Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Banche: la svolta digitale è ormai d'obbligo

Banche: la svolta digitale è ormai d'obbligo

31-10-2017
banche

Il settore bancario globale è ritornato in salute: il recupero dalla crisi finanziaria è stato completato, gli stock di capitale sono stati reintegrati e le banche hanno tagliato i costi. Tuttavia i profitti rimangono esigui. È quanto emerge dall’ultimo "Global Banking Annual Review 2017" di McKinsey, che analizza le performance del settore bancario a livello mondiale.

Per il settimo anno consecutivo, spiega McKinsey, il ritorno sul capitale (return on equity - ROE) del settore è bloccato tra l'8% e il 10% (il 2016 si è chiuso con un ROE pari all’8,6%, un punto percentuale in meno rispetto al 2015), senza contare che le azioni delle banche sono scambiate a multipli bassi, il che "suggerisce il permanere di una preoccupazione da parte degli investitori sulla redditività futura degli istituti".

Ma con il recupero dei tassi di interesse e l’entrata in gioco di altri fattori favorevoli, il ROE del settore potrebbe raggiungere il 9,3% entro il 2025. Le banche, però, devono monitorare con attenzione la concorrenza delle FinTech: se i clienti retail e corporate passassero dalle banche tradizionali alle società digitali allo stesso tasso con cui in passato le persone hanno adottato nuove tecnologie, il ROE potrebbe scendere di circa 4 punti, fino al 5,2% entro il 2025, in assenza di azioni mitigatrici. Ecco perché per McKinsey le banche che non si sono ancora digitalizzate devono esplorare quanto prima i nuovi strumenti a loro disposizione e costruire le competenze di marketing digitale e analytics necessarie per competere. "Se la maggior parte del settore intraprendesse questa strada, l’insieme delle banche aggiungerebbe circa 350 miliardi di dollari al proprio bilancio. Questo porterebbe a un incremento medio del ROE di circa 2,5 punti percentuali. La trasformazione digitale su larga scala è essenziale, non solo per i vantaggi economici, ma anche perché offrirà la possibilità di partecipare alla prossima fase del digital banking" spiegano gli esperti.

Non a caso piattaforme come Alibaba, Amazon e Tencent stanno rinnovando un settore dopo l'altro, sfumando i confini tra comparti perché vogliono offrire di tutto a tutti. "Se questa economia integrata inizia a emergere anche per le banche, ci saranno delle opportunità per chi ha costruito competenze digitali e ha saputo muoversi rapidamente. Le banche che avranno orchestrato con successo questa “strategia ecosistemica”, costruendo partnership e monetizzando sui dati, potrebbero portare il proprio ROE al 9%-10%. Le banche che andranno oltre, creando le proprie piattaforme, potrebbero entrare in mercati non bancari, che aumenterebbero il loro ROE portandolo a circa il 14% - ben al di sopra della media corrente del settore" conclude il report.

Advisoronline.it

Fonte: 
http://bit.ly/2zlSLwr

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

google
Google riusa i dati bancari sulle transazioni offline forniti dal circuito di carte di credito per misurare l’impatto delle campagne pubblicitarie online sulle abitudini di acquisto di buona parte dei consumatori americani. Per affinare il suo servizio ....
mar 04 set, 2018
n
Il rapporto elaborato da Anitec-Assinform in collaborazione con Netconsulting cube stima aumenti più sostenuti di quelli registrati nel 2017 (+2,3% oltre quota 68 miliardi). Spinta dall’industria 4.0, crescita esponenziale per AI e blockchain. ....
mer 11 lug, 2018

Eventi correlati

NETFORUM
Dal 10-05-2017
al 11-05-2017
Luogo: MiCo - Milano Congressi Ingresso Ala Nord: Via Gattamelata, 5 20149 Milano MiCo Gate 1
Netcomm Forum, evento per la digital trasformation italiana con più di 10.000 imprese, 150 sponsor, 3 convegni, 160 relatori e 46 workshop.
Due giorni dedicati al business, formazione e networking per far crescere la tua impresa.
Fashion, Design,

In questa pagina

Le nostre aziende

Accordi di Collaborazione

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589