Notizie

Home Page » Documentazione » Notizie » Anche i file "invecchiano": un piano per preservare gli archivi dell'Europa

Anche i file "invecchiano": un piano per preservare gli archivi dell'Europa

file
20-11-2017

A Firenze è partita la digitalizzazione dei documenti storici della Ue. Obiettivo: salvaguardare anche i file, sempre più numerosi e a rischio illeggibilità.

È più difficile conservare nel tempo un libro o un file?

A dispetto dei rischi che corre un volume di carta, dal fuoco all’umidità ai topi alla mano dell’uomo, si può perdere un documento digitale con altrettanta facilità. E non solo perché si può smarrire il cd o la chiavetta usb dove era salvato. Che ne facciamo dei file conservati in formati che non si riescono a leggere più? È la domanda che si sono posti i vertici degli Archivi storici dell’Unione europea.

Istituiti nel 1983 e aperti al pubblico tre anni dopo, gli archivi della Ue raccolgono tutti i documenti di interesse storico prodotti dalle istituzioni comunitarie. A Firenze, all’interno di villa Salviati, sono conservati sei chilometri di testimonianze, lettere, dossier, accordi dai tempi della Comunità europea del carbone e dell’acciaio. Nel capoluogo toscano convergono i documenti del Parlamento europeo, della Corte di giustizia e della Corte dei conti, della Banca europea degli investimenti e dell’Agenzia spaziale europea.

Qua sono preservati le raccolte dei padri dell’Europa unita, come Alcide De Gasperi e Altiero Spinelli. Nel complesso ci sono 150 fondi di personalità di primo piano della storia di Bruxelles.

A Firenze, insomma, sono raccolte tutte le fonti della storia della Ue. C’è la prima edizione del Manifesto di Ventotene, scritto da Altiero Spinelli, Ernesto Rossi e Ursula Hirschmann, che propugna la creazione di un’Europa unita. C’è il trattato che istituisce l’unione doganale tra i sei Paesi fondatori nel 1968.
 

Luca Zorloni

Fonte: http://bit.ly/2zW8CiE

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

farmacie
La fotografia scattata dall’Università di Milano: l’innovazione è occasionale, non frutto di una strategia. Ma si diffonde l’uso di Facebook e WhatsApp per comunicare con i clienti. Cossolo (Federfarma): “Pronti a ....
gio 26 apr, 2018
smart working
Anche in Italia avanza progressivamente lo smart working. Il “lavoro intelligente” - da non confondere col telelavoro - , è la possibilità di operare flessibilmente, slegati da un luogo fisico ma gestendo in piena autonomia il ....
mar 24 apr, 2018

Eventi correlati

Festival del Fundraising
Dal 17-05-2017
al 19-05-2017
Luogo: Hotel Parchi del Garda Via Brusà 16-18 37017 Pacengo di Lazise (VR)
800 partecipanti per 80 workshop in 3 giorni per condividere idee, nuovi spunti e nuovi strumenti di raccolta fondi
Al TEDxRoma r5
Data: 08-04-2017
Luogo: Auditorium di via della Conciliazione Via della Conciliazione, 4, 00193 Roma
Al TEDxRoma 2017 immagineremo e progetteremo il futuro dei prossimi 20 anni. Il 2037 non è solo il futuro che regaliamo alle nuove generazioni, potremmo vederlo con i nostri occhi, viverlo attraverso le scelte che facciamo oggi e lì, nel 203

In questa pagina

Le nostre aziende

Gi Group
ISWEB - INTERNET SOLUZIONI
EIDEMON
G.& F. Software s.r.l
Biesse Medica S.r.l.
Consorzio Stabile DEA
Randstad
Iet Group
Tesav
SIELTE
Service Tech
RESI Informatica S.p.A.
Pro Q
Tecnoter
WhereApp
BNova
Echopress
DGS

Accordi di collaborazione

UNITELMA SAPIENZA
Macchioni Comunications
SCHOLAS
A.P.S.P.
Adiconsum
API
LILT - LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI
Anaip
Ambiente e Società
VmWay
LABOS
I sud del mondo
Racconti nella rete
FAMILY SMILE
Fare Calabria
Consorzio Vini Mantovani

Associazione Italian Digital Revolution (AIDR)
Viale Liegi, 14 - 00198 Roma
info@aidr.itwww.aidr.it - Tel. 3471097655
Codice Fiscale: 97886610589