 11,
Convegno organizzato da Italian Digital Revolution in collaborazione con CIVITA, Qwant, Sielte, Servicetech, VeniceCom, WhereApp, Echopress, Consorzio Vini Mantovani e Binario96.

In questa pagina

Le nostre aziende

Accordi di Collaborazione

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589